• 32 commenti

Effetti del marketplace per la restrizione a 256 MB di RAM in Windows Phone Tango

Come abbiamo accennato in precedenza, il prossimo aggiornamento Tango per Windows Phone porterà il supporto a 256 MB di RAM a differenza di Mango che ne pretende il doppio. Questo, per i costruttori di terminali basati su sistemi Microsoft significherà la possibilità di realizzare terminali più economici e quindi essere più competitivi nei prezzi.

I nuovi terminali che usciranno nativamente con a bordo questa versione di sistema operativo saranno il Nokia Lumia 610 e il ZTE Orbit, entrambi presentati recentemente al MWC 2012. Questi terminali non potranno accedere, per le sue restrizioni di capacità della RAM, al 5% delle applicazioni presenti sul marketplace. In virtù di questo, Microsoft ha già iniziato a richiamare tutti gli sviluppatori che nel marketplace hanno una o più applicazioni che rientrano in quel 5% in modo da apportare eventuali modifiche per essere compatibili anche con Tango.

Ovviamente non tutti gli sviluppatori decideranno di aggiornare la propria applicazione rendendola meno performante sia a livello di funzionalità che di estetica. Per tutti coloro che decideranno di mantenere la propria applicazione in versione “originale” e quindi non compatibile con Windows Phone Tango, potranno far visualizzare un messaggio di avviso nel marketplace dicendo che l’applicazione non è compatibile sul proprio dispositivo, come mostra l’immagine sopra.

A tal proposito, Nokia ha pubblicato, sul sito dedicato agli sviluppatori, i dettagli su come gli sviluppatori potranno implementare nelle loro applicazioni questa funzione di avviso in modo da agevolare l’esperienza d’uso dell’utente finale.

via

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. TDK ha detto:

    ma il requisito minimo nonn è sempre stato 256?

  2. NokiaFan ha detto:

    Comunque interessante che devono essere gli sviluppatori ad impostare il messaggio delle proprie app non compatibili, da quello che sembrava credevo era una cosa automatica

  3. Brunosky ha detto:

    Cominciamo con le puttanate anche qui. Cosa gli costa obbligare i costruttori a montare la RAM di 512… Non credo i prezzi cambino così sproporzionatamente. Aveva cominciando bene…ed ora si perde nelle logiche di mercato come ha fatto android. Mi spiace dirlo ma da questo punto di vista Apple è la migliore, prezzi a parte. Microsoft poteva seguire l’esempio, come ha inizialmente fatto, e tenere uno standard minimo che fosse nella media, per poi da lì sviluppare. Ora andrà a finire che la qualità della app andrà scemando perché dovranno essere riviste anche dal punto di vista grafico e performante causa restrizioni RAM… Ma andatevene a quel paese.

    • Atene2007 ha detto:

      Quoto!!!

    • gianni ha detto:

      Appunto è una questione di mercato non di costi del produttore. Se facevano il lumia 610 con 512mb di ram e lo mettevano a 199 euro non aveva più senso comprare un lumia 710 a 299 o un lumia 800 a 499 euro. I terminali nelle diverse fasce di prezzo vanno differenziati….poi è l’utente a scegliere.
      Cmq sti lumia 610 non girano affatto male :)

      • valmo ha detto:

        quindi è “prendere per il culo” il consumatore.
        Cioè io ti do il 610 a 199 con 256 mega di RAM, però farlo con 512 alla fine costerebbe a te consumatore 10 euro in più, però se ti faccio il 610 a 209 poi tu non mi compri il 710 a 299, che a me produttore costa 5 € in più.
        Passi per le automobili che un 1000 e un 1600 turbo sono veramente 2 pianteri diversi ed è più giustificato un aumento del prezzo, ma in tecnologia di fascia media no.
        E non mi rifersico solo a nokia, ho fatto l’esempio del nokia solo per riprendere il discorso

  4. Valerio ha detto:

    a proposito di MarketPlace…. sul mio OMNIA7 ho fatto un Ripristino Dati di Fabbrica…
    dove sono finite le app che avevo comprato ed installato?

    • Gerry ha detto:

      Le puoi scaricare nuovamente (Ovviamente senza pagare nulla)

      • Valerio ha detto:

        ma diavolo…
        non esiste un maledetto modo per trovare tutte le applicazioni precedentemente acquistate?
        Non ricordo tutti i nomi…
        una lista di applicazioni acquistate in precedenza?

        • Valerio ha detto:

          bene… al prossimo CES saprò come battere Microsoft e la sua sfida di velocità:
          “Scommettiamo 100 $ che dirai che il tuo telefono non è veloce come il mio nella ricerca dello storico aquisti?”

          E mi presento con un Acer Liquid di cacca…
          100 euro SICURI

          LOL

          • Niko ha detto:

            Guarda che puoi farlo tranquillamente su WP. Basta aprire Zune e nelle impostazioni trovi “storico acquisti”

          • rec1978 ha detto:

            MS ha già annunciato che non parteciperà più al CES… Non le interessa, ed ha già ammesso che preferisce farsi pubblicità e portare a conoscenza la gente dei propri prodotti attraverso altri canali… Quindi mi sa che ti tocca sbrigarti :D

        • Niko ha detto:

          Certo, ti ho postato sotto la soluzione ;)

  5. Paolo ha detto:

    bè penso che a parte i giochi tutte le app potrebbero adattarsi a 256mb di ram…… diamo tempo agli sviluppatori di adattarle :)
    Sperando che guadagnino con gli sponsor perchè molti nel marketplace se lo meritano davvero

  6. M04r3n0 ha detto:

    Io guardo il lato positivo della situazione , dal lato di chi non avrà mai un telefono con soli 256mb di memoria può comunque contare su applicazioni che non vanno appesantendosi mano a mano che i telefoni diventano sempre più prestazionali, ma è proprio il contrario.
    Sapere che saranno compatibili con telefoni di fascia più bassa del mio Omnia7 mi fa ben sperare di poter contare sul mio terminale ancora per diverso tempo e con app tutt’altro che appesantite.

    • Paolo ha detto:

      piu che altro spinge la gente a rimanere salda col sistema wp7 anziche passare ad altro.

      Secondo me vale la pena adattarle tutte sia a 256 che 512, altrimenti cosi sembra che ci sono i poveri che non possono permettersi 512mb di ram mentre chi può è privilegiato….. NO non è cosi che si deve fare.

      • kais ha detto:

        ma guardate che i terminali con 256 mega sono per i poveri…sono per i mercati emergenti e quindi per gente che vuole cmq avere delle cose di base e poi non spedere tanto.
        cosa ci trovate di assurdo?

  7. BannedWinS ha detto:

    Mi spiace ragazzi ma questa frammentazione io non la vedo positiva, ho investito e creduto proprio su WP per questa “chiusura” e poi mi ritrovo queste cose….rimango molto perplesso anche perchè’ ad oggi non penso costino nulla 256mb di ram, in più ce da pensare che come HW base vada benissimo gia’ la prima gen di WP, tornare indietro lo trovo insensato, e non venissero a dirmi che è stata una mossa per abbracciare il mercato a basso costo perche oggi giorno la prima gen di WP si trova veramente a prezzi irrisori.

  8. Francesco ha detto:

    Spero non ne vendano mezzo di fascia bassa…

  9. audition ha detto:

    e poi ci si stupisce del perché apple è il riferimento del mercato con 4, dicesi 4, smartphone prodotti sinora!!! Adesso diamo il via al nokia 510, 610, 510 plus, 510 plus 2 turbominchia! Brava MS hai capito tutto, copia android che vai lontano!

    • Brunovsky ha detto:

      Quoto

    • kais ha detto:

      Sono terminali questi da 256 mega che vanno per il mercato emergente….se poi li importanto anche quii in italia è perchè stiamo diventando come lo zimbabwe :D

      sono teminali nati per combattere gli androidfonini da 100 euro, max 150 euro…ma con un prodotto che tolto il 5% di app o anche il 20% di app hanno cmq quasi tutte le funzioni che hanno quelli che costano 5 volte tanto…io lo trovo ottimo.

      ah senti mi dici come posso mettere in via ufficiale siri sull mio iphone 4? no sai per sapere come mai il leader del mercato mi priva di una simile funzione che tramite jb posso avere.

  10. Nowspam ha detto:

    Android vende principalmente coi modelli di fascia medio bassa. Saggia la scelta di proporre tali modelli anche da parte della Microsoft. E non rispondetemi che la prima generazione di wp7 si trova a prezzi esigui perchè il consumatore medio compra nei negozi fisici, non on line. E da Unieuro l’Onmia 7 lo vendono ancora a 499€. Le offerte volantino tipo Optimus 7 a 149€ durano si e no un paio d’ore…
    Le diverse ram che introduirranno i modelli low cost causeranno non pochi problemi, tra aggiornamenti ufficiali, giochi e applicazioni non compatibili. La differenza tra i due moduli di ram a livello industriale è di 3,75 dollari(non ricordo la fonte). E per una cifra cosi esigua si corre il rischio di peggiorare notevolmente l’esperienza d’uso che il s.o. è in grado di offrire all’utente….

  11. jacopo ha detto:

    Apple fa sia da produttore hardware che software. La MS non copia google ma come lei produce solo software che poi viene preso e usato da chi ne fa richiesta e qua i produttori di mercato. Tutto qua. Io credo che fare dei prodotti a costo più basso possa permettere di vendere e creare più smartphone wp7 cosi da ampliare il mercato

  12. Brunosky ha detto:

    Ci troviamo di assurdo che le app debbano perdere in utilizzo RAM anche per i terminali di fascia medio alta. Se si vuole eccellenza bisogna mantenere un livello medio di qualità. Avere un market di serie A ed uno di serie B per la stessa piattaforma è una grandissima cavolata. Chi spende 500 € per un cellulare vuole essere tutelato…cosa che per esempio si dimentica di fare android…e MS se prenderà questa strada.

  13. blorg ha detto:

    Francamente non vedo motivo di preoccuparsi per questa fantomatica “frammentazione” su WP, come ho già detto altrove la stessa identica cosa già accade su iOS per l’iphone 3G e 3GS che non possono installare tutte le applicazioni dell’appstore.

  14. dario ha detto:

    Ma xk vi lamentate? Cosa vi frega a voi se io voglio comprarmi un telefono con 256 mb di RAM o uno da 512 mb? Faccio un torto a voi? Se è solo 5% di app che non “soddisfano” in modo egregio l’uso di RAM, non potrebbe essere invece un’ottimizzazione schifosa del codice? È solo il 5%, ci sta che in un market il 5% di sviluppatori abbia anche involontariamente scritto del codice male che sistemandolo, senza modificare grafica o altro come dite voi grandissimi esperti, vada a funzionare in modo “soddisfacente” anche x i 256 mb di RAM. Ormai la parola frammentazione grazie ad android ha preso il volo.. Ma voi sapete di cosa state parlando? Android è frammentato xk se io acquisto un telefono di 150€ un gioco un po più pesante mi va a scatti da morire! È frammentato xk i produttori se ne fregano dei vecchi telefoni non aggiornandoli.. prendendo x il culo le persone, badate bene.. Le persone non i clienti. Voi che state qui a scrivere siete una piccolissima fetta delle persone che va in giro ad acquistare i telefoni e come diceva un ragazzo qui su, la gente non acquista da Internet ma acquista nei negozi e i prezzi sono molto più alti! Windows Phone non è affatto frammentato e mai lo sarà xk alla base non ci sono i produttori ad aggiornare il sistema ma Microsoft stessa! Per quanto mi riguarda android è solo un Windows mobile 6.1 con spb mobile Shell e schermo capacitivo.

  15. mousexx74 ha detto:

    @valerio su zune mi pare ci sia lo storico degli acquisti… Non vorrei dire una vaccata, ma mi pare ci sia anche sul sito web del tuo account windos live\phone. Cerca su Google “storico acquisti windows Phone” e vedrai che lo trovi. Ciao ciao

  16. Daniele ha detto:

    A nessuno viene in mente che magari quel 5% di applicazioni è stato scritto da caproni che dovrebbero andare a dedicarsi ad altre attività e non all’informatica?

  17. rec1978 ha detto:

    Io penso che tutte le parole spese per dire se i 256MB son giusti o no siano parole al vento ed inutili… Sarà il mercato a deciderlo ed i programmatori potrano comunque scegliere in base al tipo di app se accontentare tutti o meno:

    1) Se ti comperi 256MB sai quali sono i tuoi rischi.

    2) 5% delle app sono una percentuale ridicola…

    3) MS non ha obbligato nessuno sviluppatore a cambiare le proprie app, semplicemente si è limitata a portare a conoscenza i relativi sviluppatori.

    4) Sta negli sviluppatori ottimizzare bene le app affinchè non siano troppo esose, ma questo non significa che ne debba perdere la qualità

    5) Molto dipende dalla piega del mercato, se fra un’anno la maggior parte dei telefonini venduti con WP saranno a 256Mb starà agli sviluppatori scegliere se voglio ottimizzare le app per tutti oppure no.

    6) Se frra un anno la maggior parte dei telefonini venduti con WP saranno con 512MB, probabilmente chi si è preso un 256MB dovra solo accettare le proprie limitazioni.

    7) A molta gente quel 5% di app non fa differenza.

    8) L’importante è essere consapevoli di ciò che si compera dal punto di vista di pregi e difetti…

    9) Quel 5% di app potrebbero fra l’altro essere state ottimizzate male, per esempio sarei curiodo di capire de Need For Speed Hot Pursuit rientra in questo 5%… In caso contrario questo ci darebe un bel metro di misura su quanto i 256MB siano davvero limitanti.

    10) La diffusione degli smartphone dipende in primis dal loro prezzo perchè la maggior parte della gente è ignorante in merito (non in senso dispregiativo).
    L’altra sera a Money Drop hanno fatto una domanda su motivo per il quale la gente acquista uno smatphone: Internet, Foto o GPS?… Beh ha vinto FOTO!!! O_O in che identifica in fatto che la maggior parte della gente non ne capisce una mazza…

    WP deve diffondersi, quindi più scelte abbiamo, meglio è… Poi il mercato farà le sue richieste ed i produttori/sviluppatori in un modo o nell’altro le seguiranno. Non si può pretendere che MS metta dei vincoli troppo stretti, altrimenti i produttori su cosa si darebbero battaglia visto che i telefoni sarebbero tutti identici? Sul prezzo? Il prezzo è l’unico terreno sul quale non vogliono scontrarsi…
    Non si può pretendere che tutti vogliano un telefono da 512MB, qualcuno vuole solo spendere poco.

    Non sono i 3.75dollari di risparmio a far perdere guadagni ai produttori, ma è tutto il raggiro commerciale… In sostanza i 256MB rispetto ai 512MB servono solo a creare due fascie commerciali ed a creare quel divario che qgiustifichi i prezzi alti per i terminali da 512MB.
    Vi faccio un esempio: dove lavoro produsciamo un macchinario con due allestimenti diversi, uno con PC come interfaccia operatore, l’altro con un controllino con un piccolo display. Naturamente il modello col PC viene venduto ad un prezzo molto più alto in quanto non ha il limite del numero di programmi impostabili. Eppure posso dirvi che per produrla, quella col controllino limitato a noi costa 2000euro in più di quella col PC.
    Molte volte non possiamo guardare solo il prezzi dei pezzetti di silicio, ma dobbiamo guardare il pacchetto nel complesso. Nei 100euro di differenza fra un terminale da 256MB ed uno da 512MB, in realtà non si paga solo la RAM, ma bensì anche il fatto di non aver limiti. Lo so che alla fine sono solo tattiche commerciali, ma è una cosa che qualunque produttore al mondo fa, da Apple, a tutti quelli che fanno cellulari Android, a chi ti vende il pane la mattina…
    Ricordiamoci che ste ditte sono qui per fare soldi e non per migliorare il mondo.

    Come dissi una volta al mio capoufficio: “se avessi i milioni in banca non mi vedresti qui dentro” ;-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *