• 15 commenti

Google rilascia nuove informazioni su Stadia, delusione?

Tramite un evento dedicato, Google ha rilasciato maggiori informazioni su Stadia, la propria piattaforma di gaming in streaming in arrivo sul mercato entro fine anno.

Google Stadia debutterà a novembre in 14 paesi (Italia inclusa) e sarà disponibile in due versioni:

  • Stadia Base (Gratis): Supporto a 1080p / 60 fps / Audio stereo. I giochi dovranno essere acquistati singolarmente
  • Stadia Pro (9,99€): Supporto a 4K HDR / 60 fps / Audio surround 5. I giochi dovranno essere acquistati singolarmente. Saranno inclusi giochi gratuiti regolarmente (inizialmente la collezione Destiny 2) e sconti esclusivi per l’acquisto di nuovi giochi.

Guardando la prima reazione da parte degli utenti sembra che l’entusiasmo del primo video annuncio sia già calato in quanto in molti si aspettavano un servizio migliore. Google Stadia inizialmente potrà essere giocato tramite TV (utilizzando Chromecast Ultra), PC, Notebook e Smartphone Pixel (3 / 3 XL / 3a / 3a XL). In futuro arriverà il supporto ad altri smartphone.

I titoli annunciati che saranno disponibili alla vendita al day one sono: DRAGON BALL XENOVERSE 2, DOOM Eternal, Wolfenstein: Youngblood, Destiny 2, Power Rangers: Battle For The Grid, Baldur’s Gate 3, Metro Exodus, Thumper, GRID, SAMURAI SHODOWN, Football Manager 2020, Get Packed, The Elder Scrolls Online, The Crew 2, The Division 2, Assassin’s Creed Odyssey, Ghost Recon Breakpoint, Trials Rising, NBA 2K, Borderlands 3, Farming Simulator 19, Mortal Kombat 11, Rage 2, FINAL FANTASY XV, Gylt, Tomb Raider Trilogy, Darksiders Genesis e Just Dance 2020.

Trovate tutti i dettagli sul sito ufficiale a questo link.

Parco titoli (annunciati) ridotto e solo un numero molto ristretto di giochi inclusi gratuitamente (al lancio solo Destiny 2) hanno certamente abbassato l’interesse da parte di diversi utenti. Questa potrebbe essere una buona notizia e opportunità per Microsoft che con Project xCloud dovrebbe supportare un numero di dispositivi maggiore e avere un parco titoli ben più ampio (si parla di oltre 3500 al lancio).

Non ci resta quindi che attendere la conferenza Microsoft dell’E3 2019 Domenica 9 giugno alle ore 22 italiane per vedere se Microsoft annuncerà nuovi dettagli dedicati al proprio servizio di giochi in streaming.

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Daniele Roma ha detto:

    Più che altri in molti credevano che fosse un servizio in abbonamento (tipo Xbox Game Pass), pagavi un tot e avevi tutta la libreria gratuita, invece i giochi si acquistano a parte e facile immaginare avranno lo stesso prezzo delle altre piattaforme.

    • Miki_73 ha detto:

      Esattamente quello che credevo io quando hanno lanciato il progetto qualche settimana fa, sembrava sarebbe stato il Netflix dei videogiochi ma il fatto di dover acquistare poi ogni singolo gioco ne stravolge il concetto

  2. Luca ha detto:

    A me non convinceva a prescindere…
    Solo chi sbava dietro a google può pensare che possa imporsi in un mercato dove Microsoft e Sony si sono fatti guerra e ossa in anni e anni… Vediamo cosa hanno concepito con Project xCloud.

    • Ritornoalfuturo ha detto:

      che c’entra, anche steam anni fa è uscito con playstation e xbox .
      l’ importante è offrire un servizio onesto che funzioni bene

      • Luca ha detto:

        Ma che c’entra steam? Non mi risulta che steam ti richieda di spendere 130€ di base e di usare hardware proprietario per 3 giochi messi in croce in cui tutto dipende da banda e latenza. Hanno due concezioni totalmente differenti.
        A me semplicemente non convince.

        • Ritornoalfuturo ha detto:

          steam è nato spuntato dal nulla anche quando sony e microsoft si facevano le ossa .
          stesso discorso vale per questo nuovo servizio, al di la della modalità, abbonamenti ecc

          • Luca ha detto:

            Vabbè ho capito… Mischi la ***** con la cioccolata sottolineando solo il fatto che siano entrambi marroni… Ciao :)

          • Ritornoalfuturo ha detto:

            “Solo chi sbava dietro a google può pensare che possa imporsi in un
            mercato dove Microsoft e Sony si sono fatti guerra e ossa in anni e anni”

            non c’è nessuna bava.. se il servizio funzioneà come promesso sarà semplicemente un altro modo di giocare e un altro fornitore di intrattenimento

  3. Daniele ha detto:

    Sul mobile solo sui Pixel??? Che si sono fumati?

  4. Ritornoalfuturo ha detto:

    invece la gente colta e raffinata che si intende di informatica compra i lumia o iphone

  5. Luca Serri ha detto:

    Praticamente qualsiasi brand commerciale ha utenti per la maggior parte ignoranti (non in senso negativo), compreso iPhone e compresi pure i Lumia quando “esistevano”. Così come qualsiasi prodotto ha i suoi fanatici e i suoi hater.

    • Luca Serri ha detto:

      E infatti io ho parlato di cose commerciali, categoria in cui rientrano sia iOS che Android ed in cui rientrava pure WP/W10M fino a qualche tempo fa.

      • Luca Serri ha detto:

        Se vai in un negozio che venda (anche) smartphone, come MediaWorld o Unieuro, gli iPhone li trovi eccome, e a suo tempo trovavi pure i Lumia. Idem per gli store online come Amazon o eBay. Quali negozi vendono smartphone solo Android e nessun iPhone?

  6. Cicciobello ha detto:

    Ma rilasciano anche Baldur’s Gate 3. Non può essere una delusione a prescindere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *