• 10 commenti

Andromeda alla fine del 2019 e monitor Surface nel 2020? [AGGIORNAMENTO – x1]

Stando alle ultime info arrivate da Brad Sams e pubblicate sul suo nuovo libro che descrive in dettaglio la storia che c’è dietro Microsoft Surface, scopriamo alcune interessanti novità che potrebbero arrivare nei prossimi anni.

In particolare Andromeda, il dispositivo Windows 10 pieghevole, dovrebbe essere rilasciato entro la fine del 2019 e potrebbe essere di dimensioni maggiori rispetto a quanto inizialmente progettato. Sembra infatti che il team di sviluppo abbia faticato a giustificare il dispositivo internamente, un progetto più ampio legato a questo device potrebbe invece avere un maggiore supporto.

Altra novità riguarda un monitor a marchio Surface, stando alle info di Brad infatti Microsoft potrebbe rilasciare questo device entro il 2020. Si parla anche di un possibile dispositivo audio dedicato a Cortana e alla possibilità di utilizzare processori AMD per i futuri device Surface.

Chiaramente si tratta al momento solo di info non ufficiali che data la sua tempistica potrebbero subire variazioni nei prossimi mesi. Non ci resta che attendere!

Aggiornamento x1 – 03/12/2018

Zac Bowden di WindowsCentral segnala che Microsoft sarebbe a lavoro a stretto contatto con Intel su un nuovo dispositivo Surface dual-screen basato su Windows Core OS e che sarebbe proprio questo il device segnalato come Andromeda di dimensioni maggiori. Il dispositivo, chiamato internamente ‘Centaurus‘, dovrebbe essere annunciato nel 2019 e come accaduto con Surface Pro, porterebbe un nuovo fattore di forma a cui altri costruttori potranno prendere ispirazione.

Stando alle informazioni di Zac, questo device dovrebbe anticipare il rilascio di Andromeda in modo da dare spazio agli sviluppatori di realizzare app che sfruttino a pieno i dual screen e solo successivamente spingere su un nuovo device di tipo mobile.

via

Per restare sempre aggiornato su tutte le notizie relative a Windows Phone puoi seguirci anche tramite la nostra app ufficiale , dal nostro canale Twitter e dalla nostra pagina ufficiale Facebook

  • Mirko

    Alla fine sarà un Surface Go pieghevole? Se si, interessante ma non va a prendersi la parte mobile anche se avrà successo, proprio per la trasportabilità

    • Cosmocronos

      Un ritorno di “Project Origami”…

    • Miki_73

      Dalla foto si potrebbe immaginare anche un Surface Studio da portarsi comodamente in tasca e appoggiare all’orecchio quando riceviamo una telefonata in tram 😀

  • BulbaS

    Erano già due mesi che non uscivano “novità” di Andromeda, mi stavo preoccupando 😀

  • Osimo

    Speriamo lo rilascino nel 2050, così non inzozzeranno il mercato con questo ciocco di letame putrido.

    Viva iOS e (soprattutto) Android, Microsoft e relativi fan devono solo soffrire e fare una fine atroce.

  • MatitaNera

    in effetti

  • CarMan

    Leggo altrove che potrebbe trattarsi di un dispositivo che, per le dimensioni, non entrerebbe in tasca. Se così fosse, mi chiedo a cosa servirebbe e dove starebbe la straordinaria novità. Di dispositivi simili a quello nella foto allegata (un render) ne esistono già diversi, e non è che se ne vedano così tanti in giro, tra le mani di chi lavora in mobilità. O almeno, io non ho mai visto nessuno usare un Lenovo Yoga Book, tanto per nominarne uno.

  • CarMan

    Leggo altrove che potrebbe trattarsi di un dispositivo che, per le dimensioni, non entrerebbe in tasca. Se così fosse, mi chiedo a cosa servirebbe e dove starebbe la straordinaria novità. Di dispositivi simili a quello nella foto allegata (un render) ne esistono già diversi, e non è che se ne vedano così tanti in giro, tra le mani di chi lavora in mobilità. O almeno, io non ho mai visto nessuno usare un Lenovo Yoga Book, tanto per nominarne uno. https://uploads.disquscdn.com/images/d44b5b92c14e4e133bac724ccda49c953cf03d66fc2d84518e359ecab98d246e.jpg

  • minzi

    ennesima stronzata di microsoft

  • I<3Nutella

    É sempre stato alla fine del 2019 l’uscita del nuovo tascabile windows.
    Lo sto dicendo da anni che coinciderà con la fine del supporto a Windows mobile. In modo tale che chi ha windows mobile come me, l’anno prossimo si potrà agganciare direttamente al nuovo dispositivo.
    Fenomenale.