• 6 commenti

Microsoft rilascia la versione Preview del tool per portare le app iOS su Windows 10

Microsoft nella giornata di oggi ha deciso di rilasciare una prima versione Preview del tool per semplificare il porting delle app iOS su Windows 10.

Project-Islandwood

Conosciuto precedentemente con il nome in codice “Islandwood”, il nome finale scelto da Microsoft è Windows Bridge for iOS e consente di sviluppare app Windows utilizzando Objective-C.

Microsoft ha rilasciato oggi Windows Bridge for iOS in versione Preview come progetto open-source sotto licenza MIT. Questo strumento permetterà agli sviluppatori iOS di portare le proprie applicazioni nel mondo Windows con molta semplicità, al momento, aggiunge, si tratta di un work-in-progress e alcune funzionalità non sono ancora presenti.

Questa prima Preview permette di eseguire il porting delle app iOS su Windows 8.1 e Windows 10 che girano su processori x86 e x64, il supporto mobile arriverà in futuro. Se siete sviluppatori, trovate tutte le info a questo link.

via

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Dario ha detto:

    Ottimo, mi auguro che con W10 le app arrivino subito come si merita un OS di primo livello. Speriamo bene

  2. Nick ha detto:

    Ottima notizia! E speriamo si diano una svegliata gli sviluppatori iOS :D

    e intanto…in US…
    Surface 3 (4G LTE) now available in the U.S.!

    hai capito? :D

  3. Raffael ha detto:

    beh su tablet già il discorso cambia ;)

  4. Luca ha detto:

    Ottimo! Vedrò di costringere i miei colleghi ad utilizzarlo :D
    Sinceramente spero venga utilizzato più questo rispetto ad Astoria…

  5. Arturo ha detto:

    Beh dipende da come sono fatte le app… ad esempio, sebbene disponga di una sottoscrizione ad office365 personal, preferisco usare l’app “posta” al posto di Outlook 2013, cosi come preferisco usare la versione app di OneNote al posto di OneNote 2013… altro esempio è twitter: preferisco usare l’app anziché il sito web

  6. Fabio b ha detto:

    Penso che saranno solo i giochi a beneficiarne subito. Il proting è più semplice e spesso l’astrazione necessaria è già disponibile nell’engine utilizzato. I resto è solo questione di codice, l’ennesimo compilatore e via. Sperem

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *