• 12 commenti

Gangstar New Orleans, il nuovo gioco Gameloft in stile GTA in arrivo su Windows Phone, Android e iOS [AGGIORNAMENTO x1]

Gangstar New Orleans è un nuovo gioco open-world che ricorda le meccaniche del popolare GTA sviluppato da Gameloft in arrivo sulle tre principali piattaforme mobile: Windows Phone, Android e iOS.

Gangstar New Orleans

Si tratta di un nuovo titolo della serie Gangstar di Gameloft che per la prima volta sarà disponibile ufficialmente anche sullo Store di Microsoft. Di seguito il video trailer del gioco:

In attesa del rilascio, Gameloft ha deciso di permettere agli utenti di pre-registrarsi in modo da ottenere vantaggi esclusivi all’arrivo del gioco che ricordiamo sarà rilasciato gratuitamente con la formula freemium. Se siete interessati, potete procedere alla registrazione dal sito ufficiale a questo link.

Articolo scritto il 30/01/2017

Aggiornamento x1 – 27/03/201727

Gameloft ci segnala che il rilascio mondiale di Gangstar New Orleans è previsto tra pochi giorni, in particolare il 30 marzo.

Grazie a Gαbrιεl per la segnalazione!

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. emo ha detto:

    troppo colorato

  2. yepp ha detto:

    Vedete che quando si sviluppano le cose come si deve si riesce a rilasciare un’app in un colpo solo, senza troppe scuse del tipo “ci sono pochi utenti…”, come se i soldi da migliaia di utenti fossero brustolini…

    • Davide ha detto:

      Evidentemente gli sviluppatori utilizzano tool multipiattaforma come xamarin

      • Luca Serri ha detto:

        O magari in questo caso i guadagni superano la spesa, e non stenterei a crederci visto che i freemium di Gameloft sono autentiche macchine da soldi.

    • Luca Serri ha detto:

      Se i soldi incassati da quella minoranza non permettono di rientrare nelle spese non si fa nulla, sono le basi. Evidentemente in questo caso ce la fanno.

  3. steek ha detto:

    La cosa che dovrebbe far pensare è che questi invece di sviluppare per w10/w10m sviluppano per windows phone. Un OS vecchio, morto e sepolto. Annamo bene.

    • Luca Serri ha detto:

      Se ha ancora l’80% del mercato tanto morto non è.

      • steek ha detto:

        L’80% del 3% mondiale…Ed os che ms non supporta più nemmeno con le sue app ufficiali. Più morto di così.

        • Luca Serri ha detto:

          Se è per questo W10M sta al 15% di quel 3% mondiale. Se dopo un anno WP ha ancora il quintuplo degli utenti di W10M non è per niente morto. Ok che l’aggiornamento è stato fatto da pochi essendo “nascosto”, ma all’atto pratico i numeri parlano chiaro.

          • steek ha detto:

            I numeri non contano nulla, anzi dicono che non si è passati da wp8.1 a w10m e le app sono quelle fatte male di wp8 e non UA di w10m. Con il mancato passaggio di tutti i wp8.1 a w10m MS si è tirata una zappa sui piedi su tutto il sistema mobile.

          • Luca Serri ha detto:

            L’hai detto pure tu, molte app rimangono WP8 proprio perché ha ancora una quota nettamente superiore a W10M, quindi i numeri contano eccome.
            In ogni caso, se Microsoft ha deciso di non rilasciare l’aggiornamento in maniera “classica” di sicuro aveva i propri motivi, lo capiamo noi che una scelta del genere fa migrare pochi utenti quindi figurati se non ci arrivano loro.

  4. Jil.10 ha detto:

    Magari aspettiamo che esca negli store.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *