• 74 commenti

New York Times: Nuova ondata di licenziamenti in casa Microsoft [AGG. x2 – Confermato]

Ecco arrivare dal New York Times notizie in merito ad una nuova ondata di licenziamenti in arrivo a Microsoft, in particolare nella divisione hardware.

microsoft-logo

Già in passato, dopo l’acquisizione della divisione Device e Servizi di Nokia, Microsoft ha annunciato un programma di licenziamento di ben 18.000 persone (Microsoft: In programma 18.000 licenziamenti entro il prossimo anno!).

I nuovi tagli, stando alle informazioni della nota testata giornalistica, colpiranno la divisione hardware di Microsoft, incluso il personale che lavora sugli smartphone Lumia.

Al momento il colosso di Redmond non ha voluto commentare questa notizia, l’ufficializzazione dovrebbe comunque avvenire a breve, forse già nella giornata di oggi.

Aggiornamento x1

La notizia è stata confermata, Microsoft tramite il proprio sito ufficiale comunica di avere in programma una ristrutturazione del business collegato alla realizzazione degli smartphone, che porterà alla riduzione di circa 7.800 dipendenti, gran parte dal settore mobile.

Di conseguenza la società stima una svalutazione di circa 7,6 miliardi di dollari legati ad attività connesse con l’acquisizione della divisione Device e Servizi di Nokia, oltre a costi di ristrutturazione pari a circa 750.000 / 850 milioni di dollari.

Aggiornamento x2

Satya Nadella, CEO di Microsoft, ha dichiarato che hanno in programma di restringere la propria attenzione a soli tre segmenti di clientela (business, dispositivi di fascia bassa e dispositivi di fascia alta). A conferma di questo arriva una fonte del noto sito Bloomberg che dichiara che Microsoft rilascerà un numero ristretto di smartphone nel futuro, si parla di 1 o 2 modelli per ogni segmento l’anno.

via

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. SalCantali ha detto:

    Mi sorge spontanea solo una domanda…… Perché?

  2. Michele Bissaro ha detto:

    Ma dai. Chissà dove delocalizzeranno la produzione… Però non é un bel segnale.

    • Johnny E Basta ha detto:

      non è detto che delocalizzino. Se hanno in mente di fare solo 3 modelli (top, mid e low) in modo da non pestare troppo i piedi ai partner OEM ci sta che taglino qualcosa.
      Passerebbero dal dover pensare ai 10 (o forse più?) modelli di adesso, ad ipotetici 3

      • Michele Bissaro ha detto:

        Politicamente come Apple e non Samsung che fa 100 modelli.

        • Johnny E Basta ha detto:

          beh si, simil-apple. Che comunque in casa MS mi parrebbe quella più corretta se devi andare incontro a partner quali asus, lenovo, acer, htc, samsung che possono spingere parecchio come marketing se il sistema si rivelasse buono (anche per i loro introiti).
          Del resto se MS continuasse a sfornare decine di modelli lumia ad ogni gen, che senso avrebbe comprare un samsung o un htc con WP10?
          A parità di hardware/prezzo sarebbe sempre preferibile quello che ti vende chi sviluppa anche il software.

      • ernestinthesixties ha detto:

        ma finora i partner OEM non hanno fatto un solo modello che abbia senso… e non è detto che le cose cambino visto che tutti hanno l’acqua alla gola (meno i cinesi, che però vedono solo Android) e difficilmente potranno correre rischi spostando risorse su modelli WP.

        • Johnny E Basta ha detto:

          beh però con win 10 si vedono notizie di asus, hp ed altri che presentano modelli con w10 (considerando la gratuità del sistema per gli schermi inferiori agli 8”) quindi “togliersi” un po’ dalle balle con tutti quei modelli può solo far prendere respiro agli oem che magari prenderanno maggiormente sul serio l’idea di entrare con w10 e toglieranno un grosso surplus di lavoro a ms con tutti quei modelli (specie nella fascia bassa…ne bastava 1, massimo 2) copia/sovrapposizione a nemmeno 30/40 € di distanza uno dall’altro.

          • ernestinthesixties ha detto:

            Io non ci spero molto. WP vende poco fuori dall’Europa, non ha nessun appeal sugli sviluppatori e non credo sia in grado di attirare produttori che hanno già il loro da fare per cercare di sopravvivere con Android. Se guardi, sono tutti nei casini: Samsung non riesce a rispettare le stime di vendita, Sony perde con la divisione mobile, HTC perde. Non hano nessuna voglia di sobbarcarsi costi aggiuntivi di research&design per un modello WP. Chi va bene sono Huawei, Xiaomi, Meizu etc, tutti androidiani di ferro. Asus sta appena emergendo come produttore di smartphone, difficile che dopo aver ottenuto buoni risultati con gli Zenfone si butti su WP. gli altri produttori, Acer e i vari marchi che producono in India, in Thailandia etc, non significano nulla. secondo me WP continuerà a restare di nicchia e a essere prodotto solo da Microsoft. certo, mi piacerebbe vedere anche un Samsung o un Sony o un HTC con WP, ma non credo che succederà.

          • Sepp0 ha detto:

            Su Toms c’è un articolo molto interessante in merito alla situazione disastrosa di WP. Forse un po’ troppo apocalittico, ma abbastanza verosimile.

            WP10 mi sa tanto di ultima spiaggia, se non sfonderà, secondo me MS dirà addio a WP nel giro di massimo un lustro.

          • ernestinthesixties ha detto:

            beh, Thurrot secondo me è troppo negativo prevedendo l’uscita totale dal settore smartphone. è molto più probabile lo scenario alla Surface, ovvero Microsoft che produce pochi modelli e mantiene il suo focus primario sulla sua attività di fornitore di software. d’altra parte le politiche di commercializzazione dei Lumia negli USA sono state talmente dilettantesche e scombinate che non si capisce se si tratti di inettitudine o di disinteresse: in quelle condizioni (esclusive sceme a Verizon, modelli ritirati dopo sei mesi, modelli usciti in ritardo di sei mesi) non si capisce come avrebbe potuto vendere.

          • Sepp0 ha detto:

            Non so, i terminali Android hanno uscite schizofreniche uguali se non peggio (Samsung, per dirne una), eppure vendono a pacchi. Mi pare che sia proprio il SO che non tira, a prescindere dai terminali. E’ che non vedo nemmeno grossi interessi da parte dei terze parti a produrre terminali WP, con l’arrivo di WP8 si sono defilati tutti.

    • Raiden ha detto:

      La produzione è già delocalizzata da anni, quando ancora era Nokia

  3. Jacksoft ha detto:

    La cosa che mi preoccupa è “colpiranno la divisione hardware di Microsoft, incluso il personale che lavora sugli smartphone Lumia.”
    E mi preoccupa ASSAI.

    • ROC ha detto:

      E sempre frutto dell’ acquisizione di Nokia, erano già stante annunciate 3 ondate di licenziamenti, questa é la seconda. A me dispiace per i licenziati, spero solo che Microsoft mantiene la promessa fatta e cioè di impegnarsi nel aiutare i licenziati ad essere integrati in altri ambienti di lavoro. Per il resto non c’è niente che intacchi le sezioni di lavoro e sviluppo Microsoft.

    • Davide ha detto:

      Il personale si divide in svariati livelli suddivisi per mansioni e competenze chi assembla di sicuro non è di vitale importanza se ce ne sono troppi… Da non confondere ingegneri e progettisti con il resto dei dipendenti insomma.. Le menti restano sempre al massimo vengono sostituite da quelle più capaci

  4. JC69 ha detto:

    Apple assume.. Google assume.. Microsoft licenzia.. Non sono un genio in economia ma basta poco per capire lo stato di salute di un’azienda……

    • ROC ha detto:

      Anche io non sono un genio, ma non ci vuole tanto a capire che questi licenziamenti sono la conseguenza dell’acquisizione. É stato già detto tempo fá che ci sarebbero state tre ondate di licenziamenti in questo settore per evitare sovrapposizione di personale in aeree specifiche. Questo se non erro é la seconda ondata, e ne manca ancora una. Dispiace tantissimo, ma questo non dice niente sullo stato di salute dell’azienda, forse non volete capire Microsoft difficilmente fallirà, considerando che più android si vendono più gli entrano royalties , più Apple guadagna e più guadagna Microsoft dato che detiene il 40% delle azioni.

    • frenky991 ha detto:

      bhe apple non me sembra che assume al massimo appalta a foxconn per la produzione, quindi gli americani non ne beneficiano della prod di iphone e quant’ altro di apple.

      • Raiden ha detto:

        che c’entra!! Gli uffici amministrativi e di progettazione sono tutti a Cupertino, California… Idem Microsoft, le fabbriche per Lumia sono in India e Cina, le ex fabbriche Nokia in Polonia e Finlandia sono chiuse da anni!

        • frenky991 ha detto:

          Appunto solo la parte amministrativa è in America i 3/4 della realizzazione manuale è tutta esterna quindi in proporzione gli americani che beneficiano della filiera produttiva (quindi dalla progettazione alla realizzazione) sono in una parte minore.

          • Raiden ha detto:

            Assolutamente falso, neppure immagini quanto fattura la Apple e quante tasse versa negli Stati Uniti…. per non parlare del lavoro che da agli Ingegneri, al reparto Marketing, al reparto Amministrativo,alla filiera di distribuzione e al reparto vendita (quest’ultimo distribuito in tutto il mondo). Ovviamente al posto della parola “Apple” puoi sostituirla con “Microsoft” ed ottieni lo stesso risultato.

          • frenky991 ha detto:

            Vabbè si Apple è fantastica e da lavoro a tutti gli americani ;)

          • Raiden ha detto:

            commento senza senso :)

    • Krypto ha detto:

      Hai ragione, non sei un genio in economia.

      • JC69 ha detto:

        Visto che il genio sei tu.. Illuminaci o mio signore! Dacci la luce! Spiega a noi umili sprovveduti la via della verità assoluta.. Che ci fai qui in questo blog? Dovresti essere nel consiglio di amministrazione di Microsoft…

        • ROC ha detto:

          Basta che leggi fli altri commenti, per capire la scelta di Microsoft.

        • Krypto ha detto:

          Ahahaha, ti hanno già risposto.

          • JC69 ha detto:

            Gli altri rispondono esponendo il loro pensiero ed alimentando un confronto.. Tu hai fatto due interventi che fanno pensare solo che tu sia un bimbominkia..

          • Krypto ha detto:

            Tu dici cazzàte, io te lo faccio notare e IO sarei il bimbominkia?

          • JC69 ha detto:

            Io dico cazzate? Genio di sta minkia ti ricordo una delle regole dell’economia politica: Azienda in salute assume, azienda in crisi licenzia.. Dopodiché le tue risposte sono state solo critiche NON costruttive e senza senso.. Professorino di sti gran cogl… Vai a fare la predica altrove

          • Luca Serri ha detto:

            Quindi Microsoft, che nel Q1 2015 ha incassato 23.2 miliardi di dollari (circa 4.67 in più dello scorso anno) di cui 4.5 di utile, sarebbe in crisi? Chissà come sarebbe se fosse in salute.

          • Krypto ha detto:

            Non ho mai detto di essere un genio, ho solo detto che non lo sei tu, solo ipotizzare che un’azienda come Microsoft sia in crisi è da babbei, come può un’azienda che ha le mani in pasta in ogni settore, il monopolio nel pc, nelle aziende, con office e una bella fetta di mercato da altre parti, essere in crisi?

    • Jabber00 ha detto:

      Non mi pare che le due abbiano acquisito delle aziende che hanno portato in dote 23000 nuove unita’ lavorative…

    • Filippo T ha detto:

      Goggle assume… Vallo a dire ai dipendenti di Motorola dell’ impianto in Texas…

    • TheCodster ha detto:

      E Microsoft non assume? Vai a farti un giro su linkedin, solo la trovi quasi 5.000 annunci di offerte da parte di Microsoft…

      • Federico ha detto:

        Infatti. Negli USA le redistribuzioni di personale e competenze sono del tutto normali.
        In questo momento Microsoft sta lavorando ad altre tecnologie, evidentemente viò un esubero nel settore Lumia, come d’altronde ve n’è stato uno in quello delle mappe Bing passate ad Uber assieme e cento ingegneri.
        Solo qui in Italia queste cose fanno scandalo, nel resto del mondo occidentale sono semplici notizie d’agenzia.

    • Johnny E Basta ha detto:

      Apple ha avuto svariate ristrutturazioni aziendali nella sua storia, quindi è un’azienda più al passo coi tempi.
      Google è un’azienda relativamente giovane ed al passo coi tempi.
      MS è un’azienda degli anni ’80, che si porta(va) dietro tutto lo stile, la pachidermicità e lo sperpero della concezione aziendale di quegi anni.
      Solo con Nadella si sta ristrutturando per diventare più agile, togliendo il superfluo e le spese inutili.

    • Davide ha detto:

      Che ha 90 miliardi di liquidità..lascia l’economia ad altri credimi questi sono solo tagli per evitare sprechi e sicuramente gli esuberi non è di certo il numero di dipendenti a fare la qualità o buone idee e per questo si che non ci vuole un genio a capirlo

    • Jam ha detto:

      No, non sei un genio. Ms ha oltre 90 miliardi di dollari cash, vai a vedere Google.

  5. RafaStyle92 ha detto:

    purtroppo quando compri un azienda grande come nokia ed inglobi gran parte dei suoi dipendenti , alla fine quello che succede è questo.
    Nulla di preoccupante secondo me visto che lo fanno tutte le aziende, mi dispiace per i licenziati
    Ho visto gente che parlava di vendita della divisione mobile ahahahhahahah

  6. Giacomo ha detto:

    Cazzomenefregaammè, io c’ho W10 gratis -cit

  7. panagiac ha detto:

    E pensare che qua dentro c’è ancora chi è convinto che “vinceremo!!11”

    • ROC ha detto:

      Trovi la risposta nei commenti di altri. Poi sta a te essere obbiettivo e vedere se ci sta una vittoria o una sconfitta. Di certo generalmente le aziende non fanno beneficenza e ne tanto meno tengono personale in più di quanto necessita, soprattutto se arriva da una nuova acquisizione.

  8. RafaStyle92 ha detto:

    Nokia ha fatto un affare a vendere la divisione mobile , ora Microsoft sta pagando i debiti e tutto era nell’aria un taglio del genere

  9. Gianni ha detto:

    Dispiace per i posti di lavoro persi, ma la strategia di fare meno modelli è quella giusta. Attualmente ci sono troppi Lumia molto simili tra loro e poco differenziati, che oltretutto si ciucciano il 90% delle vendite WP scoraggiando le altre aziende. Facendo meno modelli possono concentrarsi più sulla qualità e rendono più interessante per le altre aziende entrare nel mercato con Windows. È un po’ quello che stanno facendo con i Surface nel mercato tablet: pochi modelli fortemente innovativi e il resto del mercato occupato dagli OEM.

  10. Miki_1973 ha detto:

    Dispiace sicuramente per i migliaia di licenziati… ma un annuncio del genere a venti giorni dal lancio di un nuovo OS per una società che di fatto produce sistemi operativi non è un autogol clamoroso? Sicuramente dico una cavolata perché di economia non me ne intendo ma forse se proprio dovevano fare una manovra del genere visto che mediamente fanno uscire un sistema operativo ogni 4/5 anni potevano aspettare un po’ ed evitare di farlo in concomitanza con l’uscita del nuovo win10. Così ad intuito non mi sembra comunque una buona pubblicità per il brand. Boh. Sbaglio?

    • TheRealGiova ha detto:

      Questa ‘tranche’ di licenziamenti era in programma da prima dell’acquisizione della divisione mobile di Nokia. Come detto allora, c’erano molte sovrapposizioni nei posti di lavoro, cioè due o più persone che facevano lo stesso lavoro di una. Già Microsoft prima dell’acquisizione contava quasi 100.000 (centomila!!!!) dipendenti (più di Apple e più di Google), dopo l’acquisizione oltre i 130.000! Se ci pensi anche con il taglio di 18.000 dipendendi comunque ha più di 10.000 lavoratori in più dell’anno scorso. Detto questo, so che sto parlando di persone come fossero meri numeri, ma purtroppo la realtà è questa! Il punto è che non è che da un giorno all’altro hanno mandato tutti a casa, gli esuberi sono graduali e i dipendenti vengono aiutati a trovare lavori in aziende partner di Microsoft o affini! Questi tagli dovevano essere fatti non per problemi di vendite, ma per motivi aziendali! Il problema è che i giornali devono riempire tot pagine al giorno, quindi già questo è il secondo articolo visto che una prima ‘tranche’ c’era già stata (non ricordo se fine anno scorso o inizio anno), e sicuramente ne faranno un altro quando arriverà la terza e ultima ondata di licenziamenti. Questo è il motivo dei licenziamenti!

      • Miki_1973 ha detto:

        No ma capisco benissimo quello che hai scritto e spiace anche a me parlare di persone come fossero numeri (d’altronde purtroppo ormai anche da noi in Italia la realtà è questa). Mi chiedevo solo se, visto che Microsoft di sistemi operativi non ne fa uno all’anno ma tra uno e l’altro passano mediamente cinque anni e visto che su windows10 hanno investito così tanto (e che tra l’altro questa volta uscirà per tutti i suoi dispositivi, dal mobile alle console, ai tablet, pc e indossabili), se sti licenziamenti era il caso di farli per forza nel 2015 o comunque a cavallo col 2016 quando ci sarà il lancio planeario del nuovo OS e non magari a metà anno prossimo. Così per dire, ragionando senza saper nulla di economia. Perché comunque puoi investire milioni di dollari in pubblicità e marketing per lanciare un nuovo Os ma se poi contemporaneamente licenzi 18.000 persone forse non hai una gran ritorno d’immagine.

        • TheRealGiova ha detto:

          Forse non è il massimo, come dici te, farli adesso. Ma se li hanno fatti adesso probabilmente un motivo che a noi non è dato sapere (..economici) c’è. Secondo me la storia funziona come in un bar che per andare bene deve avere ogni singolo dipendente che lavora al massimo della sua capacità. Se invece hai due dipendenti fanno la metà di quello che potrebbero fare vuol dire che qualcuno ci sta perdendo, cioè il titolare. Comunque non 18.000 (quelle lo saranno alla fine), per ora 7.800 dipendenti!

        • Holy87 ha detto:

          Veramente passano mediamente tre anni (anche se adesso accelereranno al ritmo annuale).
          In paesi industrializzati come USA e Finlandia il lavoro non è mai stabile: le aziende assumono facilmente quando hanno bisogno di impiegati, e le licenziano quando non ne hanno bisogno più. Sembrerà una cosa cattiva, ma in realtà facendo così le aziende non hanno paura di assumere, e quindi quelli licenziati trovano subito un altro impiego in altre aziende. Il lavoro in questo caso è molto mobile, mai statico: pensa nella Silicon Valley, dove gli impiegati cambiano continuamente aziende non perché licenziati, ma perché stufi e in cerca sempre di diverse esperienze.
          In questi paesi la disoccupazione è minima, sia a causa dell’alta mobilità del lavoro, sia per le tasse basse che permettono di pagare più personale e di espandersi.
          Quindi i lavoratori licenziati non vanno “a casa”, solo in Italia pensiamo che sia una tragedia perché, appunto, per noi perdere il lavoro è come perdere la vita.

  11. Federico ha detto:

    Il passaggio chiave della lettera di Nadella è questo:

    We plan to narrow our focus to three customer segments where we can make unique contributions and where we can differentiate through the combination of our hardware and software. We’ll bring business customers the best management, security and productivity experiences they need; value phone buyers the communications services they want; and Windows fans the flagship devices they’ll love.

    • ale ha detto:

      E la fascia media? Se ne occuperanno gli altri oem?

      • Federico ha detto:

        Non chiederlo a me, probabilmente si. Il che potrebbe non essere male, visto che i Lumia inflazionano talmente il mercato da rendere poco attraente per gli altri produttori l’adottare Windows.
        Comunque la cosa importante è il riposizionamento sulla fascia alta ed in particolare il settore Busines, per il quale Microsoft ha veramente molto da offrire.

        • Boo ha detto:

          Può anche darsi che per “business” intendono la fascia media.
          WP infatti ha Office (produttività), sicurezza (criptazione dati), management (con win 10 si potranno gestire i device aziendali da remoto oltre che con WP c’è la possibilità di installare app aziendali senza passare dallo store).

          Siccome le aziende in genere non acquistano top gamma e nemmeno la feccia, è facile che intendano proprio la fascia media magari ben markettizzata anche alle aziende

          Quindi forse avremo
          640 + 640XL
          840 + 840XL
          940 + 940XL

          In tutto questo, il vero peccato è che non oseranno più con un 1040 e magari hanno segato proprio qualche ricercatore addetto al pureview spinto oltre 20MPX

          • Federico ha detto:

            Per business si intende più una tipologia di utenza che una fascia di terminali, fermo restando che per servirla non si può prescindere dall’averne (almeno) uno di alta fascia.
            Quindi la tua lista mi pare plausibile.

  12. emo ha detto:

    ot ma come si mettono le immagini nei commenti? anche se premo dove ce l’immagine non succede nulla

  13. ale ha detto:

    Passano da un eccesso all’altro però, da 5/6 a solo 1/2 per fascia

    • Luca Serri ha detto:

      Secondo me sarebbe l’ideale 5 device come era la serie originaria (5×0, 6×0, 7×0, 8×0, 9×0), con eventuali varianti phablet (XL) per 2-3 modelli.

  14. Blorg ha detto:

    Clap clap… molto bravi. Hanno comprato Nokia per poi buttarla nel cestino, licenziando migliaia, anzi, decine di migliaia di dipendenti. Per cosa? Concentrarsi sulla fascia bassa, ovvero utili bassissimi, e sulla fascia alta, ovvero utili ancora minori visti i numeri che fanno i Lumia. Forse potrebbe attecchire l’utenza business, ma in quel caso Microsoft è forte soprattutto nel sofware, come è sempre stato.

    Quindi, cosa hanno comprato a fare Nokia? Questo è piuttosto chiarificatore della strategia di Microsoft, navigare a vista nella nebbia.

  15. Michele ha detto:

    Secondo me, questi sono i frutti di “strategie” scellerate (fornire i loro software ai concorrenti…office per iphone/ipad e Android… OneNote… Cortana…ecc). Ribadisco che i devices, soprattutto se sei l’ultimo arrivato sul mercato, si vendono solo grazie alle esclusive! (vedi ciò che accade per le console) ….. Tutto questo senza considerare: A) Aver fatto “fallire” i Surface rt e Windows RT per non aver saputo spiegare che quello era il sistema ideale per il 90% degli utenti (che di pc non ne capiscono un piffero e giocano su facebook e guardano la posta) e che non aveva problemi di virus…. Chissà quanti miliardi gli é costato avere tutti quei Surface invenduti? B) Aver fatto una vera innovazione, Windows 8.1, ma non aver saputo comunicare e spiegare agli utenti….tanto da Dover correre al riparo in fretta e furia con un nuovo SO Windows 10 che però è un ritorno in dietro e non un passo avanti… È come se quando si passo da Windows 3.11 a Windows 95 (vi ricordo che 3.11 era completamente diversa da 95 e 3.11 non aveva il “tasto start”) gli utenti si fossero lamentati del tasto start e Microsoft avesse rilasciato Windows 98 in fretta e furia senza il suddetto tasto per assecondare gli utenti…o come se con l’uscita di Windows 95 gli utenti avessero chiesto/preteso un SO a riga di comando, tipo DOS, e MS avesse rilasciato un Windows 98 a riga di comando… Io la penso così.

    • Giovanni Calice ha detto:

      però windows 10 non mi pare un passo indietro, inoltre arriva dopo 3 anni dall’uscita del 8 e 2 da 8.1…è indubbio però che non hanno saputo spiegare la loro visione del prodotto.

  16. War 78 ha detto:

    Microsoft in fase di acquisizione lo aveva chiaramente anticipato che avrebbe licenziato un sacco di persone, niente di inaspettato..

    Sono contento se limitano il numero di terminali Lumia sul mercato, l’ho sempre detto che con tutti quei modelli si crea solo confusione :)

  17. Giovanni Calice ha detto:

    mi dispiace molto per le persone che hanno perso il lavoro, si vede che la divisione mobile non va per nulla bene…speriamo che almeno i lumia continuino a farli visto che da chi li usa sento solo complimenti per l’os e l’hw.

  18. Fabio b ha detto:

    L’acquisizione di Nokia è stato un azzardo. Nokia era già morta e un morto non resuscita facilmente. MS ha strapagato Nokia. Era l’unica possibilità di diventare un player credibile. Lo ha fatto ma non è bastato. Ancora un paio di anni al massimo (WP10) e se le cose non dovessero riprendersi più che bene, penso che MS abbandonerà l’arena. Mi spiace ma la guerra è praticamente persa e si contano le vittime.

  19. riccardo14 ha detto:

    “RICORDATI CHE DEVI MORIRE!!!” cit.

  20. mikaelik ha detto:

    Cmq forse non c’entra ma mettere office cortana etc su ios e android è una gran cagata. Si ok magari ci guadagni ma ragioniamo, significa ammettere che con la divisione mobile si è al fallimento e che è meglio utilizzarla come banco prove per implementate i servizi sui quali fare soldi…loro già sanno che prima o poi chiuderanno il mobile…ecco perché se ne fottono dell’uscita dell’Os in contemporanea e dei top di gamma. Ci crede solo Belfiore ormai per paura di perdere il posto magari…prima inondi il mercato di merda 4x etc e poi dici che vuoi fare solo bassi e top di gamma…giusto per spendere 4 soldi e offrire la possibilità di chiudere l’ecosistema

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *