• 28 commenti

VirtualBP, l’app ufficiale della Banca del Piemonte arriva sugli smartphone Windows!

Per una banca che dice addio a Windows Phone (Anche “CheBanca!” dice addio all’app per gli smartphone Windows!), arriva una nuova applicazione ufficiale di un gruppo bancario, parliamo dell’app ufficiale della Banca del Piemonte dedicata ai titolari del servizio Internet Banking – Virtual BP.

Tramite l’app VirtualBP,  i titolari di Internet Banking di Banca del Piemonte potranno effettuare:

  • consultazione conto corrente
  • utenze domiciliate
  • consultazione assegni Italia
  • bilancio sintetico
  • bonifici Sepa
  • bonifici urgenti
  • bonifici esteri
  • pagamento MAV
  • pagamento RAV
  • ricariche telefoniche
  • ricarica carte (BP)&SI
  • pagamento bollettini postali (anche tramite scansione del codice)
  • pagamento effetti
  • deposito titoli
  • quotazioni titoli, indici e cambi
  • Trading On Line (anche ordini condizionati)
  • gestione della rubrica
  • consultazione delle comunicazioni
  • visualizzazione messaggi banca – cliente

Se siete interessati, potete scaricare VirtualBP per Windows Phone e Windows 10 Mobile gratuitamente tramite il link diretto che trovate sotto.

Tasto_Download_Windows10

Grazie a Fabrizio per la segnalazione!

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Vincenzo ha detto:

    Banca che viene, banca che va

  2. specialdo ha detto:

    sembra fatta davvero bene!

  3. Del Fante Guido ha detto:

    Assurdo che chebanca vada via, quando tutti i lumia gialli dati in premio nel 2014 sono ancora in giro

  4. Del Fante Guido ha detto:

    Basta aprire Widiba, costazero ed é anche meglio di chebanca

    • Davide ha detto:

      Le banche serie assicurano il servizio anche ad un ristretto numero di persone, curioso vedere proprio oggi la notizia di un app bancaria che sbarca sullo store e non credo che abbia più utenti Windows di chebanca

  5. Nicos18 ha detto:

    Che poi Microsoft NON e sottolineo, non ho mai detto di abbandonare Windows Mobile, quindi non capisco come gli è venuto per la mente

    • steek ha detto:

      infatti nadella ha detto che windows mobile non deve essere rivolto a consumer ma a business man per cui voi consumer non capisco perché volete restare su un OS che non fa per voi e lagnarvi per la dipartita di app consumer. C’è scritto pure nella email di che banca che il loro target è il mercato consumer…

  6. yepp ha detto:

    Bel colpo!

  7. ILCONDOTTIERO ha detto:

    Mandare mail a Che Banca e fate presente che hanno un nuovo concorrente ed ha una app ufficiale . Mi auguro che un giorno si pentano , dato che pubblicizzavano anche i lumia ….

    • sgrips ha detto:

      lo stavo per scrivere io un grande :) : )

    • M620Vod ha detto:

      Prima o poi si pentiranno tutti. Di buon senso in giro nemmeno l’ ombra. Questo spiega anche il perché android sia l’ os più diffuso…..

      • Vittorio Vaselli ha detto:

        Pentirsi di cosa? Se un giorno ne varra’ la pena svilupperanno l’app e nel frattempo hanno risparmiato migliaia di euro.

        • massimo ha detto:

          Se una banca deve risparmiare 10k eur siamo alla frutta… (la banca)

          • Vittorio Vaselli ha detto:

            Un app del genere non costa 10k.
            Ipotizzando che non abbia manutenzione, e che tu assuma un ragazzino senza esperienza dovrebbe finirla in 3 mesi.

          • massimo ha detto:

            non sono uno sviluppatore, ma se usi visual studio o xamarin (o altri tool) puoi fare il deploy per più piattaforme
            quindi l’unico vero costo è il test

            se hai un reparto di sviluppo interno, l’unico vero costo, ripeto, per sviluppare per una piattaforma in più è la fase di collaudo, il resto è quasi immediato

            calcolando che tool come visual studio hanno gli emulatori anche i costi di collaudo non dovrebbero essere alti…
            calcolando che ci sono piattaforme come Rational che i collaudi li svolgono quasi autonomamente i costi dovrebbero essere ancora più contenuti…

            certo che se fai accordi con il marchio XYZ per rimpiazzare i telefoni lumia che prima davano insieme al conto come promozione, l’unica da criticare è Microsoft perché non ha mantenuto in vita la promozione o ha chiuso i canali distributivi

          • Vittorio Vaselli ha detto:

            Questo sarebbe vero se la banca avesse sviluppato le app in xamarin. Ma siccome la maggior parte degli sviluppatori in giro sviluppa app native, al tuo fantomatico costo di test devi aggiungere: formazione degli sviluppatori oppure assunzione di sviluppatori xamrin che vista le poche offerte di lavoro sono una minoranza, riscrittura delle app ios, android in una usando xamarin.
            A questo aggiungi che anche se a parole sembra tutto bello, nella realta’ l’app ios e l’app android devono avere delle differenze(dovute alle diverse guidelines sulle due piattaforme) e questo ti porta comunque a dover splittare il codice o creare custom renderers oppure avere un app che non rispecchia le guidelines e quindi di scarsa qualita’.

      • Luca Serri ha detto:

        Il buonsenso manca proprio a te.

    • steek ha detto:

      VirtualBP si rivolge al mercato business ovvero il 2% del mercato mondiale, chebanca si rivolge al restante 98% e tralascia il business. Sono scelte.
      Se anche tu sei un consumer cambia OS, se sei un business man resta su w10m e cambia banca.

  8. M620Vod ha detto:

    L’ app Unicredit si aggiorna….

  9. Gab ha detto:

    Evvvaiii da correntista avevo scritto mail per lamentarmi del fatto che non c’era app per win 10…. Magari non é merito mio, eheh, peró che piacere vedere questa notizia, e potere usare l’app. Che é un po’ lenta per la veritá, ma é fatta bene

  10. Alexv ha detto:

    Disqus si aggiorna ed esce dalla beta

  11. Alexv ha detto:

    È rivolto a tutti, ma non lo vendono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *