• 3 commenti

Apple spiega perché servizi come xCloud non saranno disponibili su iOS

Abbiamo visto recentemente come a partire dal 15 settembre Xbox Game Pass Ultimate includerà il cloud gaming xCloud e sarà disponibile su mobile esclusivamente su smartphone e tablet Android (Project xCloud in arrivo su Xbox Game Pass Ultimate senza costi aggiuntivi: si potrà accedere a più di 100 titoli da mobile [AGG. x2 – Dal 15 settembre, niente iOS])

Il portale BusinessInsider, intervistando un portavoce Apple, ha scoperto il perchè Microsoft non ha potuto inserire il proprio servizio di giochi in streaming all’interno dell’App Store di iOS, in particolare la dichiarazione è stata:

“L’App Store è stato creato per essere un luogo sicuro e affidabile in cui i clienti possono scoprire e scaricare app, e una grande opportunità di business per tutti gli sviluppatori. Prima di entrare nel nostro negozio, tutte le app vengono esaminate in base allo stesso insieme di linee guida che hanno lo scopo di proteggere i clienti e offrire agli sviluppatori condizioni eque e uniformi.

I nostri clienti godono di app e giochi fantastici realizzati da milioni di sviluppatori e servizi dedicati ai giochi possono assolutamente essere inclusi sull’App Store purché seguano lo stesso insieme di linee guida applicabili a tutti gli sviluppatori: con l’invio di giochi singolarmente per la revisione e la visualizzazione in classifica e ricerca”

Poiché Microsoft con xCloud (così come Google con Stadia) non sottopone ogni singolo gioco inserito in catalogo alla revisione di Apple, l’azienda di Cupertino si rifiuta di pubblicare l’applicazione dedicata allo streaming di giochi sul proprio Store (almeno per il momento). Microsoft da parte sua ha dichiarato che tutti i giochi presenti nel catalogo Xbox sono stati classificati da organismi appositi e indipendenti, l’esclusione di servizi di cloud gaming dalla piattaforma Apple è solo un danno verso i consumatori.

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Diego ha detto:

    Praticamente Apple non ci guadagna nulla quindi vieta queste app, vuole che ogni singolo gioco deve passare da loro e non da MS o Google

  2. 500spiccioli ha detto:

    Semplice, Microsoft non vuole pagare le royalties ad Apple per l’uso delle app sull’Apple Store. Pensare che me l’ha detto mio figlio adolescente. 🙃

  3. ~War78~ ha detto:

    Un altro motivo per cambiare telefono.. Non solo il Game Pass di Microsoft, ma Stadia di Google, GeForce Now, Facebook Gaming ecc.. E questo magari per salvaguardare quella porcata di Apple Arcade?!?!

    Apple semplicemente imbarazzante!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *