• 18 commenti

Google su Android lascia scegliere agli utenti europei quale motore di ricerca utilizzare? Si, ma ci vuole guadagnare

Nel mese di aprile dello scorso anno abbiamo visto come Google, in maniera analoga a come fatto da Microsoft nel 2010 con il proprio ballot screen, ha implementato una schermata di scelta rapida per il browser e motore di ricerca sugli smartphone con sistema operativo Android, un modo per evitare che la propria posizione dominante nella ricerca e browser possa creare ulteriori problemi con l’Unione Europea (Google su Android farà scegliere agli utenti europei quale browser e motore di ricerca utilizzare | AGG. x1).

Google segnala ora che a partire dal 1° marzo 2020 gli utenti Europei, durante la procedura di prima configurazione del proprio smartphone Android, potranno scegliere il motore di ricerca predefinito tra quattro opzioni disponibili. In che modo un motore di ricerca può finire in questa lista? Semplicemente pagando, ovvero ci sarà un sistema ad asta ogni quadrimestre che porterà le tre offerte economiche più alte (cioè quanto un motore di ricerca è disposto a pagare ogni volta che un utenti lo imposta come predefinito) ad essere selezionate da Google. Una modalità criticata da molti competitor che hanno definito questa scelta un ulteriore abuso della propria posizione dominante (il CEO di Ecosia ha direttamente boicottato l’asta).

Di seguito trovate la lista dei motori di ricerca che si sono aggiudicati questa posizione per il mese di marzo (Microsoft con Bing è presente sono nel Regno Unito):

  • Austria: DuckDuckGo, GMX, Info.com
  • Belgium: DuckDuckGo, Info.com, Qwant
  • Bulgaria: DuckDuckGo, Info.com, PrivacyWall
  • Croatia: DuckDuckGo, Info.com, PrivacyWall
  • Czech Republic: DuckDuckGo, Info.com, Seznam
  • Denmark: DuckDuckGo, Givero, Info.com
  • Estonia: DuckDuckGo, Info.com, Yandex
  • Finland: DuckDuckGo, Info.com, Yandex
  • France: DuckDuckGo, Info.com, Qwant
  • Germany: DuckDuckGo, GMX, Info.com
  • Greece: DuckDuckGo, Info.com, Qwant
  • Hungary: DuckDuckGo, Info.com, PrivacyWall
  • Iceland: DuckDuckGo, Info.com, PrivacyWall
  • Ireland: DuckDuckGo, Info.com, PrivacyWall
  • Italy: DuckDuckGo, Info.com, Qwant
  • Latvia: DuckDuckGo, Info.com, Yandex
  • Liechtenstein: DuckDuckGo, Info.com, Qwant
  • Lithuania: DuckDuckGo, Info.com, Yandex
  • Luxembourg: DuckDuckGo, Info.com, Qwant
  • Malta: DuckDuckGo, Info.com, PrivacyWall
  • Netherlands: DuckDuckGo, GMX, Info.com
  • Norway: DuckDuckGo, Info.com, PrivacyWall
  • Poland: DuckDuckGo, Info.com, Yandex
  • Portugal: DuckDuckGo, Info.com, Qwant
  • Republic of Cyprus: DuckDuckGo, Info.com, PrivacyWall
  • Romania: DuckDuckGo, Info.com, PrivacyWall
  • Slovakia: DuckDuckGo, Info.com, Seznam
  • Slovenia: DuckDuckGo, Info.com, PrivacyWall
  • Spain: DuckDuckGo, Info.com, Qwant
  • Sweden: DuckDuckGo, Info.com, PrivacyWall
  • United Kingdom: Bing, DuckDuckGo, Info.com

via

Per restare sempre aggiornato su tutte le notizie relative a Windows Phone puoi seguirci anche tramite la nostra app ufficiale , dal nostro canale Twitter e dalla nostra pagina ufficiale Facebook

  • Hankel

    effettivamente abusa comunque della sua posizione dominante

    • ilmondobrucia

      Android è di google di conseguenza il suo browser .. Che ci vuoi trovare bing ..

      • Hankel

        Il fatto che tu faccia riferimento a Bing sottintende che io debba essere un fanatico Microsoft che attacca Google per principio?! Io mi limito al merito della questione. Sai cos’è l’abuso di posizione dominante? Tra l’altro Bing è un motore di ricerca, qui non si parla di browser

        • Daniele

          Lui è l’opposto di Yep, tutto è giusto tranne quando sono cose MS. Tranquillo

          Comunque Windows è di Microsoft ma è stata lo stesso a fare il ballot screen per scegliere il browser da utilizzare mettendo gratuitamente i concorrenti.

          • ilmondobrucia

            Ancora… Ma sei di coccio … Io non nulla contro microsoft te l’ho detto milioni di volte .. Testa di xxxxx.

            Ovvio che su android trovi chrome .. Su windows edge con bing ..
            Se compri una opel .. Che ci torvi i sedili sella fiat .. Mha

          • Daniele

            “Io non nulla contro microsoft te l’ho detto milioni di volte”

            Lo dici sempre ma poi i tuoi commenti sono sempre contro qualsiasi cosa sia di MS. Hai criticato addirittura anche Gates che si lamentale che le tasse per i ricchi sono bassissime.

            ps. Per il grave insulto, senza parole.

          • ilmondobrucia

            “ps. Per il grave insulto, senza parole.”
            Ma ti lamenti? Mi hai sfinito… Non ho niente contro microsoft ti ho detto mille mille volte che mi piacciono un sacco i prodotti microsoft… E se compro un android mi aspetto chrome con google perché è di google… Se compro un lumia è logico che c’è edge con bing..
            Se compro una fiat… Aspetta un po il volante è della fiat…

            Te vedi il “contro” perché non capasci … O non vuoi capire di proposito

          • ilmondobrucia

            Ancora… Ma sei di coccio … Io non nulla contro microsoft te l’ho detto milioni di volte .. Testa di xxxxx.

            Ovvio che su android trovi chrome .. Su windows edge con bing ..
            Se compri una opel .. Che ci torvi i sedili sella fiat .. Mha

        • ilmondobrucia

          A parte che io non ho insinuato che te sei un fanatici.
          Nei lumia c’era edge e bing.. Come è logico che Sia che su un android si trovi chrome con google.
          Tutti quei non capisci dov’è il problema

        • ilmondobrucia

          Daniele mi perseguita .. E perseguita persone .. E dice a tutti che odiamo microsoft … Pur spiegandogli più volte che ho molto prodotti microsoft e mi piace un sacco…. E zucco

  • Sandro Pignatti

    Mamma mia, che pagliacci.
    Azienda meschina, commerciale che reinventa strumenti per caxxeggio senza utilità.
    Per fortuna che non uso più nulla dei loro servizi /prodotti. D’altronde, servono a poco e sono la maggior parte delle copie di altre aziende leader.

  • Daniele

    Ma scusa, ovvio che non ci sia più il Ballot Screen xD Quello era perchè aveva il 90% del mercato IE (e poteva sfruttare la propria posizione dominante), Ora Edge ha il 5% del mercato…

    Mica MS è una santa, infatti è stata spesso multata… Ma questo non significa che quello che sta facendo Google oggi non è una merdata che sfrutta proprio la propria posizione dominante nel mobile (e infatti l’Unione Europea ha aperto più di un indagine in merito)

    • ilmondobrucia

      Te sei sempre contro microsoft …. Ami proprio google

    • ilmondobrucia

      Te sei sempre contro microsoft …. Ami proprio google

  • Luca Serri

    Qualsiasi multinazionale pensa solo al lucro, mica solo Google.

  • Jabber00

    Il ballot screen su Windows e’ stato imposto dalla Commissione Europea a seguito di un reclamo di alcune societa’ che sviluppavano *browser*, tra cui Opera Software. E ovviamente non hanno sollevato una questione per l’OS (a chi sviluppa il browser non importa su quale OS giri), ma per il fatto che Explorer fosse integrato nell’OS di Microsoft stessa e questo disincentivasse gli utenti a cercare alternative, portando Explorer a detenere una posizione dominante sul mercato. A conferma, Opera Software, dopo l’introduzione del ballot screen, ha rilasciato diverse dichiarazioni in cui si diceva soddisfatta perche’ i download del suo browser erano triplicati grazie al ballot screen, fregandosene (giustamente e ovviamente) dell’OS su cui veniva usato.

    L’articolo di oggi non parla di dominanza di Android, ma del fatto che il motore di ricerca e il browser predefiniti di Android siano quelli di Google stessa, quindi anche qui l’OS in se’ non c’entra nulla.

    • Mario

      Al momento sia Windows che Android dominano il mercato nei relativi settori, quindi mi pare ovvio che se la medesima sorte toccasse al loro browser predefinito scatterebbe subito la questione Ballot Screen. In mancanza di uno dei due fattori tale necessità non sussisterebbe.

      P.S = Che l’articolo citasse Android e non la sua dominanza era lapalissiano, e neppure ho mai affermato il contrario.

  • Luca Serri

    Esattamente come qualsiasi altra multinazionale che ne abbia l’occasione. Alla fin fine le multinazionali sono tutte uguali: puntano solo al profitto ignorando completamente etica e cose analoghe (tranne quando fa comodo ovviamente).