• 13 commenti

Cortana ora è in grado di controllare i dispositivi smart home (Stati Uniti)

Con l’arrivo a breve del primo speaker (l’Harman Kardon Invoke) dedicato a Cortana, Microsoft ha iniziato ad aggiungere al proprio assistente vocale Cortana il supporto ai dispositivi smart home sempre più comuni nelle case degli utenti.

Gli utenti che vivnono negli Stati Uniti hanno iniziato a visualizzare nella sezione “Appunti” di Cortana la nuova voce “Connected Home” che permette il controllo di alcuni dispositivi di domotica come le lampadine Philips Hue, la temperatura delle stanze con Nestn e altri dispositivi (Wink, Insteon, Nest, SmartThings e Hue).

Questa novità è stata aggiunta lato server su tutti i dispositivi Windows 10 (Mobile, Desktop e Tablet), al momento non ci sono comunicazioni per un eventuale estensione del servizio anche in altri paesi.

via

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. black_dns ha detto:

    Infatti non c´erano. Sono arrivati adesso, in ritardo, molto in ritardo.

  2. fabrizio viti ha detto:

    C’è qualcuno in provincia di frosinone che mi può aiutare ad installare le build 14393 nel mio 1320? Io ciò provato ma non ci riesco, anche pagando

    • yepp ha detto:

      Hai già sbloccato il telefono con vcReg + CustomPFD (cerca la guida su Google)?
      Fatto quello, devi usare InteropTools che trovi qui (leva gli spazi):
      https : / / forum . xda-developers . com/attachment . php?attachmentid=4038998&d=1486920774

      • fabrizio viti ha detto:

        Ho provato ma non c’è verso di installarli , ho messo il tel. In modalità sviluppatore ma non si installano , ho provato varie guide ma niente e ho rinunciato, a questo punto penso che microsoft abbia bloccato tutto . Se non riesco a sbloccare il tel. non si può fare niente e poi non sono proprio un grande smanettone , con la moto da cross si ma con i tel. un po meno , comunque yepp grazie per l’aiuto

    • Alex ha detto:

      Fino al 2019 esclusivamente patch di sicurezza poi si chiude baracca e burattini..piccola curiosità ti pagano o non hai una vita?

      • Raiden ha detto:

        boh a me ricorda un po’ quei cagnolini che vegliano giorno e notte sopra la tomba del proprio padrone sperando che quest’ultimo torni indietro prima o poi

  3. Alex ha detto:

    Stai a guardare se dopo feature 2 arriverà qualche aggiornamento tralasciando le patch di sicurezza poi mi dirai…

  4. ermedir ha detto:

    BREAKING NEWS (cit.): Joe Belfiore ha appena risposto su Twitter ad un utente che chiedeva se fosse il caso di abbandonare gli smartphone Windows. La sua risposta è stata che gli utenti dovrebbero abbandonare W10M (come ha fatto lui stesso), mentre le aziende no.
    Direi che ora sia abbastanza chiaro il volere di MS.
    Siamo stati ottimi beta tester

  5. Cosmocronos ha detto:

    Direi che oggi Belfiore ha chiarito il concetto…

  6. Cosmocronos ha detto:

    Io si perché. vivo negli USA, per gli altri… rimando al commento, lapidario, del Marchese del Grillo: ” Mi dispiace ma io so io e voi…”.

  7. ermedir ha detto:

    Ha detto che dipende da che utente tu sia, se sei un singolo, fare come, se sei un’azienda restare con Windows.
    Poi ha concluso con scegli cosa è meglio per te. Nessuno qua sopra è un’azienda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *