• 44 commenti

Windows Phone 8 GDR2: Telstra prevede di certificare l’aggiornamento entro la prima metà di luglio

Telstra, l’operatore telefonico australiano, tramite il proprio sito ufficiale informa che sono in attesa di ricevere l’aggiornamento GDR2 di Windows Phone 8 per la certificazione dei terminali brandizzati dall’operatore.

tel

Come possiamo vedere dall’immagine sopra, la data di certificazione prevista dall’operatore è per l’8 luglio per quanto riguarda il Nokia Lumia 920 e il 15 luglio per il Nokia Lumia 520 e HTC 8X/8S. Se non ci saranno ritardi, il rilascio di questo update potrebbe iniziare dalla seconda metà del prossimo mese. Vi ricordiamo che l’aggiornamento GDR2 abilita la radio FM, estende l’implementazione di Data Sense, miglioramenti per quanto riguarda Xbox Musica, supporto al protocollo di sincronizzazione CalDAV/CardDAV e molte altre migliorie minori.

via via

[adsense]

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Daniele ha detto:

    Sono felicissimo di vedere l’htc 8x :D (avevo paura che davano priorità a nokia).

  2. Daniele ha detto:

    Sono felicissimo di vedere l’htc 8x :D (avevo paura che davano priorità a nokia).

  3. Lorenzo ha detto:

    Telstra è uno dei pochi operatori che scrive sempre sul proprio sito la situzione degli aggiornamenti per i propri smartphone, in Italia anche dopo che li hanno certificati non ti sanno dire nulla

  4. Lorenzo ha detto:

    Telstra è uno dei pochi operatori che scrive sempre sul proprio sito la situzione degli aggiornamenti per i propri smartphone, in Italia anche dopo che li hanno certificati non ti sanno dire nulla

  5. mtb ha detto:

    Chissà se ci sarà un qualche update di wp7.8, con qualche news, come è stato da 7.5 a 7.8…

    • Andrea ha detto:

      Da ex possessore di due wp7 lo spero per voi… Ma dubito che esca ancora qualcosa…
      Si parlava di un 7.9 una volta, ma ho paura che sia solo un rumor… Ma sta di fatto che, tolte le app, le differenza tra Win7 e Win8 non sono così enormi…

      • mtb ha detto:

        Dal punto di vista della programmazione… C’è un abisso. E tolte le app… Ormai gli smartphone vivono sulle app! :) cmq è destino che chi ha un wp7, entro fine anno, inizio del prossimo, passerà a wp8 o cmq cambierà dispositivo… Personalmente attendo quelle due o tre cosette che mancano a wp8, prima di decidere cosa prendere…

  6. mtb ha detto:

    Chissà se ci sarà un qualche update di wp7.8, con qualche news, come è stato da 7.5 a 7.8…

    • Andrea ha detto:

      Da ex possessore di due wp7 lo spero per voi… Ma dubito che esca ancora qualcosa…
      Si parlava di un 7.9 una volta, ma ho paura che sia solo un rumor… Ma sta di fatto che, tolte le app, le differenza tra Win7 e Win8 non sono così enormi…

      • mtb ha detto:

        Dal punto di vista della programmazione… C’è un abisso. E tolte le app… Ormai gli smartphone vivono sulle app! :) cmq è destino che chi ha un wp7, entro fine anno, inizio del prossimo, passerà a wp8 o cmq cambierà dispositivo… Personalmente attendo quelle due o tre cosette che mancano a wp8, prima di decidere cosa prendere…

  7. marco ha detto:

    Domanda: ma che cavolo devono certificare gli operatori? Semmai sarà microsoft o il produttore del telefono a dover certificare qualcosa, non gli operatori.

    Ah, già, devono aggiungere il loro logo… e evidentemente a volte gli secca farlo e preferiscono non rilasciare nulla… (ogni riferimento a wind e tre è puramente casuale)

    • mtb ha detto:

      Siccome quando il telefono non funziona, ci mettono loro il nome e il servizio, sono loro a dettare legge quando il dispositivo è brandizzato. Inoltre sui nobrand devono dare al produttore tutti i dati per i relativi sistemi di comunicazione, i famosi parametri che una volta si richiedevano via sms multimediali. Per questo deve essere certificato.

    • Andrea ha detto:

      Non ne ho idea… Ma su iPhone gli update sono tutti puntali indipendente dall’operatore… Non capisco perché su Windows Phone (ancor più su Android) devo bloccarne o ritardarne alcuni. Non ha nessun senso… capisco per le funzioni di rete o simili, ma per prestazioni o per la cartella altro non vedo nessun motivo per cui ad un operatore non dovrebbe andare bene. A sto punto il tuo ragionamento è l’unico valido, pigrizia e menefreghismo.

      • Salem ha detto:

        L’iPhone, al contrario degli altri so, non é bandizzato in nessun caso. Ecco perché a loro arriva a tutti in un colpo.

        • Andrea ha detto:

          Questo non lo sapevo, ma mi mette altri dubbi… Se io volessi da Vodafone un Lumia non brandizzato? Perché l’iPhone è senza brand e il Lumia no? Con Android il brand c’è e c’è sempre stato su tutti i telefoni presi con contratti. iPhone mi sta sempre di più sul… beh avete capito.

          • Fabio ha detto:

            perchè siccome l’iPhone vende e gli fà fare una barca di soldi quindi in quel caso gli operatori si calano anche le braghe davanti ad Apple (che probabilmente non dà iOS in mano a nessuno per mettere un loghetto)

          • Salem ha detto:

            Perché Apple ha deciso cosi. Loro se la tirano, creano nuovi formati sim, non lasciano brandizzare i terminali, se ne infischiano delle leggi e creano nuovi ingressi invece di adeguarsi al micro usb, hanno un solo anno di garanzia… Tanto ormai sanno che gli allocchi gli vanno dietro lo stesso (inclusi gli operatori).. Della Apple é proprio questo atteggiamento da cheerleader che mi urta… Loro sono troppo cool per abbassarsi agli standard…

    • leoniDAM ha detto:

      Beh non ho informazioni sicure, ma andando per logica credo che la certificazione sia da fare al firmware.
      Microsoft si occupa di realizzare una parte dei driver (CPU, GPU, e qualche altra parte del SoC), mentre i driver della parte radio (che gestisce la rete telefonica) dovrebbe essere a cura degli produttori e dovrebbero risiedere nel firmware.
      Credo che gli operatori vogliano testare e certificare che la parte radio funzioni correttamente con la propria rete

  8. marco ha detto:

    Domanda: ma che cavolo devono certificare gli operatori? Semmai sarà microsoft o il produttore del telefono a dover certificare qualcosa, non gli operatori.

    Ah, già, devono aggiungere il loro logo… e evidentemente a volte gli secca farlo e preferiscono non rilasciare nulla… (ogni riferimento a wind e tre è puramente casuale)

    • mtb ha detto:

      Siccome quando il telefono non funziona, ci mettono loro il nome e il servizio, sono loro a dettare legge quando il dispositivo è brandizzato. Inoltre sui nobrand devono dare al produttore tutti i dati per i relativi sistemi di comunicazione, i famosi parametri che una volta si richiedevano via sms multimediali. Per questo deve essere certificato.

      • Nicoripara ha detto:

        Bloccano o rallentano anche se si tratta di aggiornamenti di sistema che con loro non hanno niente a che fare. Tutta politica,dovrebbero firmare un impegno a supportare o almeno a non rallentare gli aggiornamenti.

    • Andrea ha detto:

      Non ne ho idea… Ma su iPhone gli update sono tutti puntali indipendente dall’operatore… Non capisco perché su Windows Phone (ancor più su Android) devo bloccarne o ritardarne alcuni. Non ha nessun senso… capisco per le funzioni di rete o simili, ma per prestazioni o per la cartella altro non vedo nessun motivo per cui ad un operatore non dovrebbe andare bene. A sto punto il tuo ragionamento è l’unico valido, pigrizia e menefreghismo.

      • Salem ha detto:

        L’iPhone, al contrario degli altri so, non é bandizzato in nessun caso. Ecco perché a loro arriva a tutti in un colpo.

        • Andrea ha detto:

          Questo non lo sapevo, ma mi mette altri dubbi… Se io volessi da Vodafone un Lumia non brandizzato? Perché l’iPhone è senza brand e il Lumia no? Con Android il brand c’è e c’è sempre stato su tutti i telefoni presi con contratti. iPhone mi sta sempre di più sul… beh avete capito.

          • Fabio ha detto:

            perchè siccome l’iPhone vende e gli fà fare una barca di soldi quindi in quel caso gli operatori si calano anche le braghe davanti ad Apple (che probabilmente non dà iOS in mano a nessuno per mettere un loghetto)

          • Salem ha detto:

            Perché Apple ha deciso cosi. Loro se la tirano, creano nuovi formati sim, non lasciano brandizzare i terminali, se ne infischiano delle leggi e creano nuovi ingressi invece di adeguarsi al micro usb, hanno un solo anno di garanzia… Tanto ormai sanno che gli allocchi gli vanno dietro lo stesso (inclusi gli operatori).. Della Apple é proprio questo atteggiamento da cheerleader che mi urta… Loro sono troppo cool per abbassarsi agli standard…

    • leoniDAM ha detto:

      Beh non ho informazioni sicure, ma andando per logica credo che la certificazione sia da fare al firmware.
      Microsoft si occupa di realizzare una parte dei driver (CPU, GPU, e qualche altra parte del SoC), mentre i driver della parte radio (che gestisce la rete telefonica) dovrebbe essere a cura degli produttori e dovrebbero risiedere nel firmware.
      Credo che gli operatori vogliano testare e certificare che la parte radio funzioni correttamente con la propria rete

  9. ja ha detto:

    Nel frattempo i videomessaggi skype arrvano anche su android e noi ancora ad aspettare..probabilmente microsoft preferisce farli per bada piuttosto che per il proprio sistema..Senza nokia, windows phone oggi non esisterebbe più.(meritatamente)

    • Andrea ha detto:

      Non apprezzo il finale, ma sul fatto che Skype sia migliore per la concorrenza mi lascia l’amaro in bocca. Windows Phone è molto più stabile degli altri due, mancano funzioni (causati dalla sua gioventù), ma è uno sistema molto valido e apprezzato. Microsoft dovrebbe pensare di più ai suoi prodotti (vedi Office con usabilità migliore su iOS che WinPhone). E’ troppo “generosa” mentre altri ne approfittano e basta.

      • leoniDAM ha detto:

        Ma se lo sviluppo è più avanti per gli altri sistemi che deve fare? Evidentemente il team di Skype che si occupa di Windows Phone sta pensando ad altro

  10. ja ha detto:

    Nel frattempo i videomessaggi skype arrvano anche su android e noi ancora ad aspettare..probabilmente microsoft preferisce farli per bada piuttosto che per il proprio sistema..Senza nokia, windows phone oggi non esisterebbe più.(meritatamente)

    • Andrea ha detto:

      Non apprezzo il finale, ma sul fatto che Skype sia migliore per la concorrenza mi lascia l’amaro in bocca. Windows Phone è molto più stabile degli altri due, mancano funzioni (causati dalla sua gioventù), ma è uno sistema molto valido e apprezzato. Microsoft dovrebbe pensare di più ai suoi prodotti (vedi Office con usabilità migliore su iOS che WinPhone). E’ troppo “generosa” mentre altri ne approfittano e basta.

      • leoniDAM ha detto:

        Ma se lo sviluppo è più avanti per gli altri sistemi che deve fare? Evidentemente il team di Skype che si occupa di Windows Phone sta pensando ad altro

  11. Nicoripara ha detto:

    Bloccano o rallentano anche se si tratta di aggiornamenti di sistema che con loro non hanno niente a che fare. Tutta politica,dovrebbero firmare un impegno a supportare o almeno a non rallentare gli aggiornamenti.

  12. Andry ha detto:

    [OT] Ragazzi scusate ma ci sono novità riguardo whatsapp 3.0 ??

  13. Andrea ha detto:

    [OT] Ragazzi scusate ma ci sono novità riguardo whatsapp 3.0 ??

  14. Ollo ha detto:

    Se devo essere sincero la questa politica di rilascio degli aggiornamenti mi sta seriamente deludendo e mi sta facendo cambiare seriamente opinione sulla serietà di Microsoft (che dovrebbe forzare un po’ di più gli operatori telefonici con i quali collabora). Tenete tra l’altro presente che a differenze dell’australia, dove le vacanze estive sono a dicembre, non credo proprio che gli operatori italiani si sbatteranno a certificare un firmware con metà dei dipendenti in ferie e i centri di assistenza chiusi, quindi se va bene vedremo Amber a settembre, con 4 mesi di ritardo rispetto al rilascio ufficiale.

  15. Ollo ha detto:

    Se devo essere sincero la questa politica di rilascio degli aggiornamenti mi sta seriamente deludendo e mi sta facendo cambiare seriamente opinione sulla serietà di Microsoft (che dovrebbe forzare un po’ di più gli operatori telefonici con i quali collabora). Tenete tra l’altro presente che a differenze dell’australia, dove le vacanze estive sono a dicembre, non credo proprio che gli operatori italiani si sbatteranno a certificare un firmware con metà dei dipendenti in ferie e i centri di assistenza chiusi, quindi se va bene vedremo Amber a settembre, con 4 mesi di ritardo rispetto al rilascio ufficiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *