• 31 commenti

Windows 10 Mobile: Riconoscimento delle impronte digitali con Windows Hello in arrivo questa estate

Windows Hello (il nuovo sistema di autenticazione biometrica) è una delle nuove funzionalità arrivate con Windows 10, in particolare sui dispositivi mobile abbiamo visto l’integrazione di questa tecnologia con lo scanner dell’iride presente sui Microsoft Lumia 950 e 950XL.

LxrOAZJ (1)

In una delle diapositiva dedicate a Windows Hello mostrate all’evento WinHEC, notiamo come Microsoft è al lavoro per portare il supporto al riconoscimento delle impronte digitali  (potendo utilizzare gli stessi driver scritti per la piattaforma desktop x86 e ricompilati per farli lavorare su ARM) entro questa estate anche su smartphone, molto probabilmente in concomitanza con il rilascio di Windows 10 Mobile Anniversary Update.

In realtà HP, durante il Mobile World Congress 2016, ha presentato uno smartphone Windows 10 che include il lettore di impronte digitali (Ufficiale: HP annuncia Elite x3, lo smartphone Windows 10 Mobile top di gamma), il rilascio atteso per questa estate arriva quindi probabilmente per attendere che Microsoft porti il pieno supporto di questa tecnologia su Windows 10 Mobile.

via

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Yari da Novara ha detto:

    Per la serie “meglio tardi che mai”…

  2. ILCONDOTTIERO ha detto:

    Boh più escono articoli negativi vedi dati diffusione più escono novità ma mi chiedo non potevano svegliarsi prima? . Mi sto chiedendo a redmond se sono chiusi in un bunker e non si rendono conto cosa accade fuori . Vanno veramente controcorrente. Spero vivamente solo che dopo tanto fango sappiano cosa fare dare risposte serie che la gente si aspetta. Qua la situazione é critica e si cammina sul ciglio del burrone . Ma siccome siamo dei duri andiamo avanti sperando che le mura tengono bene l’urto XD .

    • Gerardo Ragosta ha detto:

      Per non parlare delle app che ora escono più per windows 10 mobile rispetto a quando si aveva 8.1 Si vede che loro sanno come fare a recuperare in poco tempo. Qua possiamo lamentarci , dire che è finita e bla bla bla ma alla fine se MS sta sviluppando sia il ramo TH2 e sia quello Redstone di Luglio, vuol dire che li in azienda sono tutti tranquilli, o forse sono solo concentrati a realizzare un buon O.S. a prescindere dai dati del mercato mobile.

    • _Marok_ ha detto:

      Se la prendono comoda ormai. Sono arrivato alla convinzione che stanno agendo così per fare un vero e proprio reset della piattaforma mobile.
      Gli utenti Lumia sono attualmente utilizzati come beta tester e il vero lancio della “nuova” piattaforma arriverà verso natale o i primi mesi del 2017 con l’uscita del nuovo top di gamma che avrà altro brand (il brand Lumia verrà accantonato definitivamente).

      È l’unico modo per permettere a MS di concentrarsi sull’OS e dare spazio vero ai produttori terzi.

  3. yepp ha detto:

    [OT] Twitter per W10M si aggiorna

  4. Alemar78 ha detto:

    OT, è ancora possibile installare una app Android od Apple in wp10? Sto per acquistare un allarme per casa e la app per Windows non c’è… Voi ne conoscete qualcuna “tuttofare”? Grazie.

    • steek ha detto:

      no…non è possibile da agosto scorso più o meno. Mi sa che devi cedere al lato oscuro…

    • Raffael ha detto:

      No, il Project Astoria, che permetteva l’installazione di app Android, è stato ufficialmente abbandonato. Per cui, non è possibile installare app Android

    • _Marok_ ha detto:

      Se l’app non c’è nello store l’unico modo è farti un Android a basso costo. E nel frattempo rompere le @@ alla casa costruttrice dell’allarme per avere l’app per w10m.

    • Luca Serri ha detto:

      Per fortuna hanno dismesso Project Astoria, quindi non è più possibile.

  5. Takiz ha detto:

    Comunque tante promesse e zero fatti finora, le novità annunciate gli altri os le hanno da anni

  6. Luca Serri ha detto:

    Ci vuole un chip dedicato, quindi vale solo per i nuovi device.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *