• 3 commenti

Joe Belfiore direttore del programma Windows Phone non parla di vendite.

Il giornalista Walt Mossberg del Wall Street Journal ha avuto modo di intervistare Joe Belfiore il direttore del programma di Windows Phone 7, nell’intervista si è parlato molto di vendite, ma il Joe non ha rilasciato numeri.

Alla domanda esatta di quanti terminali Windows Phone sono stati venduti fino ad oggi, Joe Belfiore non ha risposto con numeri ma con questa frase:

“Per ora stiamo andando molto bene. Abbiamo provato a fare andare bene il debutto. Volevamo avere tutti i dispositivi sul mercato, non ci siamo riusciti, ma ora abbiamo 10 prodotti nel mondo. La nostra campagna pubblicitaria è partita”.

Risposta che non ha soddisfatto l’intervistatore, che ha subito detto, che il non parlare di numeri poteva far pensare ad un numero di vendite minimo. Joe anche a questa frase risponde con un sintetico “è troppo presto per parlarne”.
Una cosa è certa Microsoft si deve scontrare con due colossi del mobile, apple e android hanno un numero di vendite altissimo, il ritardo con cui Microsoft è entrata sul “nuovo” mercato mobile ha il risultato di rendere molto difficile l’impresa. Ovviamente Microsoft ha i mezzi per vincere questa battaglia, e una cosa è sicura, credono molto a Windows Phone 7 e faranno di tutto per migliorarlo e farlo conoscere alla gente.

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. manu87 ha detto:

    Credo le vendite di windows phone avranno una partenza stile diesel, non appena sarà conosciuto un po meglio si avranno sostanziali incrementi.

  2. Anonymous ha detto:

    E' troppo presto, la gente ancora non lo conosce, io credo che avrà un buon successo tutto sommato

  3. Fabrizio ha detto:

    E' presto soprattutto se non aggiornano velocemente e con cadenza più serrata.Un semplice copia/incolla a Gennaio è praticamente il nulla.
    Il silenzio sui dati?E' come se stessero urlando la pochezza di questi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *