• 7 commenti

Surface Go smontato da iFixit: grado di riparabilità scarso

Il team di iFixit ha provveduto in queste ore a smontare completamente Surface Go, il nuovo 2-in-1 di casa Microsoft, rilasciando il classico voto sul grado di riparabilità.

Come spesso accade per questo tipo di device, Surface Go ha ottenuto solo (Surface Laptop e Pro 2017 hanno come voto 0) come grado di riparabilità (dove 10 è il valore massimo della facilità di riparazione). Purtroppo per realizzare device dallo spessore ridotto, gli ingegneri rendono veramente difficile riparare questi prodotti, in particolare sul Surface Go il team di iFixit ha rilevato:

  • Il fattore di forma più piccolo sembra rendere il vetro più facile da rimuovere senza romperlo, ma rimane ancora terribilmente duro.
  • L’impossibilità di upgradare l’hardware del dispositivo limita fortemente la durata negli anni
  • La mancanza di modularità rende le riparazioni inutilmente costose
  • L’adesivo contiene numerosi componenti, tra cui display e batteria
  • La sostituzione di qualsiasi parte richiede la rimozione del gruppo schermo, una parte facile (e costosa) da danneggiare.

Trovate il report completo sul sito ufficiale a questo link.

Di seguito il video del teardown di iFixit:

via

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Emanuele88 ha detto:

    Se è in garanzia ripara l’azienda e amen, se si rompe fuori garanzia è un casino. Se si vogliono device da 8mm farli facilmente riparabili la vedo molto difficile

    • Miki_73 ha detto:

      Quoto: con la miniaturizzazione attuale dei componenti abbiamo dispostivi che sono praticamente un blocco unico. Sarebbe comunque molto comodo poter almeno fare upgrade di ram e hardisk (al limite anche facendolo fare dalla stessa Microsoft)

    • Gieffe22 ha detto:

      non è questione di 8 mm… perche al posto di farlo aprire dallo schermo sarebbe bastato inserire 4 banalissime viti dietro come accadeva ad esempio con il dell venue pro 11… queste sono scelte apposite per ridurre la longevità del prodotto e diminuire di un niente i loro costi preferendo la colla alle viti appunto

  2. Davide ha detto:

    test inutili, ancora la devo vedere tutta questa gente che fa le riparazioni fai da te con il cacciavitino :D

    • Gino G ha detto:

      Ricordo benissimo il mio F510 con tutta una colonna di tasti che non andavano… un filo di rame inserito sotto connettore della tastiera in modo che toccasse bene i piedini giusti e BAM! Ce l’ho qui sulla scrivania che funziona alla grande da dieci anni! ❤️

  3. Signor Citrus ha detto:

    In poche parole una delusione, per non dire una m… Peccato, ancora siamo nell’età di prodotti con strutture primitive e materiali abominevoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *