• 28 commenti

Fine supporto per l’app Traduttore di Microsoft su W8, WP7.5 e WP8 [AGGIORNAMENTO – x2]

Microsoft, tramite un post sulla pagina Uservoice dedicata a Microsoft Translator, ha annunciato la fine del supporto dell’applicazione alle piattaforme Windows meno recenti.

Traduttore10

In particolare, a partire da domani 22 marzo 2017, l’applicazione Traduttore non sarà più disponibile nello Store di Windows 8, Windows Phone 7.5 e Windows Phone. L’app installata su questi dispositivi smetterà di funzionare a partire dal 30 aprile 2017.

Gli utenti Windows 8.1 e Windows Phone 8.1 riceveranno a breve un aggiornamento dedicato all’app Traduttore che permetterà di continuare ad utilizzarla anche dopo la data del 30 aprile 2017. Su Windows 10 e Windows 10 Mobile invece nessun problema, è già disponibile da diverso tempo la nuova versione pienamente supportata da Microsoft.

Vi ricordiamo che potete scaricare l’app Traduttore gratuitamente dallo Store Windows gratuitamente  da questo link.

Aggiornamento x1 – 22/03/2017

Microsoft da pochi minuti ha reso disponibile l’aggiornamento all’app Traduttore che permette alle vecchie versioni di Windows di continuare ad utilizzare l’applicazione anche dopo la data del 30 aprile 2017. Con questo update viene rimosso il supporto per Windows 8, Windows Phone 8 e Windows Phone 7.5 (quindi le vecchi versioni di Windows non aggiornate).

La nuova versione dell’app Traduttore è disponibile sullo Store Windows gratuitamente a questo link.

Aggiornamento x2 – 02/05/2017

Come annunciato, a partire dall’1 maggio 2017 l’app Traduttore di Microsoft non è più utilizzabile su Windows 8, Windows Phone 8 e Windows Phone 7.5

via

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Alexandro ha detto:

    Direi no problem, essendo che tutti gli utenti in grado di installare app hanno almeno Windows 8.1 o Windows Phone 8.1…

    • Max ha detto:

      oramai sempre meno, non si vedono quasi più lumia in giro. che disfatta.

      • LiFe Is A gAmBLe ha detto:

        Con mia grande sorpresa a Torino ne vedo sempre di più e anche 950xl e 950 più Xl sono realmente stupito

        • ernestoal ha detto:

          mai visto uno. vedo ancora dei 640, dei 930, ma la serie .50 non l’ho mai avvistata.

          • Zikade90 ha detto:

            Sarò di parte perché vivo all’estero (e qui da me il 90% della gente usa iPhone) ma di lumia 950 non ne ho mai visti in giro nemmeno io. Di 640 come il mio a iosa, anche perché alcuni mesi fa ci fu una svendita di un grande negozio e li davano a 69 euro (con associate due cover in silicone)… Peccato che la stragrande maggioranza sia finita in mano ad anziani che li usano solamente per chiamare, tenendoseli con w8.1.

      • ilgrandepaolo ha detto:

        Io vedo solo 950 e 950 xl ovunque, probabilmente perché al prezzo a cui vengono venduti non esistono alternative con android. Solo io ne ho presi 4 per la mia famiglia (2 950 e 2 xl) e ho regalato 2 xl hai miei genitori (hanno bisgogno di vedere bene e quindi serve grande. Con 1500€ siamo a posto tutti. Con questa cifra avrei preso 1 iphone e mezzo o 4 cessi con android. Manca Mario Run? Esticazzi

        • Luca Serri ha detto:

          Sei ancora rimasto al 2012? DI Android buoni a 200€ ne trovi. Se poi non ti piace proprio il sistema è un altro discorso.

          • massimo ha detto:

            ah Luca eddaje…
            a parte che non a tutti piace android
            e non mi parlare di fotocamere su terminali android a quei prezzi lì
            per i miei gusti fa schifo pure la fotocamera del galaxy s7 edge confrontata a quella del 950 che trovi a 239 euro iva e spedizione comprese

            essuvvia…

          • Luca Serri ha detto:

            Infatti ho scritto che l’OS può non piacere (e ci sta), ma non è quello il punto. Molti sono convinti che Android sia lo stesso del 2012, ossia un OS che faceva schifo su quasi tutti i telefoni salvandosi solo sui top di gamma (e neanche tutti), ma le cose sono parecchio cambiate.

          • massimo ha detto:

            può essere, ma tanti utenti come device principale usano il pc
            ed avere lo stesso sistema operativo (o una versione del tutto simile) su pc e sul telefono non è cosa da poco

            pur di avere questa comodità, magari possono essere disposti anche a non avere l’app tal dei tali o il giochino tal dei tali

            infatti credo, ma è una mia opinione, che se MS avesse insistito continuando a produrre i telefoni (come la serie 5, chiaro non con i problemi che aveva WM appena uscito), pubblicizzando adeguatamente sui mass media e sponsorizzando qualche app famosa che mancava ora la situazione sarebbe ben diversa
            (ma avrebbe creato seri problemi di fatturato ad apple… cosa che un’azienda americana come Microsoft non gradisce)

            poi è arrivato nadella e si sa com’è andata

          • Luca Serri ha detto:

            All’utente medio non interessa avere lo stesso OS su PC e telefono, vuole le app e basta. Se WP/W10M non le ha e non gli offre nulla in più che possa davvero interessargli, perché dovrebbe preferirlo ad Android o iOS?

        • Max ha detto:

          cosa vedi ovunque? ma in che micro mondo vivi?

        • massimo ha detto:

          i miei alla fine usano sempre le solite tre o quattro app…
          news, meteo, groupme perchè ho fatto io un gruppo di famiglia
          e qualche volta skype

          nemmeno WA perché in famiglia l’ho bandito
          non è possibile, da esaurimento :)

        • RvP ha detto:

          Ma chi credi di prendere in giro?

    • Manganaccio ha detto:

      Scusate se mi intrometto, sono rientrato su plaffo dopo quasi un anno, dopo aver cambiato device… ho letto moltissimi commenti che spaccano la comunità in chi ormai crede che l’OS Microsoft sia spacciato, chi lo difende in maniera esponenzialmente soggettiva e chi invece risulta essere obiettivo.

      In breve espongo la mia idea e la mia esperienza (sicuramente se qualcuno leggerà penserà “e chi se ne frega”), avevo un lumia 920, una bomba per un telefono ormai datato e col tempo ovviamente ha cominciato a mostrare problematiche non poco evidenti, rallentamenti, bug, crashes e quant’altro, giunto il momento di cambiare telefono volevo acquistare un lumia 950, ma ormai i negozi di telefonia non lo trattavano nemmeno più, quindi ho optato per Un iPhone. Non parlo della mia esperienza con Apple per evitare di fare proselitismo, ma mi soffermo su ciò che ha spinto me a cambiare e su ciò che la massa vuole.

      Ho scelto il marchio della “mela” (ma poteva essere anche Android) in quanto prima di cambiare leggevo che Microsoft non avrebbe prodotto più telefoni per circa un anno fino alla nuova uscita del surface phone (sappiamo i tempi di Microsoft e non sarà un anno, ormai quasi alla scadenza) e come me, molti utenti leggevo che avevano intenzione di cambiare o avrebbero cambiato per lo stesso motivo.
      Premetto che sarei rimasto fedele a Microsoft se solo si fosse impegnata come agli inizi di WP8 e WP8.1, ma da quando nadella è diventato CEO posso dire che la divisione telefonia è andata scemando.

      Per quanto riguarda la massa, l’utente medio non guarda affatto le caratteristiche, anche se si profetizza massimo esponente della tecnologia, ma guarda più che altro le app che lo store offre! Come qualcuno ha fatto notare il buon Rudy Huinn si era prodigato per sviluppare le moltiplici app di cui WP era sprovvisto per colmare quelle lacune: Instagram, vine, tinder, Snapchat, app che insieme a WhatsApp, Facebook e messenger sono le più scaricate per potersi divertire e che nel caso di Microsoft celavano un sacco di errori o malfunzionamenti come ho potuto leggere. È vero, come dice qualcuno, che le app che si usano sempre sono state aggiornate e funzionano correttamente, ma vogliamo parlare di app tolte dallo store o non presenti che hanno una rilevanza non indifferente? PayPal o YouTube per fare due esempi. Voi potreste dirmi “qual è il problema, apri la pagina internet”, è vero, ma ormai siamo arrivati a volere tutto nell’immediato e lo sviluppo di un’app risulta, all’apparenza, molto più comodo potendo svolgere determinate azioni nell’immediato! A lungo ho aspettato che sviluppassero l’app dell’Unicredit, dovendo fare bonifici e controllare i vari saldi e movimenti e sinceramente un ritardo nella release mi pesava(giudizio soggettivo ovviamente, ma giustificato per la mia utilità personale). Potrei continuare con gli esempi per portarvi alla luce quanto alle persone realmente interessi l’app per divertirsi piuttosto che per l’utilità, vedete ruzzle, ai tempi tutti ci giocavano e gli utenti WP erano esclusi finché non è uscita e tutti quanti hanno smesso di giocare.

      Sia ben chiaro qui ho riportato solo esempi, non sono una critica solo perché ho cambiato brand, perché come detto prima sarei rimasto a Microsoft, ma da cliente, ai tempi pienamente soddisfatto, sono rimasto fortemente deluso da come sono andate le cosa, quindi aggiungo che a mio onesto parere la telefonia di Microsoft si sta affondando da sola.

  2. fabriziodb ha detto:

    va bene, ho capito che volete in tutti i modi farmi rottamare il mio 925 per android. appena prendo lo stipendio lo cambio, non serve che fate mobbing in questo modo.

  3. Luca Serri ha detto:

    Tralasciando il fatto che uno schermo oltre il FullHD è totalmente inutile su smartphone, puoi tranquillamente trovare smartphone Android da 200-250€ performanti e con specifiche da top di gamma. Il P9 Lite è un medio gamma: Huawei sta iniziando a gonfiare un po’ i prezzi in generale, ora che si è fatta un nome.

  4. Luca Serri ha detto:

    7-8 app sono usate costantemente, ma ce ne sono tante altre che vengono usate quando capita e che spesso mancano su WP. Quindi, per te e pochi altri non c’è nulla di meglio ma per la maggior parte degli utenti sì. Non mi sembra difficile accettarlo.

  5. massimo ha detto:

    infatti spiega la fine di app/servizi come vine, foundbite ecc..
    alla fine la gente usa sempre le stesse
    e le app/servizi minori col tempo andranno a scemare

    il vero problema a livello di adozione su WP lato consumer (ragazzi) è stato dato (all’estero, non da noi) da snapchat, quando snapchat ha querelato Rudy Huin obbligandolo a levare 6snap dallo store WP ha person un botto di utenti purtroppo (parlo sempre per l’estero perché qui da noi snapchat non è diffusissimo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *