• 27 commenti

IDC conferma la propria stima, market share dello 0,1% per Windows Phone nel 2017

La società di analisi di mercato IDC ha rilasciato le proprie previsioni in merito al mondo degli smartphone dove possiamo vedere come anche per il 2017 si prevede una buona crescita per il mondo mobile e viene confermato il declino di Windows Phone.

IDC ha confermato la propria stima sul market share di Windows Phone per il 2017, la società di analisi spiega che la mancanza di nuovi partner hardware, il mancato supporto degli sviluppatori e l’interesse verso questa piattaforma da parte degli utenti, porterà i volumi di vendita degli smartphone Windows in calo dell’80,9% con soli 1,1 milioni di unità (0,1% del mercato).

Discorso diverso per Android che riuscirà a mantenere una quota di circa l’85% nel 2017 (con un abbassamento del prezzo medio degli smartphone) e iOS che porterà un +3,8% nel 2017 dopo il primo anno in cui le spedizioni di iPhone sono diminuiti.

via

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Fabio1 ha detto:

    Sembra chiaro che ormai esista solo Android e iOS, non c’è bisogno di IDC per scoprirlo

    • Carmelo ha detto:

      se non si trovano smartphone in vendita mi pare ovvio.

      • minzi ha detto:

        prima di venderli devi produrli
        se non li produci vuol dire che non vuoi venderli

        • Jacksoft ha detto:

          Per produrli devi essere sicuro di poterli vendere.
          E per poterli vendere devi poter offrire tutte le app possibili e maggiormente richieste.

          • minzi ha detto:

            ragionamento opinabile, senza tutte le app possibili e non tutte quelle maggiormente richieste Microsoft è riuscita a vendere fino a 12 milioni di lumia a trimestre, più di lg, sony e htc insieme (stesso periodo di confronto) che avevano tutte le app possibili. Nel 2016 con produzione interrotta e terminata, freno a mano su qualsiasi cosa riguardasse smarpthone, metà dei mercati di distribuzione cancellati,zero promoter, zero marketing, zero distributori, zero visibilità ne ha venduti qualche milione di lumia.
            Idem Samsung sta vendendo parecchi tizen in india

            Se programmi di venderne anche 100 li vendi a prescindere se sei un colosso tech
            Il punto focale è che Microsoft ha deciso di non vendere nemmeno 1 smartphone e quindi di non produrne nemmeno 1 anche se aveva la certezza di venderne diverse centinaia di migliaia ( che è sempre più di parecchi oem che vendono smartphone).

            Il punto focale da capire per non aspettarsi cose in futuro che non arriveranno è che Microsoft poteva, era certa e sapeva di poterlo fare ma ha scelto e deciso di non farlo per seguire la sua strategia: niente più compromessi con il loro piano industriale scelto, piano che non riguarda e non riguarderà gli smartphone con un os proprietario.

          • Teo ha detto:

            Ma se non sono riusciti nemmeno a risolvere i loro bug. Non andranno piu da nessuna parte mettici una lapide con su scritto no app si bug in eterno.

          • LucaFrance Traverso ha detto:

            wp ha venduto per nokia e non per wp stesso, La grossa differenza inoltre e’ stata fatta dalla enorme crescita negli ultimi anni dell’ecosistema Android (ed IOS) al confronto di una (wp) poco chiara a dove voleva parare. Le mancanze di appa famose incidono e un sacco sulla vendita di un device e Android nei primi tempi lo ha scoperto sulla sua pelle ma hanno saputo rovesciare la situazione. I sig.ri di Google sono stati abili non come quelli di microsoft che credevano di fare le scarpe e ora vanno a piedi nudi.

  2. Vittorio Vaselli ha detto:

    WP fa ancora notizia?

  3. Rick Deckard® ha detto:

    L’anno di wp

    • Nalin ha detto:

      E’ chiaro che capisci poco dell’importanza di un terzo polo per noi consumatori.

      • Luca Serri ha detto:

        Da un Microsoft hater non mi aspetterei molto.

        • Nalin ha detto:

          Non trovo l’utilità del girare ogni news di quello che detesta e lasciare il classico commento inutile. Al di la dell’essere un hater, il capire che la concorrenza fa solo bene (basta guardare vicino a noi la guerra tra Tim e Open Fiber dopo anni di immobilismo) non mi sembra tanto complicato.

      • Rick Deckard® ha detto:

        Eh ma non è che gli altri lo hanno ucciso come magari bb che era effettivamente un’alternativa… Faceva così pena che è collassato su se stesso

      • LucaFrance Traverso ha detto:

        un terzo polo competitivo e’ una nota positiva ma uno come wp e praticamente ininfluente per gli altri ecosistemi.

  4. Io ha detto:

    la buona notizia è l’abbassamento del prezzo medio degli smartphone

  5. Alexv ha detto:

    Dai, ancora un po’ e ci siamo!

  6. Alexv ha detto:

    Inzozzare Android di bloatware NON è una strategia mobile, al massimo serve a non perdere (o limitare le perdite) utenza dei propri servizi.

    • Luca Serri ha detto:

      Eh?

      • Lorenzo Baroni ha detto:

        Siamo al degrado totale.

      • Alexv ha detto:

        Mi riferisco all’attuale strategia di MS in campo mobile, ovvero quella di portare app Microsoft preinstallate in Android.

        • Luca Serri ha detto:

          Se vuoi chiamalo ripiego, cosa cambia? Se vedi che una strategia è più vantaggiosa della precedente perché non seguirla?

          • Alexv ha detto:

            Ma non è una strategia e neanche un ripiego. È solo il minimo indispensabile fare l’app Android per un servizio, come il sito web. Se è vantaggiosa poi è da vedere: quanti hanno iniziato ad usare OneDrive, Office 365, Outlook e Skype perché li hanno trovati sul telefono Android o sul play store? Dai, sono sicuro che portassero più account Microsoft quei 5-10 milioni di Windows Phone che vendevano.
            Con questo switch off di WP sono solo diventati una barzelletta e l’inaffidabilità per antonomasia, senza concludere niente al di fuori del mondo PC.

          • Luca Serri ha detto:

            Basterebbe guardare i dati oggettivi invece di fare supposizioni a caso. Prendiamo per esempio Outlook, Word, Excel, PowerPoint, OneDrive, Skype, visto che le hai tirate in ballo: ciascuna di queste app presa singolarmente ha molti più download su Android di quanti siano mai stati tutti i WP in circolazione. Se non ci credi apri il Play Store (anche dal sito web) e controlla, vedrai che hanno centinaia di milioni di installazioni a testa. Se ti sembra poco…

    • Fabio b ha detto:

      Mah, dipende dai punti di vista. Io amo office su android.

  7. marco renna ha detto:

    Appartengo allo 0.1 %. Pensavo peggio

  8. LucaFrance Traverso ha detto:

    io ero utopistico su wp e avevo fatto comprare a tutti i familiari i device nokia 920,820, ecc………Ad oggi dopo aver provato tutti i sistemi operativi presenti sui device in italia, posso dire di essere contentissimo di essere tornato ad ANDROID. praticamente come essere alla guida dell’enterprise contro un aereo di linea (wp). Dopo lo stop e la vendita di Nokia, wp ha perso totalmente appeal ed ha decretato la sua fine, lenta (neanche troppo) ed inesorabile.

Rispondi a Alexv Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *