• 23 commenti

Windows 10 in Italia arriva al 51%, Tablet sempre meno utilizzati | Febbraio 2018

Secondo i dati rilasciati da Statcounter, misurati in base alla percentuale di utilizzo del web, Windows 10 (PC e Tablet) continua a crescere con oltre il 50% dei PC Windows che utilizzano questa versione.

In particolare considerando i principali sistemi operativi Windows Desktop/Tablet, in Italia nel mese di febbraio 2018, l’utilizzo di Windows 10 è stato del 51,07%, a seguire Windows 7 con il 34,6% e Windows 8.1 7,69%.

Se invece andiamo a vedere i dati sui sistemi operativi mobile in Italia, troviamo Android leader incontrastato con il 71.93% del mercato, iOS a seguire con il 25.51 e Windows con solo l’1,92%.

Infine un’ultima curiosità, stando ai dati Statcounter, la navigazione internet a livello mondiale avviene per il 51,95% da mobile, il 43,98% da Desktop e solo il 4,07% (in discesa negli ultimi 12 mesi) da Tablet.

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Daniele ha detto:

    La percentuale di XP è qualcosa di preoccupante. Un sistema desktop vecchio di 17 anni. Come se nel 2012 si stesse usando Windows 95…

    • Emanuele ha detto:

      Segno anche che WinXP ha venduto in maniera impressionante, era proprio il periodo di boom dei computer.

    • Carmelo ha detto:

      si solo che è un tantino piu stabile. una volta con Windows98 ho aperto la calcolatrice e se bloccato il pc XD e cmq quel 3% probabilmente non ha hardware compatibile per essere aggiornato e c’è chi ancora tiene quel pc fin quando muore.

  2. minzi ha detto:

    interessante vedere come la gente per il 61% degli os dektop Windows usi un sistema a base di app per il software
    il 34% invece su base di reperimento software libero da raccolte terze
    Questo per quanto gli os degli ultimi 9 anni

  3. Unmondodipecore ha detto:

    Tra poco Windows 10 girerá su dispositivi di piccole dimensioni con funzioni telefoniche. Credo che allora si avrà veramente il boom della diffusione del nostro amato os!

    • ilmondobrucia ha detto:

      Uno smartphone con w10 completo quindi per essere utilizzato serve un mouse, tastiera monitor e presa elettrica. Perché non mi dirai che si possono usare programmi exe su un dispositivo da 6 pollici circa con il dito o pennino direttamente su di esso?

      Considerando che molti comprano Android e iPhone per la semplicità d’uso e perché non sono capaci ad usare un pc. Quindi sarà un prodotto di nicchia.

      Sicuramente farà il botto.

    • Tom Bombadil ha detto:

      Si, proprio boom!

  4. Andrea95 ha detto:

    4% da tablet, wow un successone O_O

  5. Tom Bombadil ha detto:

    Non bisogna necessariamente essere un detrattore per capire o asserire che Windows Mobile sia defunto. Non si tratta di amore, ma di opportunitá, preferenza e convenienza (non economica). C’é stato un tempo in cui valeva la pena usare Windows Mobile 6, un tempo in cui era meglio Symbian, un tempo in cui non c´era nulla di meglio di BlackBerry OS, un tempo in cui Windows Phone 7 era una novitá e prometteva grandi cose, un tempo in cui Windows Phone 8 doveva essere finalmente un SO maturo e con tutte le principali app a disposizione, un tempo in cui Windows Mobile 10 doveva rivoluzionare il settore.

    Io non credo che oggi proveremmo ammirazione o daremmo una medaglia ad una persona che ha una un HTC Touch, un Nokia 5530 o un LG Optimus 7 (giusto per citare tre device che personalmente ho posseduto). Come trovo che non ci sia nulla di eroico o di particolarmente intelligente nel continuare a dire che ad un Nokia 920 o un Nokia 830 (giusto per citare altri due device che ho posseduto) non manchi niente rispetto alla concorrenza. Chi é passato ad Android o iOS non lo ha fatto per amore o odio, lo ha fatto per opportunitá, preferenza e convenienza (non economica).

    Premiare un utilizzatore di Windows Mobile, sarebbe come dare una medaglia ad un soldato che é rimasto con il fucile carico in una caverna ignaro del fatto che la guerra fosse finita da 2 o 3 anni.

    Ostinarsi non serve a niente.

    • minzi ha detto:

      concordo pienamente, specialmente se gli stessi governi che dovrebbero dare medaglie hanno detto da 3-4 anni a quel soldato che non doveva combattere più perché la guerra è finita

  6. Tom Bombadil ha detto:

    Dismesso o defunto cosa cambia? Il succo é che la festa é finita ed é finita il giorno in cui i primi Lumia 950 sono arrivati sul mercato. In quel preciso istante si é capito che Windows Mobile era sulla via del declino. Solo un cieco avrebbe potuto pensare diversamente.

    EDIT:
    Poi vi prego, smettetela di usare i curicini, state diventando peggio dei fan Apple. Il livello di fanatismo é uguale! Fatelo almeno per quella che é stata la storia di Windows Phone e Windows Mobile.

  7. Tom Bombadil ha detto:

    Ah, poi sono le mie parole a non avere senso. Ma argomentare no? Solo slogan, mai un minimo di approfondimento, mai una lettura un po´piú ampia. Solo slogan!

  8. Tom Bombadil ha detto:

    Per vendere una quota di mercato dovresti prima trovare un acquirente. Secondo te Microsoft avrebbe venduto la propria quota di mercato in cambio di servizi e cloud? Ma stai scherzando? La quota di mercato di Microsoft in ambito mobile si é sciolta come neve al sole dopo che si é capito che non sarebbero arrivati nuovi device, che non sarebbero arrivate mai le app promesse e che l´SO aveva un destino segnato.

    Microsoft nell´affare Mobile ha solo perso un mucchio di soldi, ma per colpa sua!

    • minzi ha detto:

      Guarda Tom, tutto può essere, gli accordi non vengono spesso ufficializzati…certo è che se lasci la pagnotta a cui tutti sono interessati puoi dedicarti ad altro, altro a cui magari i contendenti non sono interessati ma di cui hanno bisogno e anche se lo fossero non possono dedicarcisi per mancanza di risorse e conoscenza.
      Mettiamo che Ms abbia rinunciato ad un suo os mobile e suoi Smartphone solo per i soldi….Microsoft avrà perso pure un mucchio di soldi ma ne avrebbe persi ancora di più continuando…a bilancio soldi risparmiati e ammortizzati sono un guadagno, quindi ne avrà pure persi ma ora ne sta guadagnando uscendo dall’affare mobile e ne sta guadagnando nell’affare mobile altri ancora occupandosi di pagnotte di cui gli altri non vogliono e/o non possono occuparsene dovendosi già occupare di Smartphone e os

      Tutti contenti, non capisco come mai gli unici non contenti sono i clienti finali che si pongono preoccupazioni e dubbi che non gli competono ne interessano ( non sto parlando di te o 500 euro)

      • Tom Bombadil ha detto:

        Microsoft era in rosso con il Mobile ed ha mollato per evitare ulteriori perdite, su questo sono assolutamente d’accordo con te. Che Microsoft riesca a fare più utili con il software e con i servizi è un altro dato di fatto.

        Che sia un peccato è un altro dato di fatto. A me Windows Phone e Windows Mobile piacevano e sarei rimasto con Windows in ambito Mobile se solo Microsoft avesse continuato a crederci e avesse mantenuto le promesse.

        Non lo ha fatto, amen! Si passa ad altro. Ci si vede magari al prossimo giro.

  9. Tom Bombadil ha detto:

    La realtá la fa il bilancio. Tu hai mai letto un articoli inerente ai bilanci Microsoft? Se lo avessi fatto eviteresti di fare supposizioni e sapresti come sono andate le cose. Non c´é bisogno di conoscere ne Microsoft, ne il CEO e nel il signor Gates per poter leggere i bilanci di Microsoft. Non c’é bisogno ne di volare basso, ne di guardare la realtá, basterebbe informarsi un minimo, ma dico solo un minimo prima di parlare a vanvera.

  10. Tom Bombadil ha detto:

    Ovvio, gli slogan ti risparmiano di dover spiegare le tue ragioni (soprattutto quando di ragioni non ne hai).

  11. Tom Bombadil ha detto:

    Ma che accordi? Tu stai parlando di fantascienza. Non c’é stato mai nessun indizio di quello che stai dicendo, nemmeno un rumor. Sei l´unico al mondo che ha ipotizzato che Microsoft abbia venduto le proprie quote di mercato. Allora ipotizziamo che Nadella in realtá é Steve Jobs sotto mentite spoglie e che per vendere piú iPhone abbia distrutto Windows Mobile. Fantascienza per fantascienza vale tutto.

  12. Tom Bombadil ha detto:

    Eh?

  13. minzi ha detto:

    appunto è per questo che hanno deciso che proporre e produrre tablet e Smartphone non gli servono ne os proprietari in tali settori……stai sottovalutando un’altra ipotesi che tanto ipotesi non è visto che è stata confermata anche dalla stessa Ms: il prodotto Windows non è proiritario, Ms non cerca ne gli servono masse che si affezionano a prodotti Microsoft. A Ms non interessa ne serve che la gente usi il suo browser, il suo os.

    A Ms interessa che aziende che offrono software e servizi front end alla gente con il loro logo usino a livello back end prodotti Ms per fornirli…..su questi prodotti non ci sarà il logo Ms quindi non serve che la gente ami o si affezioni al logo Microsoft, ma Ms ci avrà comunque guadagnato e porterà avanti il suo business.

    Quindi se portatili e pc fossero anche in contrazione commerciale e sempre meno Windows sarebbero usati a Ms poco importa, venderanno il loro Intelligent cloud e office e strumenti back end ad aziende che produrranno prodotti con sopra os di Google e apple che utilizzeranno poi i clienti finali.

    Esempio: settore automotive….tutte le macchine montano android auto o car play….conclusione diretta è che Ms ha perso opportunità e quel mercato dato che non la si vede……errato. Come fanno tali auto a scambiare dati, raccorglierli e analizzarli e usarli per ottimizzare consumi, guida e funzioni dell’auto? Come faranno tali aziende a produrre quelle auto? il loro sistema proprietario? Con software Microsoft e intelligent cloud…non lo vedo, non lo saprò, ci avrò collegato il mio android o iphone ma Microsoft avrà portato avanti il suo business con i suoi guadagni….pensi che con un business così a Ms importi che io lo sappia o che mi affezioni al suo marchio?

    Altro esempio più concreto: la domotica. Ho vari sensori che volevo usare integrandoli….avrei dovuto comprare un raspberry e un arduino per farli dialogare perdendo tempo a configurarli e comprarli (con i rischi di rottura e funzionamento dell’hw)….ho usato azure,(gratis per l’uso che mi serviva) su cui sono simulati arduino e raspberry, i sensori domotici che ho dialogano attraverso il wifi direttamente con iot azure e posso integralo anche con cognitive service di meteo,traffico, avvenimenti e ottimizzazioni consumi senza dovermi appoggiare a soluzioni proprietarie o pagare per hw per gestirli con i rischi di rottura e obsolescenza…..tu dirai, ok te l’hai fatto ma la maggioranza non ha voglia di farlo ne ha le conoscenza per farlo: ok compra e usa servizi di netatmo, honeywell e compagnia con soluzioni proprietarie già pronte di cloud….secondo te tante di quelle soluzioni su cosa si basano e come sono fatte? Su cloud e intelligent cloud e prodotti software Microsoft, i clienti finali non lo sanno ne lo vedono ne si affezionano a Ms ma non importa, l’azienda sta portando avanti il suo business…quindi ha senso dire che Microsoft ha perso l’opportunità della domotica e non è presente? No
    Ha scelto semplicemente di offrire servizi a terzi affinché questi producano e forniscano prodotti interfacciabili con ios e android e a volte anche Windows….infischiandonese di quanti Windows siano perché tanto poco importa per il suo business….i terzi possono cambiare nel tempo adattandosi ai gusti e preferenze dei clienti ma avranno sempre bisogno di soluzioni integrate su cui basarsi e spesso non possono essere proprietarie da zero dato la velocità del mercato e la complessità di queste. Vedi Foxcomm, produce per Nokia, apple e tantissimi altri oem, i clienti nemmeno lo sanno, a Foxcomm importa? Neanche un po’…foxcomm è fuori dal settore Smartphone? No Porta avanti il suo business? Lato software e cloud, Microsoft è la foxcomm del settore software che per strategia aziendale precedente ha deciso di rimanere anche in minima parte come operatore back end, ma questo non significa che sia importante per l’azienda o prioritario, fa brodo e soldi anche quello e visto che già c’è lo mantengono. Questa dualità confonde qualche cliente? A Ms non interessa, tanto o va male o bene sono focalizzati su altro che il cliente finale non vede ne può influenzare.

    Scusa per il lungo messaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *