• 6 commenti

Microsoft, una nuova esperienza musicale per gli utenti Windows

Microsoft sarebbe alla ricerca di un “Stellar Senior Engineering Lead” per inventare una “incredible new music experience”.

In questo annuncio sembra racchiuso il prossimo obiettivo di Microsoft dopo essersi focalizzata da tempo in direzione del mondo dei grafici sia con gli ultimi Update della serie “Creators” di Windows 10 sia con i dispositivi Surface presentati, quasi tutti con un occhio di attenzione ai creativi.

E così si scoprono interessanti progetti di upgrade dell’app Groove Music nonché emergono maggiori indiscrezioni su una nuova app di composizione musicale sempre della famiglia Groove denominata Groove Music Maker, peraltro già emersa in occasione del lancio dello scorso Windows 10 Creator Update.

Insomma, sembra che a Redmond vogliano proseguire con l’attacco al mondo Mac sia lato “grafico” che lato “musicale”.

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Miki_73 ha detto:

    Leggo l’articolo e da utente Microsoft non posso che fare una oggettiva e appassionata riflessione di come negli ultimi anni noi utenti Windows stiamo vivendo (anzi subendo) il mondo tecnologico: circa un anno fa, ottobre 2016, alla presentazione Windows 10 Creators Update venne mostrato un video dove tra le altre cose si vedeva un nuovo applicativo musicale, Groove Music Studio. L’app si vedeva solo per qualche fotogramma ma tanto bastò che si “infiammassero gli animi”: se ne iniziò a parlare un po’ ovunque nel web e quindi articoli, speculazioni, discussioni sul rilancio delle universal app, eventualità dell’arrivo del fantomatico SurfacePhone proprio con questa app ecc ecc ecc. Da allora poi di questo Groove Music Studio non se n’è saputo più nulla fino ad oggi quando salta fuori un annuncio di lavoro sul sito di Microsoft dove la società cerca un project manager che si dedichi a un’app musicale… Cioè ragazzi, questi OGGI hanno messo l’annuncio per assumere qualcuno che lo faccia? Secondo me ormai è palese quanto Microsoft si muova ad una velocità troppo lenta rispetto a tutta la concorrenza. Secondo le tempistiche di Microsoft sembra che per fare le cose, qualunque cosa, da aggiornare le icone del sistema a sistemare una propria app o sviluppare una nuova app ci vogliano ANNI. Poi vedi la concorrenza che nel giro di sei mesi riesce, ok si magari copiando, ma in ogni caso a mettersi in pari se non superare gli altri su certe cose (vedi il continuum di Android). Microsoft sembra sempre che tra pensare di far qualcosa, valutare se farlo veramente annunciando di farlo e vedendo come sono le reazioni ai rumors sul web, iniziare i lavori e ottenere il risultato definitivo (sempre se non viene annullato dopo vari ripensamenti) abbia bisogno di anni. Secondo me questo modo di lavorare è andato bene per più di 30 anni ma al giorno d’oggi specie con la concorrenza agguerrita nn è più attuabile.

  2. Marco Maria ha detto:

    E’ da sfigati usare questo “sistema” per la ricerca del personale! Un foglio sgualcito fto a4 e scritto a mano e’ più”carino”……………..

  3. massimo ha detto:

    Ma che cavolo avevano Brian Roper e l’hanno licenziato!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *