• 83 commenti

Secondo alcuni partner hardware, Microsoft potrebbe chiudere il settore “Surface” entro il 2019 | AGG. x1

Alcuni partner Microsoft, durante il Canalys Channels Forum di Venezia, hanno dichiarato come Microsoft probabilmente chiuderà il proprio settore Surface entro il 2019 a causa delle perdite economiche in questo settore.

Steve Brazier, amministratore delegato di Canalys, ha dichiarato che il CEO di Microsoft Satya Nadella uscirà dalla linea di prodotti hardware perchè è un “software guy, a cloud guy”, aggiungendo che non ha senso per Microsoft rimanere in questo business in quanto non stanno facendo soldi.

Della stessa idea Gianfranco Lanci, presidente aziendale e chief operating officer di Lenovo, che dichiara come Microsoft potrebbe staccare la spina al proprio settore hardware PC prima del 2019, aggiungendo che il colosso di Redmond riesce a fare moltissimi soldi con il Cloud, Windows e Office, sarebbe difficile capire il perché dovrebbe continuare a perdere soldi in questo settore.

Da segnalare come in merito a queste dichiarazioni un portavoce Microsoft ha dichiarato:

La linea di prodotti Surface continua a guidare la crescita della categoria e a ridefinire il modo in cui le persone creano, apprendono e lavorano. Continueremo ad innovare e a creare dispositivi che offrono agli utenti esperienze nuove e impegnative.

Che sia quindi più una speranza dei partner hardware che vendono in Microsoft anche un competitor nella fascia alta del mercato?

Aggiornamento x1

Panos Panay di Microsoft, durante un’intervista a Business Insider, ha voluto smentire in qualche modo le dichiarazioni dei partner specificando che sono “lontani dalla realtà” in quanto i dispositivi Surface nascono per portare nuove categorie di prodotti e miglioramenti in modo che anche altri costruttori possano sfruttare e far crescere l’ecosistema Windows.

via via

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. ernestinthesixties ha detto:

    ah annamo bbene…

  2. #ludwig ha detto:

    Mi chiedo come un’azienda di questo rilievo possa pensare di tirare avanti solo col cloud.
    Auguri.

  3. GiobyOne ha detto:

    Potrebbe “vendere” la linea surface ad altra azienda, che manterrebbe il nome. Un po’ come “thinkpad” passati da IBM a Lenovo. Poi vende Xbox a Sony, poi vende gli HoloLens a Carl Zeiss, poi vende windows a Amazon e zack, sai quanti billion si beccano.

  4. steek ha detto:

    Per chiudere le.perdite tra poco chiuderanno MS.

  5. Raiden ha detto:

    Io mi fido di ciò che ci dice Yepp

  6. Claudio Bertoni ha detto:

    Non mi risulta che Lenovo, gigante tecnologico nell’hardware, stia facendo molti soldi con i propri telefoni….. invidia, forse? Comunque Microsoft non nasce come produttore di hardware, Apple si, da sempre. Non ci si reinventa da un giorno all’altro…. ci fosse poi un guadagno….

    • MatitaNera ha detto:

      non c’entra nulla ma… ottimo telefono il Lenovo, io ho un K6

      • Claudio Bertoni ha detto:

        Infatti. La qualità del prodotto non provoca automaticamente profitto. Ci sono ottimi prodotti che vendono poco.

    • Aerofagia ha detto:

      bisognerà cominciare prima o poi, e anche dare il tempo alle cose di ingranare senza dismetterle subito. Il giorno che Google se ne esce con un sistema ed una suite di produttività desktop cosa potrebbe succedere ?

  7. Gianni ha detto:

    Quando iniziano a circolare queste voci…la strada è spianata. Quindi…cari “colleghi” che usate Surface..preparatevi ad uno switch-over come noi “Lumiisti” stiamo facendo da mesi :-)
    Ha senso, Microsoft è una software-house e fanno soldi a palate con il software e gli applicativi, oggi ancor di più con Azure/Cloud…perché rompersi le ossa sull’hardware… Ad ciascuno in proprio mestiere.

    • bruno ha detto:

      Si é spianata per le cazzate.
      Ahahahhahah

    • Umberto ha detto:

      Spiegami perché dovrebbero fare switch, mica smettono di sviluppare Windows.

      Collegate il cervello prima di sparare caxxate.

      • bruno ha detto:

        Sopratutto dovrebbero chiudere un reparto che fa soldi a palate.
        Qui e in altri blog/siti sono tutti dei geni della finanza.

        • Cosmocronos ha detto:

          E il dato che la divisione Surface ” fa soldi a palate” si estrapola da dove? Sicuramente non dalle trimestrali di MS…

      • Gianni ha detto:

        Se non produrranno/supporteranno più Lumia e Surface per quanto potrai andare avanti con quell’hardware ? In quale parte del discorso non avrei collegato il cervello?
        Spesso in questo forum non c’e’ rispetto del pensiero altrui.

        • Umberto ha detto:

          Aspetta aspetta, qua parliamo solo di Surface e non cercare d deviare il discorso sui Lumia.
          Per rispondere alla tua domanda ti dico: uso un pc fisso che ha circa 10 anni, gira per casa un portatile che ne ha pochi meno e fa il suo lavoro…
          Cosa ti fa pensare che lo stop alla produzione di un hardware possa in qualche modo ripercuotersi sull’utilizzo? Il software, Windows, mica smette di funzionare.

          Poi mi chiedi dove non hai collegato?

          • Gianni ha detto:

            Dico che se si scassa l’ “hardware” e non potrai ripararlo perché end-of-life/fuori produzione potrai continuare ad usare Windows 10 e tutto l’ecosistema Windows ma su altro hardware, non su Surface hardware. Abbiamo già sperimentato a fine anni ’90 quando IBM abbandonò il settore hardware per dedicarsi a software e servizi. Discorso diverso per Lumia/WM10, qui sta abbandondando hardware e sviluppo software, ramo mobile. Surface è “ibrido” in quanto potrebbe essere considerato anche dispositivo mobile (display touch e estraibile dalla tastiera) e molti pensavano (pensano) che quella poteva essere la direzione che stava prendendo MS…
            Poi..io ho sia Lumia che Surface, come ho anche un Blackberry 10 (per alcune app aziendali) e un Blackberry Priv (Android) quindi lo “switch” non sarà così sofferto..

            Spero d’aver chiarito.

          • Umberto ha detto:

            In realtà l’hardware dei Surface è già non riparabile adesso vista la quantità di colla e parti saldate che ci sono all’interno (infatti molti dei prodotti mandati in assistenza vengono direttamente sostituiti): purtroppo per avere un dispositivo del genere quello è il prezzo da pagare.

            Ma al netto di rotture hardware, il fatto che esca ipoteticamente di produzione non comporta la fine della vita del prodotto.

          • massimo ha detto:

            Anche perché poi alla fine è un “mini” pc col touch…

  8. ricky1973 ha detto:

    visto l’andazzo, chiuderanno la divisione subito dopo aver fatto uscire il mitologico surfacephone

  9. stefanopgr ha detto:

    Quindi bisogna prenderli prima che ne cessino la produzione, oppure rinunci al 2 in 1

  10. cipo ha detto:

    Non sono mai riuscito a vedere un Surface Studio dal vivo.. neppure a casa Microsoft a Milano qualche mesa fa..
    Il Dial ufficialmente non è venduto in Italia e ancora poco supportato..
    I Surface sono relegati in un angolino affogati tra mille altri tablet nei grandi magazzini, menre per Apple e Samsung ci sono postazioni grandi dedicate… Sono prodotti bellissimi ma quelli di MS si dovrebbero dare più da fare nel vendere/proporre secondo me..

  11. Giuseppe Carboni ha detto:

    Nadella va*******o!

    • Luca Serri ha detto:

      È una previsione fatta da altri, quindi come tutte le altre lascia il tempo che trova. Nadella non ha detto né fatto nulla.

  12. bruno ha detto:

    Gli stessi analisti che dicevano i surface non avranno successo.
    Cavolo se gli credo.
    Ci metto il surface sul fuoco.
    Ahahahhahah
    Tutti contro Microsoft.
    Oramai va di moda.

  13. Umberto ha detto:

    Microsoft ha più volte dichiarato che la linea Surface nasce dalla sua volontà di definire delle linee guida e degli esempi di hardware a cui poi i vari OEM possono ispirarsi per percorrere nuove strade.
    Vedi Surface che è praticamente stato il precursore dei 2 in 1 di una certa qualità e livello… chiaro che il loro obiettivo non è fare grandi numeri altrimenti andrebbero a fare concorrenza proprio a quei partner che fanno hardware con Windows da anni ed anni.

    Poi forse questi geniacci si dimenticano che la divisione Xbox opera in perdita da diverso tempo (non so negli ultimi anni, ma fino a prima del lancio della One era così)

  14. crowley ha detto:

    Questa e’ la più grande Bufala mai letta!

  15. Francesco ha detto:

    Comunicato MS: “Non abbiamo abbandonato il settore surface, fidatevi” o starebbe bene anche un “Utenti surface, state sereni”. IBM ha completamente abbandonato il settore hardware da un pezzo, e mi pare siano in salute. Secondo me però lo stesso non potrà dirsi in futuro per MS

  16. Francesco ha detto:

    Mi aspetto che per evitare problemi Nadella chiuda anche la divisione windows e d’ora in poi si campa solo di diritti sui brevetti. Che innovatore sto Nadella…

    • Antosaa ha detto:

      Esatto proseguendo con questa “logica” Nadelliana il prossimo passo è quello… anche perché i pc da anni oramai vendono meno che senso ha investire in Windows non porta profitti… Nadella!?! ma va va…

  17. Qubit ❌Not ᵛᵉʳᶦᶠᶦᵉᵈ ha detto:

    Le scelte di nadella stanno proiettando Microsoft fuori dal settore consumer, oramai Microsoft è fuori da tutti i servizi agli utenti…

  18. radios ha detto:

    Ma. Voi tutti credete a queste stronz….!??!
    Ma. X favore….

  19. marco renna ha detto:

    Almeno ora sappiamo cosa NON comprare

  20. bruno ha detto:

    Secondo gli esperti se mio nonno aveva 3 palle era un flipper.
    Se diamo retta agli esperti/partener ora Microsoft ne farebbe uscire ottordici fi surfacephone

  21. Fabio b ha detto:

    Per quanto di parte, il ragionamento ha un suo perchè. Mantenere la linea di device costa un sacco di soldi, soldi che sono malapena ripagati dalle vendite. Il calo dell’anno scorso è stato importante. Certo nessuno nega che la linea Surface sia costituita da prodotti allo stato dell’arte. Tuttavia la cosa ha un costo. MS è prima di tutto e sopratutto una software house. Tutti i suoi asset vanno a gonfie vele, come mai prima. E’ giusto che continui ad investire li. Surface ha aperto la via e gli oem si sono adeguati davvero bene. Ora l’offerta esiste ed è interessante da tutti i punti di vista. MS non serve più. Aspettiamo la prossima invenzione…

  22. moichain ha detto:

    ma i surface non erano in attivo?

  23. Francesco ha detto:

    Non sapevo (ma infondo io non seguo il settore finanza), dovrebbe essere un monito per il Nadella

  24. cipo ha detto:

    Bella però la linea Surface….

  25. Qubit ❌Not ᵛᵉʳᶦᶠᶦᵉᵈ ha detto:

    I servizi non sono software, la presenza del backend è ovvia. La cosa più utilizzata dagli utenti è il browser che richiede un account che a sua volta ti spinge a utilizzare i servizi ad esso collegati. Beh sulla piattaforma Windows il browser più utilizzato è chrome, il motore di ricerca più utilizzato è Google e questo si riflette sui servizi che scelgono gli utenti fuori di casa come gdrive maggiore di OneDrive, Gmail ha superato da tempo MS, Skype anche lui da quando era sempre aperto oggi lo uso raramente. Ovviamente Per quanto riguarda le aziende, esse non sono consumer… in ogni altro servizio consumer dove non c’È google (es. Xbox) c’è altro a primeggiare. Senza contare che su mobile (re nella creazione di servizi) é completamente dipendente e raramente di default cosa che ha fatto di MS il successo con windows

  26. Francesco ha detto:

    Darò un occhiata, grazie

  27. Umberto ha detto:

    Se va beh dai…

  28. Lolloso ha detto:

    eh ???

  29. Qubit ❌Not ᵛᵉʳᶦᶠᶦᵉᵈ ha detto:

    Microsoft é sempre stata anche provider di servizi business da sempre, oggi in piu c’é il cloud, ma Stai confondendo il vuole dal deve. Il successo dei backend microsoft é dato dall’application. Di certo com tutti sti servizi basati su unix non stará nel backend non stará nel client side… non é che gli rimane molto? Strategia? No la morte di windows che é sulla bocca di tutti non può essere una strategia ma solo una sconfitta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *