• 17 commenti

NetMarketshare – La quota di mercato di Windows 10 supera il 34% a gennaio 2018

NetMarketshare, società di web analytics specializzata in analisi web, ha pubblicato in queste ore le proprie statistiche relative alla percentuale dei sistemi operativi nel mondo aggiornate al mese di gennaio 2018.

A 2 anni e mezzo dal rilascio di Windows 10 (desktop), la quota di mercato della nuova versione del sistema operativo di Microsoft arriva al 34.29% (rispetto al 32,93% dello scorso mese), in prima posizione ovviamente Windows 7 con il 42,39% e nell’ultimo scalino del podio Windows 8.1 con il 5.56%. A seguire troviamo Mac OS X 10.13 al 4.46%, Windows XP con il 4.05%, Mac OS X 10.12 al 2.65%, Mac OS X 10.11 all’1.47%, Linux all’1.31% e Windows 8 all’1.13%.

Di seguito il grafico globale relativo al mondo desktop dove Windows si prende ben l’87.79% del mercato, a seguire Mac OS con il 9.95% e Linux con l’1.93%.  Chrome OS, il sistema operativo di Google, si ferma allo 0.31% del mercato:

via

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Alberto B. ha detto:

    Ed io che credevo si parlasse del mobile…

    • Emanuele ha detto:

      Aggiungi un “0,” e ci siamo per il mobile

    • yepp ha detto:

      Oggi per W10M c’è la seguente pioggia di aggiornamenti:
      – Groove Musica 10.18011.12712.0 con la nuova funzionalità per impostare come schermata di blocco l’immagine dell’artista della Riproduzione in corso!
      – Microsoft Messaggi 3.37.23003.0
      – Microsoft Store 11801.1001.4.0

  2. Riccardo88 ha detto:

    Tanto bordello per Chrome OS ed ha solo lo 0,31% del mercato O_O

  3. salvatore ha detto:

    Non capisco come mai sia google che ifone hanno sul lato fisso hanno percentuali ridicole ma tutto sommato continuano a mantenerlo e a svilupparlo, mentre Microsoft che aveva il mobile alle stesse percentuali ha preferito chiudere?

    • yepp ha detto:

      Non ha chiuso nulla. W10M è ancora vivo

    • minzi ha detto:

      perché Google e apple hanno intenzione di continuare a offrire quel servizio essendo fondamentale per il loro core business presente e futuro ovvero ecosistemi per tenere predominante il mobile, mentre Microsoft ha preferito chiudere non essendo fondamentale per il suo core business ne il mobile ne il lato fisso ovvero intelligent cloud e servizi enterprise (non dimentichiamo che per ms il lato fisso partecipa solo per l’11% circa al suo fatturato e decisamente meno sui guadagni e con andamento di crescita pure piuttosto lieve) mentre intelligent cloud e servizi enterprise crescono a doppia cifra quasi
      Per fare una comparazione Microsoft con il cloud guadagna 5-6 volte quello che Google guadagna grazie ad android , Google guadagna più o meno quello che guadagna Microsoft con il cloud ma con la pubblicità (core business di Google) mentre apple guadagna quanto Microsoft e Google messi insieme con la vendita di iphone mentre amazon non guadagna nulla vendendo online ma guadagna con il cloud quanto Google guadagna con android e smartphone.

      • salvatore ha detto:

        Se quello che dici è vero inizio ad aver paura sul futuro di w10

        • minzi ha detto:

          purtroppo a grandi linee è così e sinceramente anche io ho dubbi sul futuro di w10, personalmente credo che se le cose continueranno cos’ ci sarà sempre meno focus sui sistemi desktop Windows da parte di Microsoft.
          Ma la cosa positiva per noi utenti consumer è che fuori un papa se ne fa un altro, nel momento in cui si dovrà sostituire l’os nelle case consumer per pc ci saranno valide alternative, per noi utenti cambia poco: l’importante è adattarsi senza obbligarsi a vedere le cose immutabili, non è cosa usiamo e di chi sia l’importante, ma che ci permetta di fare le cose che facciamo in modo migliore possibilmente.

          Ci sono rumour che parlano di un cambiamento di rotta di Ms per Windows a livello consumer, per semplificarlo e renderlo più immediato e adatto alle masse simil smartphone (mantenendo una versione pro, quella attuale per i prosumer e pro e gamer) ma visti gli attuali bilanci e filosofa aziendale sono scettico siano veritieri ma tutto può essere. Scettico anche perché perderebbero di senso tante scelte come quelle sull’hw e sul mobile e uscita dal mondo consumer.
          Vedremo, qualsiasi cosa sia si parla di 2019-2020, non è lontano quindi vedremo prossimamente se sono rumour fondati o meno

    • Truko ha detto:

      Perché Google non ha come obiettivo principale il settore desktop.

      E non dovrei dirtelo io, che qui siete informati quanto basta quando si tratta di gridare al complotto contro WM.

    • Luca Serri ha detto:

      Nel mercato desktop Apple ha dei grossi margini di guadagno, visto che vende solo prodotti di fascia alta. Microsoft invece era in perdita di miliardi a semestre con WP, e la situazione non era destinata a migliorare.

  4. moichain ha detto:

    ma basta scrivere balle non arriveranno più build quindi è finita progetto chiuso!!!

  5. Pikkio ha detto:

    È una spettacolare piattaforma che gli altri competitor possono solo invidiare!

    Infatti è così invidiata, che Microsoft è finita per portare tutti i suoi servizi altrove.

    RITARDATO! MANCO IL TROLL SAI FARE!

  6. Cosmocronos ha detto:

    Commento che stigmatizza un assoluta e totale confusione su quello che, sulla base ovviamente dei rumors, dovrebbe accadere.
    W10M e’ morto e defunto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *