• 27 commenti

Trapela una build interna a Microsoft che mostra il menu Start senza Live Tile [Agg. x1 – VIDEO]

Microsoft ha rilasciato accidentalmente una versione interna di Windows 10 agli utenti Insider, in particolare la casa di Redmond ha distribuito la build 18947 (pensata per lo sviluppo interno di Xbox) agli Insider che utilizzano dispositivi a 32 bit.

Da questo errore si scopre come Microsoft starebbe testando internamente un nuovo Menu Start senza Live Tile (vedi foto apertura articolo), non sappiamo se si tratta solo di un test interno o una scelta di abbandonare per il prossimo futuro le Live Tile che ci accompagnano dalla prima versione di Windows Phone 7.

Dona Sarkar, a capo del programma Windows Insider, contattata per avere info in merito ha comunicato solo che stanno esaminando l’errore che ha portato al rilascio della build interna.

Aggiornamento x1 – 25/07/2019

Di seguito un video realizzato da WindowsCentral dove viene mostrata la build 18947 che contiene il nuovo menu Start Insider (oltre quello classico) e l’aggiunta del campo ricerca per le GIF nella tastiera emoji

Inoltre con una modifica al registro è emerso un centro notifiche con grafica rinnovata che vi proponiamo di seguito:

via

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Daniele Roma ha detto:

    Mi sa che è arrivato il momento di salutare le Live Tile https://media1.giphy.com/media/hn45V8hBhRIpW/giphy.gif

  2. Alexandro ha detto:

    3 passi indietro, icone statiche monocolore… inguardabile

    • LOL ha detto:

      A chi importa? Se hanno fatto a meno di questa caratteristica è perché evidentemente non riscuoteva successo (che già di norma non riscuote la stessa Microsoft in ambito consumer).

      Io dalla mia prospettiva non posso che esserne entusiasta. Man mano tutte le cose inutili stanno finendo nel dimenticatoio, e chissà che tutto questo non porti all’agognato traguardo (almeno per me) di una distro Linux reinterpretata in chiave consumer.

      • Alexandro ha detto:

        Sono almeno 10 anni che senso la storia “Windows va male c’è spazio per Linux”… su desktop rimane all’1%

        • LOL ha detto:

          Finché gli OEM preinstalleranno Windows sulle nuove macchine e gli sviluppatori prenderanno maggiormente in considerazione solo quest’ultimo, è ovvio che Linux rimarrà all’1% (con la frammentazione e la scarsa interfaccia user friendly poi…).

          Se invece la stessa Microsoft creasse un nuovo os basato su Linux, le cose cambierebbero.

    • Lukasss93 ha detto:

      https://uploads.disquscdn.com/images/0b5d4b83ba5b10b5e0ab10b7b864170d56dc2e511a51d561193c019478bf16d8.jpg hai ragione, io uso le live tile tutti i giorni, sono troppo belle e mi mantegono tutte le app che uso spesso organizzate

  3. SalvaJu29ro ha detto:

    Si ma con questo nel caso si potrebbero pinnare le pagine di One Note che si usano di più? Non mi interessano le live tiles in se, ma quella funzione mi è molto utile

  4. alex ha detto:

    “scusate ci siamo dimenticati di mettere la spunta su [inserisci Live Tiles] prima di rilasciare la build”

  5. Daniele ha detto:

    Sei ilmondobrucia giusto? :D

    Cmq occhio che MS ha ancora il 90% del mercato desktop, non è fallita e non fallirà (anche perchè ogni anno il fatturato cresce).

    Non è che vuole dettare legge, rilascia un prodotto sperando che agli utenti piace, altrimenti cambia… quello che fa il 100% delle aziende al mondo, nessuna mania di protagonismo.

    • LOL ha detto:

      No. Fortunatamente scrivo in maniera più degna, e quando parlo di fallimenti mi limito al solo settore consumer (vedi i dati relativi agli introiti, e da dove provengono per la maggior parte).

      In ogni caso cerca di limitarle queste tue paranoie, che rischi di finire come Don Chisciotte nella storia dei mulini a vento.

      P.S = Peccato che un’azienda normale valuterebbe i pro ed i contro di un prodotto, prima di immetterlo sul mercato e relegarlo al giudizio dell’utenza. Microsoft è una belva da contratti aziendali, e si vede.

    • Fabio b ha detto:

      I numeri sono fantastici, meglio di tutti gli altri e soprattutto, tanto tanto differenziati su diversi mercati. Tuttavia, manutenere Windows costa moltissimi soldi. Meglio partire da una base consolidata come Berkley e sviluppare specificità di MS e i servizi.

  6. ILCONDOTTIERO ha detto:

    E fu così che gli involutions la ebbero vinta

  7. cipo ha detto:

    No dai… è (sicuramente) uno scherzo.

  8. Dexter ha detto:

    aiuto….sembra Kde. Non mi piace comunque molto, preferisco com’è attualmente

    • Fabio b ha detto:

      Entro il 2025, amici decisamente coinvolti mi dicono anche prima, Windows sara soltanto un desktop manager, come Kde, Gnome, etc.. è il suo destino. Il core sarà sempre un prodotto MS ma derivato da qualche unix. Berkley probabailmente. troppi soldi nella manutenzione di SO che diventano complessi.

  9. moichain ha detto:

    eliminare tutto il passato?questa è la prova che le live title andranno in pensione come W10M!

  10. Fabio b ha detto:

    Live Tile sono state utili, ora sono anacronistiche e occupano spazio inutile. I tempi cambiano.Non si tratta di fallimenti ma di evoluzioni.

  11. Michele ha detto:

    So che quanto dirò attirerà molte critiche ma io preferivo di gran lunga la StartScreen di Windows 8/8.1 che non qualsiasi manu start passato o futuro!
    Personale trovo odioso il fatto che Microsoft abbia ceduto alle proteste e sia tornata indietro. È vero che Windows 8.0 era troppo orientata ai touch screen e quindi assurdamente complicata da usare con il mouse ma con l’aggiornamento a 8.1 era stato risolto tutto e finalmente Windows era un OS diverso dai precedenti, nuovo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *