• 3 commenti

Microsoft lavora per unificare le app UWP e Win32 con Project Reunion

Ieri è partito il Build 2020, l’evento dedicato al mondo degli sviluppatori Microsoft che a causa dell’attuale epidemia si terrà esclusivamente in digitale tramite sessioni trasmesse in streaming (Build 2020: L’evento Microsoft in diretta streaming oggi dalle ore 17.00 italiane).

Durante la giornata di ieri Microsoft ha comunicato che gli utenti stanno trascorrendo più di 4.000 miliardi di minuti al mese su Windows 10 per lavorare, studiare e rimanere connessi, un aumento del 75% rispetto all’anno scorso. Per aiutare gli sviluppatori a innovare costantemente l’esperienza sugli oltre 1 miliardo di dispositivi Windows 10 attivi al mese, Microsoft ha presentato Project Reunion, che unifica la piattaforma Windows e la separa dal sistema operativo, semplificando agli sviluppatori l’integrazione delle API su Win32 e UWP.

Kevin Gallo, vice presidente di Windows Developer Platform, parla di Project Reunion come di una piattaforma di sviluppo unificata per permettere agli sviluppatori di realizzare applicazioni Windows 10 in grado di funzionare su tutti i device, indipendentemente dal loro formato e dalle dimensioni dello schermo.

Uno delle basi di Project Reunion sarà WinUI 3, un framework che permetterà di aggiungere con grande semplicità l’interfaccia Fluent delle applicazioni UWP alle tradizionali app Win32 in modo da modernizzarle e ottimizzarle per funzionare su tutti i device della famiglia Windows 10.

Trovate maggiori dettagli sul sito ufficiale Microsoft a questo link.