• 0 commenti

Più trasparenza e controlli per la privacy con Windows 10 Creators Update

In occasione dell’arrivo di Windows 10 Creators Update, Terry Myerson e Marisa Rogers di Microsoft, tramite un post sul blog ufficiale, hanno voluto informare gli utenti sui miglioramenti dedicati alla privacy con il nuovo update che vi proponiamo in questo articolo.

Come parte del nostro impegno verso la trasparenza e la vostra privacy, oggi vogliamo presentarvi le tre novità che vi aiuteranno a essere più informati sulla vostra privacy con Windows 10.

  1. Stiamo migliorando le informazioni integrate nel servizio sulla vostra privacy. Grazie a brevi descrizioni di ciascuna impostazione di privacy e a un pulsante “Learn More”, ci impegniamo a rendere le informazioni sulle vostre opzioni di privacy più facilmente accessibili e comprensibili.
  2. Stiamo aggiornando l’informativa sulla privacy di Microsoft per includere maggiori informazioni riguardo ai miglioramenti in tema di privacy nel Creators Update e per comunicarvi maggiori dettagli sui dati che raccogliamo e utilizziamo per supportare le nuove funzionalità offerte in questo aggiornamento. Come per i precedenti update dell’informativa, metteremo a vostra disposizione queste informazioni in modo stratificato online, consentendovi di esplorare progressivamente ulteriori informazioni sulle vostre opzioni di privacy con Windows 10. Abbiamo anche riassunto le modifiche principali in Change History for Microsoft Privacy Statement <link a questo documento>.
  3. Stiamo pubblicando maggiori informazioni sui dati raccolti. Ci impegniamo nei vostri confronti a raccogliere unicamente dati al livello Base necessari per mantenere il vostro dispositivo Windows 10 sicuro e aggiornato. Per i clienti che scelgono il livello Completo, utilizziamo dati diagnostici per migliorare Windows 10 per tutti, offrendovi esperienze più personalizzate, se ce lo consentirete. Ci auguriamo che queste informazioni vi aiuteranno a essere più informati sui dati che raccogliamo e utilizziamo, permettendovi di compiere scelte consapevoli.
  4. Per la prima volta abbiamo pubblicato un elenco completo dei dati diagnostici raccolti al  livello Base <link a TechNet>.  I singoli dati che si riferiscono a una particolare voce o a uno specifico evento sono riuniti insieme e denominati Eventi, ulteriormente organizzati in aree diagnostiche. Forniamo inoltre una sintesi dettagliata <link a TechNet> dei dati che abbiamo raccolto dagli utenti sia al livello Base che al livello Completo di diagnostica.

Oltre a comunicarvi nuove informazioni affinché compiate scelte consapevoli, dopo l’Anniversary Update i nostri team hanno anche lavorato scrupolosamente per ristabilire quali dati siano strettamente necessari al livello Base per mantenere i dispositivi con Windows 10 aggiornati e sicuri. Abbiamo analizzato con cura il modo in cui utilizziamo questi dati diagnostici, intensificando il nostro impegno a ridurre al minimo la raccolta dei dati al livello Base. Di conseguenza, abbiamo diminuito il numero di eventi raccolti e ridotto di circa la metà il volume dei dati che raccogliamo al livello Base.

Per finire, desidero presentarvi Marisa Rogers, la nostra Privacy Officer di Windows and Devices Group. Marisa supporta gli impegni da noi assunti nei vostri confronti in tema di privacy sia all’interno che all’esterno di Microsoft, collaborando con i nostri tecnici Microsoft e sostenitori in tutto il mondo per assicurarvi esperienze eccellenti di privacy by design e per fornirvi le informazioni che vi consentono di avere tutto sotto controllo. Marisa vi parlerà ancora, oggi e in futuro, del lavoro sulla privacy che abbiamo svolto con il Creators Update e dei progetti riguardanti la privacy per i futuri aggiornamenti.

Sono fiero del lavoro svolto dal team e del nostro continuo impegno a favore della vostra privacy. Sono inoltre grato del prezioso feedback che abbiamo ricevuto dai nostri clienti durante questo percorso. Siete voi infatti che ci ispirate ogni giorno a innovare e a fornire un prodotto eccezionale che rispetta le vostre scelte di privacy. Questo feedback – in linea con quello che abbiamo ricevuto dal Gruppo di lavoro Articolo 29 dell’Unione europea e dalle autorità nazionali sulla protezione dei dati che ci hanno specificamente coinvolti su Windows 10 – è stato essenziale per Microsoft nell’identificare e implementare i miglioramenti nelle nostre pratiche in tema di privacy.

Aggiornamento sulla privacy: cosa aspettarsi da Windows 10 Creators Update e dai futuri Update

Grazie, Terry. Prima di addentrarmi nei dettagli delle impostazioni di privacy che verranno introdotte con questo aggiornamento e quelli futuri, desidero in primo luogo ringraziare voi, i nostri clienti, per il vostro feedback e supporto in questo viaggio. Il nostro impegno nei confronti della vostra privacy si realizza pienamente solo quando diamo riscontro al vostro feedback.

Con il Creators Update abbiamo compiuto significativi passi in avanti per assicurarvi di avere le informazioni necessarie per effettuare scelte consapevoli e avere il controllo sulle esperienze personalizzate che avete scelto con Windows 10. Ecco cosa vi offre questo aggiornamento.

Per prima cosa ognuno avrà l’opportunità di rivedere le proprie impostazioni di privacy. Riteniamo che sia importante che voi comprendiate le vostre scelte. Abbiamo reso questo aspetto di una semplicità mai vista prima, fornendo descrizioni più chiare di ciascuna impostazione di privacy e pulsanti “Learn more” che consentono di comprendere più a fondo quali informazioni raccogliamo e come vengono utilizzate.

A coloro che stanno già utilizzando una versione di Windows 10, invieremo una notifica per programmare il Creators Update e scegliere le impostazioni di privacy in base alle immagini riportate sotto.

Per coloro che stanno impostando un nuovo dispositivo con Windows 10 o stanno eseguendo un’installazione da zero di Windows 10, la nuova esperienza di impostazione della privacy sarà come una delle immagini riportate sotto.

Per coloro in possesso di dispositivi mobili che attualmente utilizzano Windows 10 Mobile, le opzioni chiave di privacy relative alla versione mobile di Windows 10 Creators Update verranno presentate una volta installato l’aggiornamento. L’unica differenza della versione mobile è che l’impostazione “Tailored experiences with diagnostic data” è automaticamente disattivata per tutti i clienti e non viene presentata come opzione sulla schermata della privacy a causa dei limiti della piattaforma mobile.

Il viaggio continua

Stiamo compiendo un viaggio insieme a voi e puntiamo a far sì che siate voi ad avere il controllo, fornendovi le informazione necessarie per prendere decisioni consapevoli sulla vostra privacy. Windows 10 Creators Update rappresenta un significativo passo in avanti, ma non è di certo la fine del nostro viaggio.

Nei futuri aggiornamenti continueremo ad affinare il nostro approccio e ad implementare i vostri feedback sulla raccolta dei dati e sul controllo della privacy. Il nostro impegno è volto ad assicurarvi l’accesso a una quantità ancora maggiore di informazioni, nonché la possibilità di riesaminare e cancellare i dati da noi raccolti tramite la dashboard per la privacy di Microsoft. Questo mese porteremo dati vocali su questa dashboard, affinché possiate esaminare i dati di cui disponiamo che migliorano la capacità di Cortana, la vostra assistente personale digitale, di rispondere in modo naturale alle vostre richieste

Vi forniremo anche maggiori informazioni su come garantiremo la conformità di Windows 10 al Regolamento generale sulla protezione dei dati dell’Unione europea e su come l’utilizzo di Windows 10 e altri prodotti Microsoft aiuterà i nostri clienti aziendali a conseguire la conformità nei loro ambienti.

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *