• 23 commenti

Microsoft inizia a lavorare internamente alle prime build di Windows 10 Redstone 5

Come gli utenti più attenti sapranno, Microsoft ormai da tempo ha deciso di rilasciare due importanti aggiornamenti ogni anno dedicati a Windows 10, uno verso il periodo di marzo, e l’altro nel mese di settembre.

Lo sviluppo di Windows 10 Redstone 4 è ormai in fase di conclusione, per questo Microsoft ha già iniziato internamente a lavorare al prossimo grande aggiornamento conosciuto con il nome in codice Redstone 5.

In particolare stando a quanto riferito da BuildFeed, Redstone 5 sarà identificato dalla numerazione 176xx, ovviamente gli utenti Insider inizieranno a ricevere le prime versioni in anteprima a breve in modo da contribuire allo sviluppo.

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Alexandro ha detto:

    Peccato che in tutta questa storia manca la parte mobile.

    • minzi ha detto:

      la parte mobile di Ms c’è ed è da parecchio tempo su android e ios

      • Cosmocronos ha detto:

        Strategia molto rischiosa senza un OS…

        • minzi ha detto:

          vero ma indipendente a qualsiasi os visto che i servizi sono disponibili per qualsiasi os l’utente voglia usare,,,l’obiettivo non è essere presenti in maniera dominante su un os, ma essere disponibili su qualsiasi os presente e futuro con una suite di produttività per gli utenti che la necessitano…ma non focalizzandosi sui servizi in se stessi ma sull’infrastruttura cloud che li consente…..esempio: Microsoft avrebbe comunque c’entrato il suo obiettivo mobile se in futuro un’azienda x tipo starbuck volesse utilizzare il suo cloud per offrire l’app e servizi di Starbucks nel momento che i suoi outllock e co perdano di interesse
          Microsoft sta shiftando da fornitore front end a fornitore back end, poco aziende hanno la possibilità e la solidità di offrire una piattaforma e un’infrastruttura ad altre aziende affinché queste possano offrire servizi e app ai clienti finali, Ms è una di queste e lentamente nei prossimi anni lo sarà sempre di più
          Direi che è il momento di iniziare (anche se è difficile) di associare Ms con prodotti hw e servizi conosciuti per i clienti finali, Windows e attore protagonista in palco del settore tech

  2. ILCONDOTTIERO ha detto:

    Difatti ha dato una risposta no-sense . Non hai idea quante cose di Wm10 mi mancano , perché finché si porla di app capisco , ci sono cose su w10 e wm10 talmente ben fatte che te le scordi altrove . Sebbene in MS si sforzino a portare i loro servizi su iOS e Android non sono la stessa cosa . Un lavoro fatto a metà … Ecco..

    • War 78 ha detto:

      Quanto é vero quello che dici, sono rimasto spiazzato all’inizio!! Non solo ci sono diverse app che avevo sul Lumia che per iPhone non ci sono..

      • minzi ha detto:

        e non ci saranno
        la parte mobile software di Ms non è pensata principalmente per utenti consumer, ma anche consumer all’accorrenza.
        per utenti consumer ci sono già vasta scelta di alternative software e di servizi per le loro esigenze

    • minzi ha detto:

      quello che c’era su w10m era la vecchia strategia mobile di Ms, da 2 anni Ms ne ha un’altra che non è più offrire un pacchetto completo per l’utebte comune ma la parte mobile di Ms oggi e da 2 anni è offrire una suite di produttività per i clienti business/enterprise basata sul cloud

      Non puoi fare il confronto con la vecchia parte mobile
      Non è un lavoro fatto a metà
      Sono die cose diverse, due strategie diverse, due target di clientela diversi

      Ms non ha lasciato w10m per rincorrere i consumer su android e ios non riuscendolo a fare con w10m: Ms ha lasciato perdere i consumer su tutte le piattaforme prioritariamente, e si è rivolta ai non consumer su android e ios

  3. yepp ha detto:

    Quanto scommettiamo che con RS5 ritorneranno in campo in ambito mobile con nuove feature?

  4. MatitaNera ha detto:

    è impossibile leggere tutto questo

  5. Miki_73 ha detto:

    La cosa più utile annunciata e ancora mai arrivata è il famoso “copia e incolla” che tiene in memoria e sincronizza testo e immagini su ogni dispositivo col nostro account (perdonatemi ma non ricordo più come si chiamava questa funzione). Nel frattempo è passato così tanto tempo che di fatto Windows phone non esiste più e a meno che lo facciano anche per Android e iOs non servirebbe nemmeno più a nulla :-/

    • minzi ha detto:

      non l’hanno mai annunciata ne mostrata per Windows phone, l’hanno mostrata alla build per far vedere l’idea, dicendo che sarà implentata in futuro su adroid,ios e pc Windows…non specificarono se con redstone 4-5, quindi spero che annuncino stavolta che sarà disponibile su rs5

      • Cosmocronos ha detto:

        State parlando della ‘Cloud clipboard” ? Se si e’ ovvio che non fu annunciata per W10M: lo sviluppo dell’ OS era gia’ stato terminato. E’ altresi’ vero che all’ epoca MS annuncio’ che avrebbe dovuto essere disponibile con Windows 10 Fall Creators Update.

  6. MatitaNera ha detto:

    Intendevo impossibile perché troppo lungo il tuo commento

  7. Avida Divita ha detto:

    Windows 10 e il codice sorgente finito in Rete

  8. Avida Divita ha detto:

    Parte del codice delle nuove versioni di Windows sarebbe stato trafugato e pubblicato online. E mentre si cerca il colpevole Microsoft punta a fronteggiare il furto di materiale riservato con un occhio di riguardo alla sicurezza degli utenti

  9. Avida Divita ha detto:

    Nello specifico l’archivio da 32 Terabyte (o 1,2 TB come sostiene BetaArchive) condiviso illegalmente contiene immagini ufficiali e riservate e soprattutto parte di codice del sistema operativo Windows 10, in particolare la “Redstone” build (specialmente parti dei driver per WiFi, USB e archiviazione e il codice PnP), una versione sconosciuta 64-bit ARM (e una parte di codice del Kernel), una porzione di codice di Windows Server 2016 oltre che il Windows 10 Mobile Adaptation Kit (software riservato per far funzionare il sistema operativo su sistemi mobile).

  10. Avida Divita ha detto:

    Di che roba si trattava?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *