• 5 commenti

L’app ufficiale Unicredit per Windows Phone si aggiorna, niente paura!

Nel mese di maggio dello scorso anno abbiamo assistito al rilascio sullo Store di Windows Phone dell’app ufficiale Unicredit (L’app ufficiale Unicredit arriva su Windows Phone 8.1!).

unicredit

Diversi utenti in questi giorni ci hanno segnalato che all’apertura dell’applicazione, una notifica interna segnalava che l’app sarebbe stata disattivata il 7 novembre e per questo consigliavano di aggiornare l’applicazione. A questi utenti abbiamo risposto di stare tranquilli che molto probabilmente un aggiornamento all’app Unicredit sarebbe arrivata entro il 7 novembre, infatti così è stato.

L’applicazione  in queste ore ha ricevuto un nuovo aggiornamento portando l’app alla versione 2016.719.1449.2818, gli sviluppatori non segnalano migliorie visibili per l’utente.

Di seguito il video che spiega come attivare l’app utilizzando il proprio account:

Se siete interessati, potete scaricare la nuova versione dell’app UniCredit per Windows 10 Mobile (la nuova versione al momento non è disponibile su Windows Phone 8.x) gratuitamente tramite il link diretto che trovate sotto.

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Alexandro ha detto:

    Alcuni siti per attirare qualche click hanno subito scritto articoli sull’abbandono di Unicredit della piattaforma Windows…

  2. Gianlu27 ha detto:

    E, ancora una volta, chi ha Windows Phone se lo becca in quel posto :/

    L’unica cosa positiva è che non abbiano abbandonato del tutto

  3. Gianlu27 ha detto:

    Oh sta storia del supporto…

    Perché è tipo l’80% del mercato Windows su mobile? Perché sugli altri OS chi ha una versione più vecchia dell’OS può comunque scaricare quasi tutte le app dallo store? Perché è penultima versione dell’OS?

    (comunque Wp 8.1 è uscito nel 2014)

    Te lo ripeto: meno app, più strazio, più utenti che lasciano e che difficilmente torneranno, meno utenti che rimangono, meno fiducia nella piattaforma, meno impegno da parte degli sviluppatori e di MS

    Ma continuiamo con sta storia del supporto :|

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *