• 37 commenti

NetMarketshare – Ad aprile la quota di mercato di Windows 10 sale al 15.34%

NetMarketshare, società di web analytics specializzata in analisi web, ha pubblicato le proprie statistiche relative alla percentuale dei sistemi operativi nel mondo aggiornate alla fine di aprile 2016.

v0

A nove mesi dal rilascio di Windows 10 (desktop), la quota di mercato della nuova versione del sistema operativo di Microsoft sale al 15.34% (+1.19 rispetto lo scorso mese), in prima posizione ovviamente Windows 7 con il 47.82% (-4.07) e nell’ultimo scalino del podio Windows XP al 10.63% (-0.27). A seguire troviamo Windows 8.1 al 9.85%, Mac OS X 10.11 al 3.94%, Windows 8 al 3.19% e Mac OS X 10.10 al 2.53%.

Di seguito il grafico globale nel mondo desktop tra Windows, MAC e Linux:

v3

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Gerardo Ragosta ha detto:

    E poi mi fanno la morale sul mobile quando sul desktop MS è la numero 1… e non è passato neanche un anno dalla rivoluzione di MS.

    • Umberto F. ha detto:

      Stando ai ragionamenti dell’ utente medio di questo forum, apple dovrebbe chiudere il settore desktop/laptop a questo punto..

      • ernestinthesixties ha detto:

        perchè? i Mac hanno quasi il 10% e sono tutti di fascia alta con ottimi margini di profitto.

        • Umberto F. ha detto:

          Dalle percentuali di diffusione del sistema operativo mac il ragionamento dovrebbe essere “sta fallendo”. Un pò come quando nel mobile vedi wp al meno del 10%… Ed era puramente un commento provocatorio, non penso mica che apple debba realmente smettere di produrre mac….

          • Gino G ha detto:

            wp è ormai tristemente molto (molto) sotto al 10%. inoltre paragonare la presa sugli utenti di microsoft a quella di apple è un po’ azzardato.
            le percentuali di apple sono solide, è una setta dopotutto, quelle di ms sul mobile no.

          • Umberto F. ha detto:

            No vabbeh ho smesso di spiegare… Non ce la faccio passo.

          • Gino G ha detto:

            …puoi sempre provare a leggere meglio.
            capisco che sia una provocazione, ma anche come tale dovrebbe avere un minimo di fondamento logico, tutto qui.

          • Umberto F. ha detto:

            Infatti non era un ragionamento logico, ho specificato che è il pensiero da utente medio che di logico ha ben poco. Amen.

    • Mtb ha detto:

      Il problema é che ms nella sua ‘rivoluzione’ sta implementando cose che gli altri hanno già da un po’… Ci sono cose che ormai stanno entrando a gamba tesa nella vita quotidiana, vedi le radio connesse al telefono via mirrorlink, dove fino a un anno fa, ms era al top e ora nemmeno ha la tecnologia per farlo… La rivoluzione é stata 8.1, 10 sta andando male e a rallentatore… Il sistema desktop é stabile solo da qualche mese e quello mobile é una sabbia mobile…

      • Gerardo Ragosta ha detto:

        Io come ripeto da una vita , metti lo store di Android in windows 10 e vedi come la musica cambia. All’utente medio interessa solo lo store.

  2. steek ha detto:

    Il punto è che alla gente frega poco del fisso o notebook. Ormai per l’uso che ne deve fare il 70% della popolazione mondiale basta un tablet arm con la tastiera.

    • Gerardo Ragosta ha detto:

      I tablet e i 2 in 1 windows 10 stanno avendo un buon successo, quindi alla fine è solo il mobile va male per colpa di uno store non a livello di Apple e Android, perchè sul sistema va molto bene sui smartphone che hanno windows 10 mobile nativo e chi la ricevuto tramite update.

    • Umberto F. ha detto:

      Anche se utilizzassero i tablet sempre a windows finirebbero…. I ragazzi non possono prescindere dal desktop e dai programmi x86. Vedi chi usa il pc per giocare, per office, per qualsiasi programma che necessita di essere installato. Anche ad usare il semplice word per cose anche a livello scolastico cercheranno sempre la tastiera e il mouse e la comodità del pc.

      • Gerardo Ragosta ha detto:

        Super d’accordo con te , il pc è troppo importante, io personalmente uso poco lo smartphone , infatti sono contento di windows 10 mobile perchè è comodo e non ho quali necessità dal punto di vista delle app, alla fine uso whastapp e raramente facebook da smartphone.

        • NeeC ha detto:

          Ah ma qualcuno che “vive” questa situazione come me esiste allora ;)

          • Simone Camanini ha detto:

            Presente ;)

            Difficilissimamente riuscirei a sostituire il Pc con un 2in1 x86/64 windows, figurarsi con un tablet android/ios.

          • Sofia Pettinella ha detto:

            Ci sono anch’io….. se fossi costretta a rinunciare ad un dispositivo con internet non potrei mai rinunciare al computer (notebook), vabbè che lo uso per lavoro ma mi piace molto più di un qualsiasi smartphone

    • Raffael ha detto:

      Sono d’accordo al 90%. Oramai i pc sono per gli utenti avanzati..L’unica cosa è che MS non può obbligare!

    • Luca Serri ha detto:

      Anche se passato in secondo piano, il PC rimane comunque necessario per molti. Vedi i possessori di iPhone che non possono salvare la musica dal telefono, vedi chi usa Office o altri programmi per scuola/università…

  3. RafaStyle92 ha detto:

    Dovrebbero far aggiornare gratis anche chi ha xp originale , cosi se lo levano di torno

    • Gabriele Lena Bisco ha detto:

      Idea mia, bisogna vedere i casi, ma un pc con xp dubito che possa offrire una buona UE con w10! Poi dipende dalle caratteristiche del pc ovviamente, ma se ha xp potrebbe essere un po’ obsoleto..

      • Adriano ha detto:

        I problemi non sarebbero tanto per la potenza quanto per i driver mancanti data la vecchiaia dell’hw. Esperienza personale sul mio fisso con pentium d 1gb di ram e nvidia 7300gt. Purtroppo quest’ultima con i driver più recenti (per 8.1) manda il pc in bsod continuo ma finché hanno funzionato il pc muoveva il sistema in modo egregio. Ora don dovuto ricorrere ai driver generici con prestazioni decisamente inferiori e processore sempre a pieno regime. Lo tengo così solo perché lo uso per stampare e poco più. Il rammarico resta per un pc che poteva ancora andare se non perché stroncato dal supporto

    • minzi ha detto:

      e come no…e secondo te qualsiasi os moderno gira su quelle macchine di 17 anni fa…..

    • Drak69 ha detto:

      immagino windows 10 sui bolidi con Athlon 1333mhz e 512mb di ram

    • Luca Serri ha detto:

      Ma non ha senso. Chi usa ancora XP, nella maggior parte dei casi ha macchine troppo vecchie o esigenze particolarissime in fatto di compatibilità programmi. Poi ci sono pure i pochi irriducibili che lo ritengono assurdamente il migliore, quelli non aggiornano a W10 neanche se li paghi XD

  4. Gerardo Ragosta ha detto:

    Cmq i dati interessanti saranno quelli dopo luglio con l’uscita di redstone e quelli a fine anno. Spero che molte app importati arrivino per fine 2016, perchè ormai conta poco avere un buon O.S. senza app per l’utente medio.

  5. Michele M. ha detto:

    In realtà più della metà dei Mac viene usata sostanzialmente per sviluppo visto l’enorme fenomeno iPhone/iPad ;)

  6. Simone Camanini ha detto:

    Mah, ti dirò la verità. Io sono passato sul notebook dall’8.1 al 10 perché sono fondamentalmente curioso e il 10 mi ispirava parecchio, ma altrimenti… l’8.1 funziona bene, è stabilissimo e non perde mai un colpo dopotutto… Chi glielo fa fare ai più di impelagarsi con una nuova versione quando la vecchia funziona egregiamente?

    • ernestinthesixties ha detto:

      sì, ma se non aggiorni rimani bloccato su 8.1 mentre 10 verrà successivamente migliorato e dotato di nuove features.

      • Simone Camanini ha detto:

        Questo lo sappiamo noi. Per il 90% delle persone aggiornamento fa rima con problemi, tecnico ed esborso economico derivante.

  7. Simone Camanini ha detto:

    Alla gente piace lamentarsi. Ed in ogni caso non ho visto nessuno usare Windows 8.1 e strapparsi i capelli per le piastrelle. Al contrario, ad alcuni (come anche il sottoscritto, ad esempio) sono tornate decisamente comode (tanto che lo start del 10 sui miei PC è in modalità estesa di modo di richiamare il vecchio).

  8. Raffael ha detto:

    Ottimo risultato!

  9. Sofia Pettinella ha detto:

    E da Renzi nelle sue dirette su Facebook

  10. Crysis235x ha detto:

    C’è qualcosa che non va anche nel reparto Desktop adesso … È la prima volta che Windows a livello globale scende al di sotto del 90%

    • Drak69 ha detto:

      Finche i preassemblati e i notebook avranno prezzi assurdi…non c’è molto da spiegare. Attualmente se volessi spendere 499 euro per un notebook che vada a rimpiazzare il mio notebook che pagai 499 euro 3 anni fa, mi ritroverei con lo stesso identico modello xD ora come ora con 499 euro dovrebbero darmi un notebook con display fullhd, quadcore, GPU dedicata di fascia bassa e un hard disk da 1TB. Invece mi ritrovere ad acquistare ancora una volta un 1366×768, dualcore, GPU integrata o fascia infima, hard disk da forse quasi 1TB

      • Gino G ha detto:

        questa devo ancora capirla. sembra che basti cambiare il solo processore (per quanto siano sempre più parsimoniosi) per dare vita ad una nuova linea.
        trovo assurdo che oggi nel 2016 si trovino ancora sulla fascia bassa e media display sullo stesso livello qualitativo di quelli di dieci anni fa (10!), tastiere agghiaccianti, altoparlanti indecenti… il mercato notebook è fermo al 2010 con in meno la varietà che si trovava all’epoca (cosa figlia anche della modularità che se n’è andata a farsi friggere)

  11. Drak69 ha detto:

    Vedremo a luglio se sara vero che in molti si decideranno a passare a w10 in extremis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *