• 19 commenti

Radio Italia: L’app ufficiale sbarca sullo Store di Windows 10 | UWP

Radio Italia, la nota emittente radiofonica italiana, ha rilasciato nella giornata di oggi la propria applicazione ufficiale sullo Store di Windows 10 e Windows 10 Mobile.

Di seguito la descrizione che possiamo leggere sullo Store:

Ascolta Radio Italia, guarda Radio Italia Tv in diretta. Scopri le photogallery esclusive e leggi tutte le news di musica italiana. Con la nuova funzione “Io c’ero” immortala i momenti unici vissuti con noi. E poi i podcast, tutte le date dei concerti, la web radio e i concorsi. Porta sempre con te la migliore musica italiana

Tra le caratteristiche dell’applicazione troviamo:

  • ascoltare la diretta di Radio Italia;
  • guardare la diretta video di Radio Italia TV;
  • con la nuovissima funzione “sveglia” potrai iniziare la giornata con la nostra musica;
  • rimanere aggiornato in tempo reale su tutte le news musicali in arrivo dalla nostra redazione;
  • aprire e condividere le foto e i video dei tuoi artisti preferiti su facebook, twitter;
  • vedere foto e video dei backstage dei Radioitalialive;
  • scoprire la classifica ufficiale della radio;
  • rimanere informato su tutte le news riguardanti concerti e tournée;
  • avviare la riproduzione delle trasmissioni di Radio Italia e continuare ad ascoltarla mettendola in background;

Se siete interessati, potete scaricare l’aèè ufficiale Radio Italia dal Windows Store gratuitamente tramite il link diretto che trovate sotto.

Tasto_Download_Windows10

via

Per restare sempre aggiornato su tutte le notizie relative a Windows Phone puoi seguirci anche tramite la nostra app ufficiale , dal nostro canale Twitter e dalla nostra pagina ufficiale Facebook

  • Stefano

    Sembra fatta veramente bene 🙂

  • Rivoglio quella di Radio Deejay!!!!!

  • Alexv

    A proposito di radio, me ne consigliate una buona per ascoltare la fm senza connessione?

  • bruno

    W10m é morto avvertite radio italia.

    • steek

      e chi la ascolta??

      • bruno

        I troll come te sicuramente.
        Siete in perenne agguato.
        Non avete nulla da fare nella vostra vita di mer.a, state perennemente su un blog sito o altro genere a dare fastidio e fare battutine da bambini disabili..
        Ahahhahahhaha
        Radio italia ascolta,se ha fatto una uwp é presente.
        Quindi ascolta.

    • MatitaNera

      penso lo sappiano benissimo che è morto, come tutti gli sviluppatori, dovresti in caso, se lo ritieni, dargli la notizia immaginosa che è vivo

  • yepp

    Vedete che quando non c’è la precisa volontà di boicottare Windows, le app possono uscire…

    • Miki_73

      Sicuramente nei primi anni in cui nacque WindowsPhone ci fu un boicottaggio, nessuno potrà mai provarlo ma io sono sempre stato sicuro che la concorrenza fece in modo di “convincere” le principali softwarehouse a dimenticarsi di fare app anche per i dispositivi Windows per tarpargli le ali sul nascere, come poi infatti accadde… Oggi con meno dello 0,3 di share purtroppo non sviluppare per WindowsPhone non é piu un boicottaggio ma una scelta obbligata per ogni sviluppatore.

      • Luca Serri

        Io non credo ai complotti di questo tipo. Credo piuttosto ai “sabotaggi” alla Google, che l’ha fatto con le proprie app perché poteva (purtroppo) ma non con le altre.

        • cipo

          Io penso siano vere le due cose…
          E’ credibile che il comportamento di Google sia stato una linea guida anche per altre realtà.

        • Miki_73

          Quello indubbiamente, loro sono stati veramente dei mercenari! Comunque adesso non ricordo esattamente in quale occasione ma in quegli anni ci furono parecchie defezioni molto sospette da parte degli sviluppatori… Poi dopo un paio d’anni di sviluppo generale limitato delle app, la cosa ha preso piede in maniera autonoma perche ormai il dubbio sul nostro Os si era iniziato a diffondere.

      • yepp

        E’ una scusa che non regge, perchè se si va a vedere con cosa sono scritte le varie app che si trovano in giro sulle altre piattaforme, sono tutte fatte con framework di terze parti, che il più delle volte non usano nemmeno le caratteristiche peculiari dell’OS per cui sono scritte, sono talmente “generiche” (fatte male) che possono essere portate su tutte le piattaforme in tempo quasi nullo.
        Senza contare che esistono tools di sviluppo che permettono di scrivere 1 sola app per tutte le piattaforme, vedi l’ultimo gioiello nato in casa Microsoft: Visual Studio 2017

        • Miki_73

          Questo non fa che confermare la mia teoria “complottista”: avrebbero potuto fare app da subito per tutti e tre gli Os. Al giorno d’oggi invece non le fanno perche molti non sapranno neppure che esiste WindowsPhone:-/

          • Luca Serri

            Ma dai, ascolti pure le cavolate di yepp? Altro che “tempo quasi nullo”, di tempo per portare un’app su piattaforma differente ce ne vuole eccome.

    • l’ale

      Si ma radio Deejay, fastweb, intesa Sanpaolo, Netgear, now tv,Enel, ip cam tipo arlo o dlink, facebook che crasha in continuazione. Mi fermo qui ma almeno queste app mi servirebbero.

      • Luca Serri

        Lascia perdere, yepp è un fanatico che scrive un mucchio di cavolate.

  • Dovrebbero levare la vecchia versione per Windows 8…

  • steek

    Ma tunein radio esiste ancora??