• 9 commenti

Primi Notebook con Windows 10 on ARM in arrivo in Italia con TIM [AGG. x1 – Unieuro]

All’inizio dello scorso mese abbiamo assistito all’annuncio dei primi notebook basati su architettura ARM, in particolare i primi device ad arrivare sul mercato saranno quelli realizzati da Asus e HP (Ufficiale: Asus e HP presentano i primi Notebook con Snapdragon 835 (ARM), connessione LTE e 20 ore di autonomia!).

Dal CES 2018 di Las Vegas ecco arrivare un comunicato stampa da parte di Microsoft e Qualcomm dove annunciano un numero molto ristretto di operatori che inizieranno a breve la vendita di questi notebook, in particolare vengono menzionati: China Telecom (China), TIM (Italy), EE (UK) e Verizon/Sprint (US).

Ricordiamo che i primi device Windows 10 “Always Connected” ad arrivare sul mercato utilizzeranno come processore lo Snapdragon 835 che garantisce buone prestazioni, connessione LTE ad alta velocità e ottima autonomia.

Aggiornamento x1

Qualcomm nella giornata di oggi ha comunicato che i primi PC Always Connected saranno disponibili entro questo trimestre, per quanto riguarda il mercato italiano viene segnalato Unieuro come rivenditore ufficiale di questi device (sia online che presso i negozi fisici). A breve dovrebbero arrivare maggiori informazioni sulla disponibilità, modelli e prezzi.

viavia

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. alex ha detto:

    Bene, però ho già comprato un portatile nuovo quindi per me se ne riparlerà tra 5/6 anni (…se ancora esisteranno)

  2. Hankel ha detto:

    spero non alzino i già sostenuti prezzi di questi WoA

  3. Miki_73 ha detto:

    Sono proprio curioso di vedere quali saranno i prezzi di questa categoria di prodotti.

  4. Gino G ha detto:

    E ancora non si parla di prestazioni. La cosa, per me, inizia a farsi preoccupante.

  5. Qubit ❌Not ᵛᵉʳᶦᶠᶦᵉᵈ ha detto:

    Non metteremo mai una sim nel portatile useremo l’hotspot dello smartphone, come fatto fin’ora! credono davvero che uno spenda per due connessioni mobili avendo Wi-Fi a casa e lavoro? Loro pensavano che il problema di Windows sia l’always online? Sono completamente fuoristrada.

Rispondi a alex Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *