• 40 commenti

WeChat UWP: L’app ufficiale in versione UWP arriva su Windows 10, niente Mobile

Alla fine del mese di settembre vi abbiamo segnalato come la popolare app di messaggistica WeChat aveva decido di abbandonare il supporto a Windows Phone consigliando ai propri utenti di utilizzare uno smartphone Android e iOS (WeChat dice addio a Windows Phone).

Per quanto riguarda la versione desktop, l’app UWP disponibile solo su PC era stata sostituita dalla versione Win32 come potete verificare a questo link, oggi il team di WeChat ha deciso di pubblicare l’applicazione in versione UWP come nuova app sul Windows Store con il nome di “WeChat UWP”.

Purtroppo nonostante sullo Store viene segnalata la compatibilità anche per gli Smartphone, questa versione è stata compilata esclusivamente per dispositivi con architettura x86 e x64, quindi non è possibile installarla sui dispositivi Windows 10 Mobile, vedremo se con un futuro aggiornamento arriverà la compatibilità anche per questi device.

Tasto_Download_Windows10

via

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. black_dns ha detto:

    @yepp dove sei? Spiegaci tu come stanno le cose!

  2. Davide ha detto:

    Se la prossima versione di Windows è completa il problema non sussiste,. Windows core OS è Windows classico per come lo conosciamo con la differenza nella sua struttura modulare ed adattabile, comunque arrivino le App dovrebbero poter funzionare

  3. Alberto Donati ha detto:

    ci saranno ancora dei fessi che useranno Windows su mobile in futuro ? ne dubito.

  4. Orlaf ha detto:

    Ben vi stà…

    La prossima volta ci penserete due volte prima di acquistare un Lumia (anche usato).

  5. Davide ha detto:

    Quello che stavo dicendo è che le app che sono sullo store per pc dovrebbero poter girare sulle future versioni Windows, quello che si dice al momento è che non dovrebbero esserci limitazioni teoriche

  6. GiobyOne ha detto:

    Sono convinto che piano piano arriveranno tantissime APP, messaggistica, banche ecc.. tutte utilizzabili dal PC. Il dramma e’ che siamo tornati al punto ZERO per le APP in mobilita’, pagamenti, car/bike sharing, travel, domotica e chi piu’ ne ha piu’ ne metta. Chi si mette a “sviluppare” applicazioni UPW/Andromeda One Core o come diavolo si chiamera’ avendo ZERO bacino di utilizzo?

    • black_dns ha detto:

      Siamo realisti, sul PC le APP non sfonderanno mai. Semplicemente non servono, apri il browser e hai tutto. Anche quelle app che utilizziamo su Windows 10 (foto, video, ecc. ecc.) le usiamo solo in quanto sostitutive dei vecchi programmi.

      • cipo ha detto:

        Si..vero oppure ci sono i programmi “veri e propri” come siamo abituati da sempre…almeno quelli che usano il PC da un po’ di anni..
        ad esempio per un servizio come Spotify c’è un programma fatto molto bene e non mi viene neppure in mente di usare l’App.. poi in futuro si vedrà come queste evolveranno.

        • Nalin ha detto:

          Non direi che sono proprio inutili rispetto ai programmi. Questi ultimi sporcano praticamente sempre i registri causando non pochi problemi nel lungo periodo. Visto e considerato che l’utente medio, come è giusto che sia, non ha cultura informatica per poter fare manutenzione sul proprio pc, le app sono un’ottima soluzione da questo punto di vista.
          Sul mobile è chiaro che per ora non hanno intenzione di fare nulla.

          • black_dns ha detto:

            Si, ma questo sta portando veramente ad un impoverimento delle funzionalita´. Io non considererei l´utente medio come un bambino che smanetta senza sapere cosa stia facendo e che ha bisogno di essere sempre protetto.

          • Nalin ha detto:

            Guarda, lavoro nell’ufficio sistemi di un’azienda informatica e ti stupiresti di quanti colleghi facciano fatica a capire i concetti basilari di un pc. Abbiamo assistito negli ultimi anni al processo di “semplificazione” del tutto proprio in funzione del fatto che l’utente è considerato incapace. Apple ne ha fatto il suo cavallo di battaglia e in molti casi vende semplicemente perché “funziona e non da problemi”. Visto che vendono a vagonate a prezzi stellari, mi sembra che in ogni caso abbiano colto nel segno. L’utente medio non smanetta per niente, l’utente medio vuole avere tutto semplice e a portata di click. Se non è così usa altro oppure impara queio 4 click che gli consentono di lavorare. E non è un male come cosa, semplicemente anche Ms si è accorta della cosa. Semplificare la cosa e far si che risulti familiare come sugli smartphone, secondo me non può che essere un vantaggio per gli utenti. Più tutti i vantaggi tecnici che ci sono.
            Hai ragione sul discorso delle funzionalità, quella parte sicuramente va migliorata in maniera sostanziale.

          • black_dns ha detto:

            Non vorrei che per inseguire l´utente medio si finisse per banalizzare il tutto. Io sono per la semplificazione, ma non per il togliere. Per me un´App o un Software e´ ben riuscito quando riesce ad offrirti soluzioni avanzate ma con una grafica semplice e ben organizzata. Qui si sta andando verso il bottone unico, da cliccare e basta. Ho visto ieri l´aggiornamento di Lightroom sul mio PC, una cosa indecente. Scusate per gli accenti tutti sballati ma scrivo da una tastiera tedesca ed e´ un casino.

          • Nalin ha detto:

            E’ già tutto banalizzato al fine di questo. Si va sempre più verso un impoverimento mentale a livello culturale. E’ un male lo so, e non può far altro che peggiorare, ma già ora quante persone vedi che si informano veramente e non tramite le news di fb? Quanti leggono ancora? E invece quanti si sentono morti senza cellulare li vicino?

          • black_dns ha detto:

            Ma guarda, l’ignoranza che c’è in giro oggi credo sia la stessa di 10 20 o 50 anni fa. Adesso è tutto più accentuato solo in virtù del fatto che una volta gli scemi del villaggio li trovavi al bar del paese, adesso li trovi su Facebook. C’è una rete internazionale di scemi del villaggio che adesso possono comunicare tra di loro ed essere letti da milioni di persone. Se però il target delle aziende diventa esclusivamente lo scemo del villaggio siamo messi male.

          • cipo ha detto:

            Riguardo all’installazione/de-installazione e zombi nel registro e in “c:” purtroppo è un problema, hai ragione! per il resto come detto anche sotto, ad oggi, c’è il rischio di un impoverimento di funzioni e un appiattimento generale… non sono programmatore però sono curioso di vedere come evolveranno le App dal lato funzioni ed interfaccia..

        • black_dns ha detto:

          Anch´io uso Spotify. L´app e l´.exe sono praticamente identici. Dovrebbe trattarsi di un semplice porting. Usare l´app non mi porta nessun vantaggio, anzi, ho dovuto disinstallarla in seguito ad un aggiornamento. Semplicemente non partiva piu´. Uso giusto quelle app che trovo comode tipo il Meteo e Wunderlist e le app di sistema, Foto e poche altre. Groove lo trovo ad esempio troppo limitato per ascoltare la musica, l´app delle mappe limitata rispetto ad un browser, ecc. ecc. Le app hanno senso in mobilita´, ci semplificano molte operazioni

          • cipo ha detto:

            Uguale anch’io… tra l’altro trovo delle differenze enormi ad esempio tra l’App MS meteo, che trovo bellissima, e altre tipo money o news che sono davvero tristoline! :D

          • black_dns ha detto:

            Money non l’ho mai installata perché non seguo la finanza, ma News l’ho provata. Ho provato ad impostare le fonti e gli argomenti che avrei voluto leggere, ma non ha mai funzionato a dovere. Alla fine mi ritrovavo la home piena di gossip. L’altra cosa che ho trovato sconvolgente e che MSN sostituisce i titoli (non so se lo fa ancora). Una notizia data sul sito originale con il titolo “Uomo rischia di cadere dal quarto piano” su MSN diventava “Un uomo si affaccia da quattro piano… guarda cosa succede”!

      • Miki_73 ha detto:

        Considerando che la stessa Microsoft ha di fatto sospeso lo sviluppo di Windows10 in modalità Tablet (ormai sono piu di tre redstone che non viene implementato nulla in questo senso) direi proprio che anche in ambito PC le app andranno a morire. D’altronde il mobile é morto, Tablet Windows praticamente tranne qualche cinesata non ne fanno, rimangono i notebook, gli ibridi e i pc desktop. Insomma la vedo male per le app!

        • 950tuttounfreeze ha detto:

          Io la vedevo male da quando comprai il mio primo lumia 610. Poi 800, 820, 640, 950. Al giorno d’oggi finalmente hanno dichiarato che non esisterà piu windowsmobile. Il problema è che non è mai esistito lo store.

  7. Nalin ha detto:

    Se intendi smartphone, ovviamente ora come ora no. Lato tablet, magari con woa, potrebbero anche avere un senso.

  8. Shalashaska ha detto:

    Ma va, questo si sa dalla notte dei tempi

  9. Simofir ha detto:

    yepp troverà il modo per installarla come insider…
    LOL

  10. Radames Lovato ha detto:

    non capisco… uso l’app wechat da anni sul pc,che novita’ sarebbe? tra l’altro e’ anche incompleta rispetto la versione mobile.. per quanto riguarda windows mobile mi trovo in difficolta’.. ho rotto il display del nokia 1020 e non so che fare,per ora sto usando un iphone4 e non c’e’ paragone con la sincronizzazione di windows mobile,ma se wechat non funziona piu’ …beh tanti saluti mi prendero’ un iphone x

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *