• 12 commenti

Microsoft rimuove Bitcoin come opzione di pagamento a causa della sua instabilità [AGGIORNAMENTO x1]

Era la fine del 2014 quando Microsoft ha deciso di accettare Bitcoin, una delle criptovalute più note al gran pubblico, come opzione di pagamento per tutti i propri contenuti digitali negli Stati Uniti (Microsoft aggiunge Bitcoin come opzione di pagamento per l’acquisto di contenuti digitali (in USA)).

BleepingComputer, parlando con Microsoft, ha scoperto che la casa di Redmond ha deciso di interrompere il supporto al Bitcoin come metodo di pagamento per contenuti digitali, la causa sarebbe da imputare all’instabilità di questa valuta (già in passato Microsoft aveva interrotto momentaneamente il supporto a Bitcoin).

Una scelta simile a quella fatta da Steam (info qui) che proprio lo scorso mese ha deciso di non supportare più Bitcoin a causa della sua “volatilità e di costi di transazioni sempre più elevati”.

Aggiornamento x1

Un portavoce Microsoft comunica che è stato ripristinato Bitcoin come opzione per i pagamenti del Microsoft Store per tutti i contenuti digitali negli Stati Uniti, di seguito il breve comunicato:

We’ve restored bitcoin as a payment option in our store after working with our provider to ensure lower bitcoin amounts would be redeemable by customers

via – via

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Hankel ha detto:

    Comprensibile

  2. bruno ha detto:

    Una notizia bomba signori e signori.
    Merdroid ha vinto la saga del buco nel 2017.

  3. Alexv ha detto:

    La tolgono appena scende o traballa il bitcoin. Mica scemi.

Rispondi a Geminus Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *