• 53 commenti

Android nel mirino anche nel terzo trimestre 2017 | malware

Con 810.965 nuovi malware per Android registrati nei tre mesi estivi (Giugno/Settembre 2017) e un aumento del 17% rispetto a quanto rilevato nel secondo tririmestre, i rischi per gli utenti del noto sistema operativo mobile non accennano a diminuire e rappresentano una minaccia particolarmente accentuata in Italia dove circa il 66% degli utenti di smartphone usa Android (fonte: Statcounter), ma solo un utente su tre dispone di un sistema operativo aggiornato.

Rilevato un nuovo malware per Android ogni 9 secondi

Da Gennaio a Settembre gli analisti G DATA hanno identificato un totale di 2.258.387 nuovi ceppi di malware per Android, di cui 810.965 solo nel trimestre estivo, con una media di 8.815 nuovi rilevamenti al giorno, circa uno ogni nove secondi.

Gli attuali incidenti di sicurezza richiedono un ripensamento da parte dei produttori

Gli attacchi informatici come KRACK, Blueborne e Gooligan o trojan come Xafecopy continuano a fare notizia. Google solitamente reagisce velocemente e pubblica aggiornamenti di sicurezza, tuttavia questi sono frequentemente implementati solo sui suoi stessi dispositivi. In base alle più recenti statistiche di Google, su scala globale solo il 18% degli utenti Android beneficia della versione 7.0 del sistema operativo, che ha già un anno – ancor meno utenti dispongono già della versione successiva. Le falle di sicurezza sono e restano semplicemente aperte. Per molti dispositivi qualsiasi aggiornamento deve essere adattato al sistema operativo modificato del produttore di device mobili. Non è sempre chiaro se l’aggiornamento per un particolare dispositivo sarà mai disponibile.

I dispositivi mobili sono una parte indispensabile della routine digitale, sono compagni sempre presenti e sono utilizzati con crescente frequenza per lo shopping, per le transazioni bancarie oltre che per le attività professionali. Sarebbe opportuno quindi prendere precauzioni, con l’auspicio che i produttori comprendano in via definitiva l’importanza di fornire aggiornamenti o che un’adeguata legislazione imponga ai produttori l’aggiornamento tempestivo del proprio OS come vincolo per la commercializzazione del dispositivo.

Facciamo chiarezza

Indubbiamente gli utenti di tablet e smartphone Android ad oggi percepiscono poco quanto i propri dati (contatti / foto), la navigazione (phishing, infezioni drive-by, dirottamento delle sessioni) e le proprie transazioni bancarie o gli acquisti compiuti tramite device mobili siano a rischio. E’ tuttavia un dato di fatto che la situazione sia ben più allarmante di quanto a volte ipotizzato da alcuni quotidiani o testate generaliste e, di recente, da Altroconsumo, che in un recente articolo (copertina novembre 2017) sminuisce purtroppo l’oggettiva vulnerabilità di Android infondendo nei lettori un’imprudenza ingiustificata nei confronti di un livello di rischio tanto più serio quanto più obsoleto il sistema operativo utilizzato. Ricordiamo che in Italia solo poco più del 30% degli utenti di smartphone e tablet Android si avvale di Nougat (Fonte: Statcounter).

L’articolo di Altroconsumo conclude peraltro che l’allarmismo sull’attuale diffusione dei malware sia generato dai vendor per avvantaggiarsene e che, senza purtroppo illustrare minimamente come siano stati condotti i test, le soluzioni dei più noti produttori comunque non sarebbero in grado di proteggere gli utenti. Ciò, nonostante organizzazioni indipendenti di fama mondiale, come AV-Test, verifichino e certifichino ininterrottamente la capacità di numerosissime applicazioni di prevenire e/o bloccare anche le minacce più complesse.

Comunicato stampa!

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Luca ha detto:

    Mamma mia che disastro, e non venissero a dirmi i più fanatici che il problema è l’utente che non sta attento, che il problema sono i produttori o che non c’è pericolo ad usare le app delle banche su quel sistema… A conti fatti, se per stare “sicuri” bisogna stare sempre al passo con gli aggiornamenti, se non drammatica da subito la situazione lo diverrebbe nel giro di poco tempo…
    A quest’ora sarà infettato anche l’emulatore Android che ho sul pc -.-

    • ilmondobrucia ha detto:

      Su pc windows è pieno di virus non usare nulla. Usa solo linux disconnesso da internet.

      “non venissero a dirmi i più fanatici che il problema è l’utente che non sta attento,”
      Infatti il problema è proprio quello il problema principale. anche su wp10 c’erano questi problemi

      La mia ragazza usa app poste e i soldi sono sempre li.
      Anche perché per entrare in certe app dove c’è un minimo di sicurezza, l’applicazione invia un messaggio numerico sul proprio numero da inserire per entrare

      • Luca ha detto:

        Ma de che stai a parlà, e daje! “anche su wp10 c’erano questi problemi”… Con che coraggio, veramente…

        • ilmondobrucia ha detto:

          “Fake “Tweetium” beta on the Windows 10 Mobile app store stealing users passwords”

          2016
          “Microsoft non sembrerebbe navigare in ottime acque con le vendite degli smartphone Lumia. Nell’ultimo trimestre 2015, infatti, i dati di
          vendita registrati sono crollati quasi del 60%. Ma non è tutto: lo store Windows 10 Mobile sembra essere pieno di app fake.
          Facendo alcune ricerche, sullo store Windows 10 Mobile è possibile imbattersi in tantissime applicazioni fasulle”

          Potrei continuare

          • Luca ha detto:

            Si, proprio questi problemi… Tu si che mi hai dimostrato come escano malware ogni 9 secondi… E invece mi vieni a parlare di app fake, vale a dire un’app con un nome atto a spacciarsi per un’altra… Tra l’altro come se su android questo problema non esistesse! Vediamola così… Lo schifo che sta su Windows sta pure su android, ed in più c’è anche questo problema.
            Se devi continuare così, ti prego non farlo :-|

          • ilmondobrucia ha detto:

            Ogni sistema operativo a le sue falle e problemi.

            Logico che un sistema operativo che non si fila nessuno chi perde tempo a creare ogni giorno virus e altro.
            Qundi te avrai linux, le email sono pericolessissime dovrebbero abolirle, piene di messaggi finti che riportano a siti e rubano dati. Non usarle.

            Come ogni cosa bisogna saperla usare non esiste una gabbia dorata per il momento su androd, come non esiste su pc windows.

    • cipo ha detto:

      Troppa frammentazione nelle versioni, situazione aggravata da terminali “Brandizzati” e abbandonati.!

  2. M620Vod ha detto:

    E così le pecore inconsapevoli pascolavano beate nei verdi prati!
    Pascolate! Pascolate!
    Ahahahahahahahaha!!!! Ahahahahahahahaha!!!!

  3. Gino G ha detto:

    Questi report mi preoccupano tanto quanto quelli che si fanno circa Windows desktop: meno di zero.

    • ILCONDOTTIERO ha detto:

      I tuo intervento fuori luogo ha una utilità pari a zero. Sono due ecosistemi differenti e poi a dirla tutta prima di parlare degli altri meglio guardare dentro casa tua .

      • Gino G ha detto:

        Mi piace molto il tuo commento: siamo su un blog “prima community italiana su Windows 10”, su un articolo che parla di Android.
        Ecosistemi? Qui si parla di singolo sistema operativo, Android / Windows 10 Desktop, l’ecosistema non c’entra niente.

        Non mi preoccupo sul mio PC e non mi preoccupo sul mio telefono: guardo dentro casa mia e vedo che c’è un navigatore attento. Simple as that.

    • 000 ha detto:

      Beh sai com’è, le vulnerabilità per android sono maggiori di quelle per windows… Dovresti preoccupartene almeno 0,5!

  4. marco renna ha detto:

    In effetti i virus sono tantissimi però bisogna anche capire cosa ci fa uno col telefono,esempio: Siam Invasi dai social il 99% della gente spamma su internet la propria vita privata accessibile a tutti e tutti possono Scaricare la vostre foto. a mio avviso questo fenomeno é peggio di un virus, poi ci sono quelli che mettono i loro dati ovunque, quindi é vero che la trappola é li ma bisogna essere pure fessi a cascarci, sopratutto dopo che te lo hanno pure detto,troppi bambini con Smartphone,troppa poca capacità Di capire cosa fare e non fare e troppa dipendenza.

    • 000 ha detto:

      Il punto è che queste aziende ci mostrano quanto è bello vivere in un mondo SMART(furbo), ma la realtà è che dobbiamo vivere in un mondo CLEVER(intelligente)!… Chiedetevi perché tutto ciò che ruota attorno a google/android è smart, bello e gratis…

  5. ILCONDOTTIERO ha detto:

    Ho le app della banca sui lumia , sperando che nn la rimuovono , ho mp3 e video li gestisco da lì . Tanto con lo 0% mondiale non corro alcun rischio . Si Android ho solo app ufficiali di Google e Facebook , uso Microsoft Outlook ,Onedrive e un paio di app dedicate da fonti certe . Il resto giochi etc. Non ne faccio uso per tutto il resto uso il PC .
    Comunque nulla di nuovo , ma solo conferme dato che una cosa più si espande più viene presa di mira come è sempre stato , ma non pensavo a queste cifre.

    • M620Vod ha detto:

      Tra poco lo 0% mondiale si trasformerà in una percentuale molto alta, dato che Windows 10 girerà su ogni tipo di dispositivo.

      • MatitaNera ha detto:

        Molto alta ? io azzarderei un 100%

      • ilmondobrucia ha detto:

        Per quanto mi possa piacere. Ma l’utilità per la massa che w10 giri su smartphone da 5/6 pollici e utilizzare file exe, che molti non sono capaci a usare il pc….

        • corrado06 ha detto:

          Voto positivo, hai ragione al 300 % . Quei molti sono molto di piú. E ringrazio che ci siano e che crescano in maniera esponenziale. Incassi garantiti.

      • Freerider ha detto:

        Finchè non troveranno il modo di allineare il Windows store a quello dei concorrenti nessun nuovo device al di sotto dei 10 pollici potrà avere successo. Per quanto io sono il primo “tifoso” di un Surface phone con WoA, cshell e continuum per i win32, finchè non troveranno il modo di portare TUTTE le app mobile su Windows, anche un futuro Smartphone “rivoluzionario” purtroppo fallirà miseramente.

      • black_dns ha detto:

        E cosa ci fai con Windows che gira su ogni dispositivo? Prendi Windows e lo piazzi su un cellulare. E poi?

        • Davide ha detto:

          Tutto quello che puoi fare con un computer a portata di man: Scaricare musica illegale, film illegali, giochi e programmi craccati! :)

  6. Freerider ha detto:

    Ottime le considerazioni finali, peccato solo che queste notizie rimangono all’interno dei pochi blog “windowscentrici” rimasti. Come detto, oltre ad altro consumo, molti blog minimizzano il problema e quindi ci sono troppe persone sono ancora convinte che i virus su android non esistono (per fanatismo o per ign0ranza). Vedendo i numeri, sapendo quant’è facile installare app provenienti dall’amico dell’amico probabilmente infette, e sapendo quante falle ci sono aperte nelle versione abbandonate dell’OS, per me di Smartphone infetti che “non sanno di esserlo” ce ne saranno in giro davvero tanti. Che li usino per creare zombie o per click automatici è il minore dei mali, ma ora mai quasi tutto passa da sti “aggeggi” le foto e i contatti non mi preoccupano, ma fare operazioni “delicate” con la probabilità di avere uno Smartphone infetto non deve essere molto bello. Ok, io sono fobico, non ho collegato alcuna carta di credito e le operazioni bancarie le faccio solo su PC con mille passaggi di sicurezza, però che quell’OS sta diventando sempre più rischioso è, appunto, un dato di fatto.

  7. Nicolò S. ha detto:

    DI0 CAN3!

  8. Nicolò S. ha detto:

    DI0 CAN3!!

  9. Nicolò S. ha detto:

    DI0 CAN3!

  10. Nicolò S. ha detto:

    DI0 CAN3!!

  11. Nicolò S. ha detto:

    DI0 CAN3!

  12. Nicolò S. ha detto:

    DI0 CAN3!!

  13. Nicolò S. ha detto:

    DI0 CAN3!

  14. Nicolò S. ha detto:

    DI0 CAN3!!

  15. Nicolò S. ha detto:

    DI0 CAN3!

  16. Nicolò S. ha detto:

    DI0 CAN3!!

  17. Nicolò S. ha detto:

    DI0 CAN3!

  18. Nicolò S. ha detto:

    DI0 CAN3!!

  19. Nicolò S. ha detto:

    DI0 CAN3!

  20. Nicolò S. ha detto:

    DI0 CAN3!!

  21. Nicolò S. ha detto:

    DI0 CAN3!

  22. Nicolò S. ha detto:

    DI0 CAN3!!

  23. Nicolò S. ha detto:

    DI0 CAN3!

  24. Nicolò S. ha detto:

    DI0 CAN3!!

  25. Nicolò S. ha detto:

    DI0 CAN3!

  26. Nicolò S. ha detto:

    DI0 CAN3!!

  27. Nicolò S. ha detto:

    DI0 CAN3!

  28. ILCONDOTTIERO ha detto:

    Si ma sarai coperto soltanto 9 secondi perché ne arriverà uno nuovo più aggressivo ;) .

  29. marco renna ha detto:

    Comunque bisogna tenere in considerazione una cosa piuttosto semplice da capire, facendo un banale esempio: In uno stato dove vivono un miliardo di persone il tasso di omicidi sarà sicuramente maggiore che in in uno stato da 100 persone.riassumendo in uno store dove ci sono 1 miliardo di app ci saranno sicuramente piu virus di uno store che ne ha 4 in croce,quindi non che cé troppo da esultare se win é esente da virus…perché é sempre segno di fallimento, e non parlo della versione desktop se non hai un buon antivirus ti ritrovi win 10 impestato uguale…

    • ilmondobrucia ha detto:

      Il tuo è un ragionamento sensato è quello che dico anche io. Cmq anche su wp c’erano problemi di fake app e sicurezza, poi con il tempo anche i delinquenti si sono stufati.

    • Gino G ha detto:

      Una cosa è parlare di numeri assoluti, un’altra di numeri relativi.
      Il tasso… siamo nell’ambito dei relativi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *