• 16 commenti

Microsoft SQ1 vs Microsoft SQ2: I benchmark non mostrano differenze tra i due processori

Dalla fine del mese di ottobre dello scorso anno è disponibile alla vendita Surface Pro X 2020, il 2-in-1 ultraleggero di casa Microsoft che si arricchisce nella sua nuova versione del processore personalizzato dalla casa di Redmond chiamato Microsoft SQ2.

Se Microsoft SQ1 montato su Surface Pro X 2019 era un processore basato sul Qualcomm Snapdragon 8cx, la nuova versione SQ2 sembra invece essere basato sul Qualcomm Snapdragon 8cx di seconda generazione. Se durante la presentazione si parlava di performance migliorate con il nuovo Microsoft SQ2, i benchmark comparativi effettuati dal sito tedesco drwindows.de mostrano dati molto diversi, con prestazioni praticamente uguali tra la prima e la seconda generazione dei processori Microsoft.


Ottieni subito 3 MESI GRATIS di Amazon Music in versione HD


Di seguito i benchmark effettuati:

Browser-Benchmark Jetstream 2

  • Surface Pro X 2019 mit SQ1: 89.614
  • Surface Pro X 2020 mit SQ2: 90.664

Antutu Benchmark

  • Surface Pro X 2019 mit SQ1: 286.740
  • Surface Pro X 2020 mit SQ2: 286.271

Geekbench 4

  • Surface Pro X 2019 mit SQ1: 3.530 (Single Core), 11.927 (Multi Core)
  • Surface Pro X 2020 mit SQ2: 3.627 (Single Core), 12.042 (Multi Core)

Vedi anche: Snapdragon SC8280: La risposta Qualcomm ad Apple M1 per i futuri PC Windows 10 ARM?

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Francesco ha detto:

    Qualcomm e MS si devono dare una svegliata ora che Apple con il suo M1 ha dimostrato prestazioni di livello anche su processori ARM su PC… miglioramenti così minimi a distanza di 1 anno sono veramente ridicoli, facevamo prima a non presentare il nuovo modello visto che questa era praticamente l’unica novità di rilievo

    • Il busca ha detto:

      M1 è un ARM e su PC (x86) non va benissimo anzi. siamo davvero lontanissimi, certo a causa di software non nativo, ma fino ad allora, e ce ne sarà da aspettare, le performance sono quelle di un i7 di 5 anni fa. piaccia o non piaccia. Per dirla tutta, pure il software nativo cambia poco le cose (Premiere). Questo dimostra che i bechmark danno valori assoluti che, con l’utilizzo reale, hanno davvero poco a che spartire. Prima o poi impareremo.

  2. Arcturus ha detto:

    Grandi! Non mi stupisce Microsoft, che ormai è quella che è, però da Qualcomm mi sarei aspettato qualcosa di meglio.

    • Miki73 ha detto:

      Quoto, da utente Microsoft li conosco troppo bene e sinceramente ormai non mi meravigliano più di nulla. Continuo a ritenere che questa volta Apple abbia dato una di quelle legnate al settore che se non si mettono d’impegno per recuperare la pagheranno davvero cara tutti.

      • Arcturus ha detto:

        @Miki73

        Tutti i colossi che partecipano attivamente, puntualizza.

        • Miki73 ha detto:

          Secondo me ne risentiranno anche quelli che non producono notebook con processore Arm perché un altro dispositivo poco sopra i mille euro totalmente fanless, con una batteria che dura realmente tutta la giornata, con un processore così performante e quella qualità costruttiva non esiste. Senza considerare la cosa più importante, ovvero che pure essendo un processore Arm sono riusciti a fare in modo che ci giri sostanzialmente qualunque software.

          • Arcturus ha detto:

            @Miki73

            Fossi in te mi preoccuperei maggiormente di Windows 10 – che Microsoft continua a rendere una “fetenzia” – piuttosto che dell’hardware.

          • Il busca ha detto:

            Si, male. molto male. Se questo ti basta è il tuo nuovo pc. Io ci lavoro e direi che può aspettare un paio di anni di sviluppo.

          • Il busca ha detto:

            @Arctarus
            la soluzione non è certo Big Sur. Direi proprio di no. Nemmeno parallel funziona. Chi potrà mai usarlo? ahahah
            M1 è nato per iPad. M3 o M4 saranno per pc. Speriamo con ddr5 e pci5… il processore può sempre aspettare.

          • Arcturus ha detto:

            @il busca

            M1 è molto più potente di questo, come alla fine lo è Apple A14 rispetto Snapdragon 888.

          • Arcturus ha detto:

            P.S: La soluzione sarebbe proporre Windows 10X con la parte Win32 disponibile sotto forma di modulo (ad esempio).

          • Il busca ha detto:

            @Arcatrus,
            no M1 è quel che è, almeno per ora: un giocattolo che non funziona bene. non è maturo e soprattutto, benchmark dopo benchmark, si scopre che è stato architettato per splendere “a comando”. Le sue performance sono davvero ottime per device come IPAD. per il resto non è neppure comparabile. Detto questo, la tecnologia evolverà. certo chi dice no.. M4 o M5 saranno sempre meglio. Apple è abile con il marketing, lo è sempre stata.

          • Il busca ha detto:

            @Arctarus,
            chiedi una cosa davvero complessa da fare. Win32 (com e com+) sono ancora il cuore di windows. La compatibilità è un fattore importante per MS. Windows10X è una ricostruzione di un ecosistema partendo quasi da 0. Win32 in emulazione equivale ad avere il vecchio PCAnywhere che eseguiva applicazioni legacy su una vm dedicata. Ora abbiamo anche docker. Soluzioni ne esistono senza per forza ricreare la ruota. La cosa è più complessa mi sa.

          • Arcturus ha detto:

            @Il busca

            A me pare che M1 brilli molto più di SQ1, considerando i test sul campo oltre i benchmark. Citando un articolo a caso:

            Windows on ARM più veloce sui Mac M1 che su Surface Pro X: il test

            Chi è riuscito a installare Windows on ARM sui sistemi Mac con processore M1 ha potuto verificare prestazioni “piuttosto elevate”. A tal punto che i nuovi sistemi Apple sono più veloci di quelli di Microsoft, che possono sfruttare nativamente l’architettura proprietaria

            01 Dicembre 2020

      • Il busca ha detto:

        Le vendite non lo dimostrano. Almeno per ora. Le performance nemmeno. E’ un processore ancora tutto da sviluppare con diversi problemi e dannatamente deficitario in espandibilità (nemmeno un secondo monitor esterno). Questo è ridicolo.

    • Il busca ha detto:

      inoltre, diverse persone (due le conosco pure) hanno preso macbook pro per minare bitcoin… una sta ancora piangendo. l’investimento non è stato di entità cosi elevata (35 elementi) tuttavia non poco. Il risultato che non rendono nulla. ma proprio nulla. soldi buttati. perchè la gpu è stata creata per performare solo in precise, determinate circostanze… Apple è sempre Apple, non bisogna mai crederle fino in fondo. Il diavolo è nei dettagli…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *