• 14 commenti

Microsoft: Risultati finanziari da record relativi al 1° trimestre fiscale 2019

Microsoft ha comunicato in queste ore i risultati finanziari relativi al primo trimestre fiscale 2019 (luglio, agosto e settembre 2018).

Microsoft

Il fatturato totale su base trimestrale è stato di ben 29.1 miliardi di dollari (utile netto di 8,8 miliardi), in crescita rispetto lo stesso periodo dello scorso anno che si era fermato a 24.5 miliardi di dollari. 

Per quanto riguarda i settori principali si registrano:

  • Il fatturato di Surface è aumentato del 14%
  • I ricavi di Windows OEM sono aumentati del 3%
  • I ricavi nel settore Gaming sono aumentati del 44%
  • I ricavi Search advertising esclusi i costi di acquisizione traffico sono cresciuti del 17%
  • I ricavi Azure sono saliti del 76% a valuta costante
  • Server & cloud  – Il fatturato è cresciuto del 28%
  • I prodotti commerciali e dei servizi cloud Office sono aumentati del 14%
  • Gli abbonati a Office 365 sono aumentati a 32,5 milioni
  • I ricavi di LinkedIn sono aumentati del 33%

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Daniele ha detto:

    Mentre l’utente 12enne scrive sui forum che MS è ormai morta, l’azienda fa risultati mai visti nella sua storia :)

    • Raffael ha detto:

      Nadella ha capito benissimo quale è il business redditizio e i risultati sono palesi!

    • Signor Citrus ha detto:

      Eh ma il settore mobile è morto, l’azienda è fallita.

      Eppure io sono ancora qui, con un lumia da 4 anni.
      Forse sono uno dei pochi intelligenti al mondo che un cellulare lo usa come un cellulare?

      • MatitaNera ha detto:

        Sì, sei uno dei pochi

        • Signor Citrus ha detto:

          E ne vado fiero che sono sotto la media mondiale con le spese verso l’elettronica. Vuol dire che faccio acquisti mirati e buoni e che rispetto c’ho che posseggo.

          • Orlaf ha detto:

            Io finora ho cambiato 4 telefoni per puro sfizio, perché potevo permettermelo e perché mi andava.

            Del resto mi frega un caxxo assai, anche perché chi vuol dimostrare qualcosa è il primo fallito.

      • Luca Serri ha detto:

        Quindi per essere intelligenti bisogna sfruttare lo smartphone all’1% delle sue potenzialità? Wow, andiamo bene…
        Ma a sto punto perché non ti sei preso un feature phone?

        • Signor Citrus ha detto:

          Essere intelligenti, sottolineo in questo caso, si dimostra da come uno usa un dispositivo e da quanto lo usa.
          Il 100% di sfruttamento dello smartphone comprende anche social e lo stare attaccato d esso 12 ore al giorno?
          Non capisco…

          Comunque ce l’ho un telefono normale, ma la scheda Iliad non funziona. Non prende la rete e questo mi fa non poco imprecare (seppur lo oagai 35 euro)

          • Luca Serri ha detto:

            Se per te le definizione di intelligenza è questa (su cui posso essere parzialmente d’accordo), allora non c’entra nulla usarlo come un cellulare. C’è chi usa 2-3 feature ma in modo esagerato e chi sfrutta varie cose ma senza esagerare nell’utilizzo complessivo. (Il 100% probabilmente non lo raggiunge nessuno.)

  2. Qubit ❌Not ᵛᵉʳᶦᶠᶦᵉᵈ ha detto:

    Purtroppo basta guardare queste voci per capire che c’è qualcosa che non quadra: sono tutte aree di servizio discretamente nuove. L’unica di qualche anno ed effettivamente veritiera è Windows OEM.
    E vero che che Office 365 e cloud aumentano…. Ma di Office tradizionale? La stessa parte server +28 ma affiancata da un cloud. Il gaming ovvio nuova console ma abbonamenti?
    Per me Microsoft è in netta discesa.

    • Raffael ha detto:

      Semplicemente ha cambiato business model.
      Ad oggi, il modello classico di licensing non è più sostenibile, pertanto, Microsoft ha modellato le strategie e le decisioni aziendali e questo ha generato una forte crescita

  3. Hankel ha detto:

    purtroppo ai mercati interessano percentuali di crescita e utile per azione :P

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *