• 14 commenti

NetMarketshare – Ad 1 anno dal rilascio, la quota di mercato di Windows 10 arriva al 21,13%

NetMarketshare, società di web analytics specializzata in analisi web, ha pubblicato le proprie statistiche relative alla percentuale dei sistemi operativi nel mondo aggiornate alla fine di luglio 2016, in pratica ad 1 anno dal rilascio di Windows 10.

ad

A 12 mesi dal rilascio di Windows 10 (desktop), la quota di mercato della nuova versione del sistema operativo di Microsoft sale al 21.13% (+1.99 rispetto lo scorso mese), in prima posizione ovviamente Windows 7 con il 47.01% e nell’ultimo scalino del podio Windows XP al 10.34%. A seguire troviamo Windows 8.1 al 7.8%, Mac OS X 10.11 al 4.69%, Linux al 2.33% e Windows 8 al 2.09%

Di seguito il grafico globale nel mondo desktop tra Windows, MAC e Linux:

ad2

via

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Simone Camanini ha detto:

    Non male.

  2. War 78 ha detto:

    Fino adesso era gratuito, interessante sarà vedere come proseguirà da ora in poi.
    Da domani sarà disponibile l’aggiornamento anche per Xbox One che aggiunge all’istante 20000 utenti di Windows 10, spero che la cosa non passi in sordina per i developer….

  3. GiobyOne ha detto:

    Cmq, sono curiosissimo di sapere cosa presenteranno a settembre/ottobre. Surface/Band/Mobile…. sono proprio curioso.

  4. Gino G ha detto:

    Il sistema è davvero molto buono, a meno di sfortunate incompatibilità hardware e di sfortunate congiunzioni astrali (qualcosa che smette di funzionare e non vuole proprio saperne). Lo uso con soddisfazione e la sola “Inactive Window Scrolling” – ossia poter usare la rotellina anche su finestre non selezionate – per me vale l’aggiornamento. Sono molto contento.

  5. VINSX ha detto:

    Se tirasse dietro anche il mobile sarebbe dominio assoluto!! E pure secondo me basterebbe “poco” davvero un peccato

  6. GiobyOne ha detto:

    Credo che la parte mobile oggi sia il settore piu’ importante. Oggi troppi ragazzi, per non dire bambini iniziano ad usare un SO e questo incidera’ sulle scelte future, trovando familiarieta’ con le interfacce i nomi le app. Condivido le scelte di MS di gestire i servizi trasversalmente, oggi le app e software piu’ utilizzati sono multipiattaforma. Ma come aveva fatto con xbox, producendola all’inizio (per diversi anni) in perdida deve continuare a spingere gli smartphone, ricordate che il vero affare poi sono gli store. Il traguardo del 2014 era lodevole, oggi nel mobile si rischia l’estinzione e questo avra’ ripercussioni sulle vendite future di tablet/notebook ecc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *