• 17 commenti

AdDuplex: Windows 10 TP installato sul 2,3% dei terminali WP

AdDuplex, il servizio che permette agli sviluppatori di promuovere le proprie applicazioni su Windows Phone, ha pubblicato i nuovi dati relativi alla percentuale di dispositivi Windows Phone presenti nei diversi paesi, sfruttando i dati del proprio servizio.

mm1

Dai nuovi dati pubblicati (misurati il 14 maggio) possiamo vedere come gli utenti Insider che hanno deciso di installare Windows 10 TP arrivano al 2,3% del totale (lo scorso mese non superava lo 0,7%). Considerando sempre gli smartphone con OS Microsoft possiamo vedere come Windows Phone 8.1 sia presente sul 74,2% dei terminali, Windows Phone 8 sul 16% e Windows Phone 7.x sul 7,5%.

Nokia rimane la regina incontrastata del mondo Windows Phone con una quota che arriva al 96,75% del totale, secondo costruttore HTC con l’1,69% e sotto la quota 1% troviamo Samsung, Huawei e altri costruttori minori.

mm2

Di seguito invece il grafico che mostra la percentuale dei vari dispositivi Windows Phone nel mondo e negli Stati Uniti:

mm3

mm4

via

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Luca Serri ha detto:

    Meno male che i Microsoft Lumia non avevano futuro perchè la gente li comprava solo per il marchio Nokia. Il 535 in pochi mesi è già terzo davanti anche all’ottimo 625, chissà dove sarebbe se avesse un futuro.

  2. _Marok_ ha detto:

    Dopo anni ancora il 7,5% dei lumia in giro sono wp7x?
    Preoccupante

  3. _Marok_ ha detto:

    Parlo di wp7x che non è aggiornabile a niente. Un % alta dopo anni indica una vendita di wp nuovi bassa visto che è molto tempo che sono fuori produzione.

  4. Fabio b ha detto:

    W10 e WP10 sono una grandissima scommessa. Vincerla vuol dire porre le basi per un futuro probabile monopolio (entro 3 anni), perderla vuol dire un altrettanto inevitabile uscita dal mondo mobile, o quantomeno una fortissima riduzione degli investimenti. MS sta offrendo i suoi servizi mobile ad ogni competitor diretto. Servizi molto apprezzati e che funzionano davvero bene su ogni piattaforma. Servizi a cui la gente si sta abituando molto in fretta. Servizi che ora sono quasi gratuiti, ma in futuro si pagheranno (anche se poco). I veri soldi per MS ora stanno solo li. Se è vero che riuscirà ad acquisire BlackBarry ci sarà ancora spazio per il mercato enterprise (ancora molto interessante poiché nessuno dei competitor è in grado di offrire funzionalità (esclusa forse la mail) in sicurezza e gestione del dispositivo con policies). Ovviamente non sto parlando dei device di BlackBarry ma delle tecnologie. Qui ci sono altri soldi. Tutto il resto è noia.

      • Fabio b ha detto:

        Ho sempre sostenuto che il buon SW non può mai essere gratuito. Se è gratuito allora pagherai in altro modo. La gloria non esiste nel mondo degli sviluppatori professionisti. Quindi sono d’accordo con te sul fatto che il freeware in generale è soggetto a compromessi. Tuttavia MS è una software house e il suo business principale è vendere servizi non identità (con il rischio di vedere disintegrarsi l’immagine). I suoi servizi a breve saranno a pagamento (anche pochissimo) e la gente li comprerà se il prezzo sarà congruo. Guarda cosa sta succedendo con Office 365. Sembra che le aziende medio piccole non aspettassero altro.

    • giaan89 ha detto:

      Io spero che WP abbia successo, perchè ora come ora ci sono pochissimi motivi per sceglierlo visto che i servizi MS si trovano tutti anche sulla concorrenza, ma non viceversa. Comunque successo o no MS cade in piedi perchè il futuro sono i servizi e non credo diventeranno a pagamento, ormai si guadagna vendendo l’identità degli iscritti a società terze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *