• 13 commenti

Microsoft: Nuovi brevetti che spiegano come integrare la fotocamera sul dispositivo “Mobile” pieghevole!

Il numero di brevetti Microsoft su dispositivi Mobile pieghevoli aumenta, l’ultimo arrivato spiega alcuni modi su come potrebbe essere integrato il sensore fotografico all’interno di un device dallo spessore ridotto quando è aperto.

Uno dei problemi nello sviluppo di un dispositivo pieghevole è sicuramente lo spessore, infatti tutti i componenti dovrebbero essere integrati in pochi millimetri in modo che da chiuso il device non sia troppo ingombrante. La fotocamera è sicuramente un componente che richiede un certo spessore, basta vedere come molti costruttori non riescono ad integrarlo sui classici smartphone senza aumentare lo spessore nella parte relativa all’ottica.

In un device pieghevole lo spessore utilizzabile è esattamente la metà, Microsoft ha quindi pensato ad alcuni brevetti che risolvono questo problema:

  1. Dividere una fotocamera in due metà, e montarne una per parte pieghevole. Elementi meccanici microscopici si occupano poi di allineare le due parti quando il dispositivo è chiuso. FONTE
  2. Sporgenza variabile: il modulo fotocamera è più spesso di una delle due metà ma “scorre” nello chassis grazie a un sistema di molle e cerniere. Premendo su uno dei due lati è possibile cambiare il lato verso cui la fotocamera sporge. FONTE
  3. Sporgenza nascosta: il modulo fotocamera è più spesso di una delle due metà, ma sporge verso l’interno. Quando viene chiuso, una rientranza nell’altra metà garantisce una chiusura perfetta. FONTE

Vedi anche: Ancora un nuovo brevetto Microsoft sul dispositivo “Mobile” pieghevole!

via via

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. GiobyOne ha detto:

    Io vedrei bene con, su un lato lo schermo touch classico (uso telefonico), che si spegne nel momento in cui lo e lo apre e si passa allo schermo interno di doppie dimensioni (uso tablet). Questo sarebbe il 2-1 smartphone/tablet cone il surface e’ il 2-1 notebook/tablet. Se lo devo aprire tutte le volte sinceramente ne vedo poco l’aspetto pratico.

  2. Luca Serri ha detto:

    Questa è solo un’immagine di esempio per il brevetto, non un modello del device che lo userà (sempre se arriverà davvero). C’è comunque una bella differenza con il DS, proprio a livello concettuale prima ancora dell’aspetto estetico.

  3. Gianni ha detto:

    …continuassero a fare i disegnini…

  4. Teo ha detto:

    Sarà un mini pc portatile con il quale si potranno inviare mail e usare le app microsoft. Però la batteria quanto durera’? Forse dovrebbero prima imparare dalla concorrenza a far durate la batteria cuore dei dispositivi mobile

  5. Qubit ❌Not ᵛᵉʳᶦᶠᶦᵉᵈ ha detto:

    Intanto su mspu si ipotizza che il prossimo servizio a essere dismesso sia Cortana

    • ILCONDOTTIERO ha detto:

      Potrebbe essere per colpa sua troppi tradimenti e tresche sono state scoperte . Non ti dico la gente cosa dice quando dico la parola Cortana meglio non dire XD . Magari alla fine Microsoft offrirà la piattaforma in appoggio come accordi commerciali facendo così si utilizzeranno i suoi servizi e la gente alla fine nemmeno lo saprebbe vedi Spotify . Forse siamo noi che certi meccanismi non li capiamo . Alla fine ci scandalizziamo magari senza conoscere a fondo i dettagli veri e propri . Non penso che in Microsoft ci siano autolesionisti , faranno il discorso dell’ago della bilancia usi e appoggi tutto quello che genera profitti e ti fa guadagnare . Io ad esempio vendo sistemi di sicurezza di base di appoggio Microsoft eppure non vi è nessuna app ma solo della controparte e questa azienda è la prima al mondo . Forse certi meccanismi sono poco chiari perché io stesso non li capisco , forse sono questioni tecniche a noi poco conosciute .

    • Miki_73 ha detto:

      La cosa inquietante è che finchè si parla di dismettere app sullo smartphone siamo abituati visto che WindowsPhone ormai è in agonia pronto alla morte. Ma ora che si inizia a parlare di chiudere Cortana, che doveva essere una delle feature importanti dell’ecosistema Windows10 inizia a traballare veramente tutto il castello. l’OS desktop di Microsoft che doveva essere “definitivo” sta perdendo un pezzo alla volta e non vorrei che tra cinque anni faccia la fine di Windows Phone

  6. MatitaNera ha detto:

    Mi pare che ci siano troppi meccanismi…

    • ricky1973 ha detto:

      tanto lo prenderanno in 3: Nutella (che lo sbriciolerà a suona di martellate, sghignazzando, durante una delle sue presentazioni su quanto sia figo Ms on android), Belfiore (che lo acquisterà per regalarlo a Dona Sarkar – che lo userà sotto la gamba di un tavolo traballante) e Yepp.

  7. Alemar78 ha detto:

    E l’Android…ZTE Axon M? Ma Microsoft non ha anche il brevetto del doppio display?

    • Luca Serri ha detto:

      Che io sappia, Microsoft non ha i brevetti su qualsiasi device con display pieghevole ma solo su determinate caratteristiche. Ma comunque nulla vieta di realizzare ugualmente un device che fa uso di roba brevettata, pagando le dovute royalties. MS guadagna già tantissimo da tutti i produttori Android grazie ai brevetti che detiene, ricordo stime di centinaia di milioni di dollari di guadagno complessivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *