• 15 commenti

Microsoft ottiene un brevetto relativo alla realizzazione di uno scanner per le impronte digitali sotto il display

Windows Hello (il nuovo sistema di autenticazione) è una delle nuove funzionalità arrivate con Windows 10 che utilizza il riconoscimento facciale, dell’iride o tramite impronte digitali per effettuare l’autenticazione dal proprio PC, app e web.

In particolare su dispositivi con cornici molto ridotte, come smartphone o tablet, l’aggiunta del sensore per le impronte digitali può diventare difficoltoso per mancanza di spazio, per ovviare a questo problema molti produttori hanno iniziato ad inserire lo scanner per le impronte nella parte posteriore o ad utilizzare un sistema di autenticazione differente.

Per risolvere il problema, in molti studiano l’integrazione dello scanner per le impronte direttamente sotto il display, in merito a questo Microsoft ha appena ottenuto un brevetto, presentato lo scorso anno, che parla proprio di un sistema per integrare questa tecnologia sotto lo schermo.

Nel brevetto, Microsoft parla anche dei problemi che ci sono attualmente nella realizzazione di questo scanner:

“Ad esempio i dispositivi borderless o con cornici molto ridotte non lasciano lo spazio sufficiente all’infuori del display per i componenti necessari per il rilevamento dell’impronta. Inoltre il rilevamento capacitivo è molto sensibile alla distanza fra il dito e il sensore, quindi la copertura in vetro del display di un dispositivo informatico può ridurre drasticamente l’efficacia del rilevamento quando i componenti sono posizionati sotto il display. Il rilevamento ultrasonico è accompagnato dai problemi relativi al rumore e vari problemi di produzione. Le fotocamere digitali sono invece ingombranti e costose. Molte di queste soluzioni sono inoltre difficili da implementare nelle dimensioni disponibili su un dispositivo informatico

Vedremo se questo brevetto si trasformerà in realtà, magari integrato nel tanto discusso Surface Phone / Surface Pocket. Cosa ne pensate?

viavia