• 8 commenti

Surface Pro, Laptop o Book, quale scegliere?

Con l’introduzione del nuovo Surface Laptop e con l’aggiornamento del nuovo Surface Pro nella line-up della gamma Surface abbiamo ora ben 3 prodotti differenti che Microsoft propone per il mercato “mobile and portable”: Surface Pro, Surface Laptop e Surface Book.

In alcuni casi le differenze tra i dispositivi sono marginali se non nulle, in altri casi invece ben evidenti. Ma in base a cosa un utente dovrebbe scegliere un prodotto piuttosto che un altro senza il rischio di incorrere in un acquisto sbagliato? I diversi form factor dei 3 prodotti in oggetto ci vengono in aiuto e dovrebbero guidare nella scelta del dispositivo giusto in base alle esigenze di ciascuno.

Surface Pro è chiaramente il prodotto più vicino al concetto di tablet ed è indicato per quell’utenza che cerca anzitutto un form factor tablet, seppur non di piccole dimensioni, ed è caratterizzato dal peso largamente più contenuto del trio Surface (sotto gli 800 gr. senza tastiera) e dalle dimensioni più contenute.

La versatilità e l’adattabilità in vari contesti sono i suoi punti di forza grazie al suo formato mentre il comparto autonomia, vero tallone d’Achille delle edizioni precedenti, con quest’ultima versione si avvicina non di poco ai valori tipici dei 2 fratelli laptop. La stessa struttura con kickstand posteriore risulta comoda per la scrittura e il disegno in abbinata con la nuova Surface Pen, ora opzionale.

Al contrario il nuovo convertibile perde rispetto agli altri prodotti della linea Surface nell’utilizzo come laptop classico e tradizionale dove, nonostante la presenza della nuova Type Cover con tasti ad isola e touchpad ingrandito, non fornisce comunque lo stesso feedback delle tastiere fisiche presenti nei 2 prodotti concorrenti. Le nuove Type Cover in Alcantara rappresentano comunque allo stato attuale le migliori tastiere staccabili sul mercato quanto a comfort e design ma data la loro natura sottile e leggera hanno comunque una struttura più cedevole rispetto alle tastiere integrate nel Laptop e nel Book.

Per quanto riguarda le connessioni a bordo troviamo una classica USB 3.0 contro le due di Surface Book, una minidisplay port e uno slot MicroSD assente invece nel Surface Laptop.

Surface Laptop al contrario rappresenta se vogliamo un concetto opposto a quello di Surface Pro. Tralasciando la questione del sistema operativo con cui viene proposto, Windows 10 S peraltro aggiornabile all’edizione Pro fino a fine anno, il nuovo prodotto di Microsoft è rivolto a quegli utenti che non cercano soluzioni tablet o convertibili ma fanno un utilizzo classico del notebook.

In questo caso chiaramente manca l’aspetto “convertibile” sia rispetto a Surface Pro sia rispetto a Surface Book, in ogni caso il nuovo Laptop di Redmond vince chiaramente nell’utilizzo tradizionale come portatile classico offrendo una tastiera confortevole e solida nella digitazione, esaltata dal rivestimento in Alcantara, e un ampio display ben bilanciato rispetto alla base.

Ideale per un utilizzo Office, Internet, posta e simili, il nuovo Surface Laptop batte Surface Pro in autonomia dichiarata, 14,5 ore contro le 13,5 del 2 in 1, risulta più leggero di Surface Book ma decisamente più pesante di Surface Pro con 1,220 Kg contro 786 gr.

Ancora, Surface Laptop appare meno adatto rispetto agli altri prodotti della famiglia Surface nell’utilizzo del Touch e della penna proprio a causa della sua struttura tradizionale con display aperto frontale non staccabile.

A metà come concetto tra Surface Pro e Surface Laptop si colloca Surface Book, laptop classico con la possibilità di diventare un convertibile, seppur con dimensioni importanti.

Surface Book risulta il prodotto più performante dal punto di vista grafico potendo vantare a bordo chip grafici NVidia Ge-Force fino alla GTX 965M per l’edizione Performance Base, caratteristica questa del tutto assente su Surface Pro e su Surface Laptop che invece adottano esclusivamente soluzioni Intel integrate.

Rivolto ad un’utenza più esigente che utilizza pacchetti Software più pesanti, Surface Book offre in modalità laptop classica un comfort di digitazione migliore rispetto a Surface Pro con un’esperienza di utilizzo abbastanza analoga a quella di Surface Laptop. Anche l’autonomia è dalla sua parte offrendo fino a 16 ore di utilizzo in modalità notebook mentre il display da 13,5’’ vanta la risoluzione maggiore dei tre prodotti, 3000 X 2000 pixel contro i 2736 X 1824 pixel del 12,3’’ di Surface Pro e i 2256 X 1504 del 13,5’’ del Laptop.

Surface Book è anche più generoso per quanto riguarda le interfacce con 2 porte USB 3.0 e un Card Reader.

Le note dolenti invece derivano dal peso di 1,516 kg contro i 1,220 kg del Laptop e i 786 gr del Pro e dal prezzo più alto rispetto agli altri prodotti della gamma Surface.

Rispetto a Surface Laptop il Book può vantare un utilizzo anche in modalità tablet e modalità disegno, seppur la sua vocazione principale rimane quella di laptop classico con un utilizzo occasionale come tablet; non a caso come convertibile risulta più scomodo a confronto di Surface Pro sia per il peso che per l’autonomia che arriva a stento alle 3 ore quando il display è staccato dalla base.

Sintetizzando i concetti fin qui espressi potremmo riassumere il tutto dicendo che se cerco un tablet che possa fare da laptop scelgo Surface Pro, se cerco un laptop che occasionalmente sia tablet scelgo Surface Book, se invece cerco un buon laptop classico opto per Surface Laptop.

Volutamente non sono state considerati gli aspetti più prettamente tecnici relativi a processori, memorie e hard disk offrendo tutti e tre i prodotti configurazioni abbastanza sovrapponibili ad eccezione del reparto grafico più spinto nelle versioni performanti di Surface Book.

Surface Studio non è stato chiamato in causa in quanto in questa occasione si trattava di confrontare prodotti in qualche modo portatili.

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Elia ha detto:

    Assolutamente Surface Pro!

  2. Miki_73 ha detto:

    Possiedo il SurfacePro ed é una macchinina eccezionale, personalmente mi affascina molto il Surface Book anche se gli manca la possibilità di essere ricaricato in modalità tablet. Sarebbe bello poterselo portare dietro l’intera giornata e nel caso poterci collegare l’alimentazione anche senza aver dietro tutto il blocco tastiera.

  3. Carmelo ha detto:

    per l’uso che faccio visto che non ho bisogno del massimo della mobilità, mi va bene il book anche se per quanto costa non lo comprerei, piuttosto va benissimo un asus zenbook 15 e con prezzi molto più contenuti.
    https://www.asus.com/it/Laptops/ASUS-ZenBook-UX530UX/

  4. fr16_reda ha detto:

    Surface book! Ogni volta che lo vedo me ne innamoro sempre di più! Peccato che non ci sia la versione italiana, ma vabbè, attendo il Sb2 per sostituire il mio MacBook Pro 2015. Windows 10 gira già benissimo sui miei pc prodotti da Oem, col Surface book l’esperienza d’uso dovrà essere stupenda.

  5. Hankel ha detto:

    Probabilmente il più riuscito tra i tre è il Pro…
    Il laptop ha concorrenti che per certi aspetti soni più completi

  6. Nick ha detto:

    Son indeciso fra il PRO e il BOOK… il LAPTOP…naaaaaaaaa carino quanto vuoi…ma gli altri son meglio

  7. Teo ha detto:

    Meglio aspettare e far uscire fuori tutti i problemi e difetti. Poi i prezzi sono troppo alti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *