• 69 commenti

L’Unione Europea apre un’inchiesta su Google per abuso di posizione dominante, sotto esame anche Android

Dopo anni di indagine, l’Unione Europea è pronta per indagare Google su presunte pratiche anti-concorrenziali, in violazione delle norme antitrust comunitarie.

People pose with laptops in front of projection of Google logo in this picture illustration taken in Zenica

Margrethe Vestager, commissaria europea responsabile della politica di Concorrenza, ha dichiarato che “Nel caso di Google sono preoccupata del fatto che la società abbia dato un vantaggio sleale al proprio servizio di comparazione prezzi per lo shopping online, in violazione delle norme antitrust comunitarie. Google ha ora l’opportunità di convincere la commissione del contrario. Tuttavia, se l’inchiesta confermerà le nostre preoccupazioni, Google dovrà affrontare le conseguenze legali e cambiare il modo in cui svolge la propria attività in europa”

L’indagine si concentrerà anche per capire se Google ha stipulato accordi anti-concorrenziali o abusato di un’eventuale posizione dominante nel campo dei sistemi operativi, applicazioni e servizi per dispositivi mobili.

Bisognerà capire se Google ha ostacolato lo sviluppo e l’accesso al mercato di applicazioni e servizi rivali richiedendo o incentivando i produttori di smartphone e tablet a pre-installare esclusivamente le proprie applicazioni e servizi. La Commissione esaminerà inoltre se Google ha impedito produttori di smartphone e tablet di creare versioni modificate di Android che eseguono applicazioni e servizi di Google.

via – via

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Alberto Lumia 930 ha detto:

    Finalmente !!!!!!!

  2. lezzointrisodischifo ha detto:

    Spero che paghino salato per i boicottaggi a Windows Phone . Vedasi il caso Youtube .

    • emo ha detto:

      Non centra nulla il boicottaggio a ms con la notizia se google non vuole dare a wp youtube non lo da basta di certo l ue non lo obbligherà

  3. Andr3w ha detto:

    “…abusato di un’eventuale posizione dominante nel campo dei sistemi operativi, applicazioni e servizi per dispositivi mobili.” Tiè crepa Google di cacca

  4. _Marok_ ha detto:

    A Google….dacce i sordi! [cit. UE]

  5. Yes ha detto:

    Vado OT per dirvi che il mio Band preordinato un mese fa in Uk é arrivato ora!! I’m very happy :P

  6. Holy87 ha detto:

    Però questa notizia non ha molto a che fare con Windows Phone.

    • Diego ha detto:

      Le pratiche anticoncorrenziali di google stanno colpendo in primis MS che si ritrova un OS senza nessun servizio ufficiale da parte di un’azienda che in molti campi ha il monopolio. Aggiungo, MS ha diversi servizi simili a quelli di Google, se su Android ci sono accordi per inserire solo quelli di google a discapito della concorrenza…

      • vic3000 ha detto:

        Right!

      • _Marok_ ha detto:

        Peccato che quello che rimprovera l’UE a Google non c’entri nulla con MS. Mica si può costringere uno sviluppatore a portare i propri servizi in tutti i sistemi… lo farà su quelli che reputa utili e remunerativi e purtroppo per noi utenti wp, Google non fa nulla contro la legge. L’importante è che non ostacoli servizi non suoi ed è questo che gli rimprovera l’UE.

      • Luca Serri ha detto:

        Il monopolio ce l’ha solo con Youtube, unico servizio Google praticamente insostituibile.

    • Sal cantali ha detto:

      Vedrai che salteranno fuori tante di quelle zozzerie

    • Lino Topo ha detto:

      Io usavo e trovavo comodo l’app news Republic,oggi apro l’applicazione e mi trovo scritto che non verrà più sopportata per wp8,che amarezza mi viene il sospetto c sarà di mezzo Google.

      • Holy87 ha detto:

        News Republic su Android è piena di pubblicità invasive, mentre su WP era senza perché WP non permette pubblicità troppo invadenti. Visto che i guadagni non c’erano hanno preferito toglierla, ma le cose potrebbero cambiare con Windows 10.

    • emo ha detto:

      Avevo cercato di pubblicarla qualche settimane fa la notizia su plaffo xD

  7. Davide ha detto:

    Godo :’)

  8. Clemente De Lucia ha detto:

    Era ora poiché ha sempre giocato scorretto e adesso deve pagare

  9. Sal cantali ha detto:

    Come il detto dice” il diavolo fa le pentole ma non i coperchi”

  10. Johnny E Basta ha detto:

    Andranno a diminuzione e la multa sarà per google poco più di una bisteccata aziendale.
    Leggendo in giro si leggono cose tipo “ma come? il motore di ricerca è il suo e ci fa quello che vuole, se vuoi usare altro puoi farlo” magari dagli stessi che nel caso ballot screen di IE dicevano “è giusto informare il consumatore, e MS sta busando della posizione”…
    no words

    • Umberto ha detto:

      In questi casi l’aspetto economico della multa è quasi irrilevante, vero (queste compagnie hanno le tasche belle fonde) ma possono essere molto interessanti i risvolti legali

  11. War 78 ha detto:

    “92 minuti di applausi” cit.

  12. giaan89 ha detto:

    Ohhhhhhhh finalmente! Ne vedremo delle belle!!

  13. vic3000 ha detto:

    Ora devono darci youtube come app e tutte quelle buisness come analitycs!!!

  14. Roberto Fudo Redaelli ha detto:

    Finalmente una buona notizia!

  15. Burp ha detto:

    Tanto non cambierà niente, google tirerà fuori due soldi e continuerà a fare quello che sta facendo

    • emo ha detto:

      Quoto non cambierà nulla di nulla tutto tornerà con é sempre stato

    • claudio c ha detto:

      Quando avviano un’indagine del genere (per ora é solo indagine, purtroppo!), se ci dovesse essere una condanna, non é tanto la sanzione economica che gli nuoce, quanto gli obblighi che avranno per il futuro di evitare comportamento simile, pena sanzioni più pesanti fino al blocco delle vendite.

  16. darkedstyle ha detto:

    Ok mi è appena arrivato il link del tracking e anche a me consegna ups ma domani…

  17. nino ha detto:

    Finalmente una buona notizia

  18. _Marok_ ha detto:

    Non facciamo confusione con la nostra (anche se mia no di certo) frustrazione di non avere i servizi Google. Google come sviluppatore può fare le app che vuole e renderle disponibili sui sistemi che vuole senza che nessuno possa farci nulla (come qualunque sviluppatore).

    La UE vuole sanzionarla perchè potrebbe aver ostacolato servizi di altri. Come per Internet Explorer di MS, non si colpevolizzava che il sw non ci fosse su tutte le piattaforme (anzi xD), ma che gli altri browser non MS soffrivano la sua onnipresenza.

    • Johnny E Basta ha detto:

      ma infatti. a me frega bene dei servizi google su wp. Il discorso è l’abuso di posizione dominante e l’imposizione di usare tutto il pacchetto e di impostare google come motore di ricerca di default per avere il play store.
      Sarebbe come se MS dicesse “vuoi usare WP? allora devi installare per forza skype, onedrive, office, onenote ecc… ed usare bing come motore di ricerca predefinito”.

      • center ha detto:

        e non lo fa?

        • Johnny E Basta ha detto:

          non mi risulta che tu non possa accedere allo store di ms se non hai bing come motore di ricerca predefinito, nè tantomeno mi risulta che tu non possa accedere allo store se non hai office o skype o onedrive…

          • center ha detto:

            la mia domanda era un’altra…
            è possibile disinstallare internet explorer,onedrive,onenote ecc. su wp?

          • Johnny E Basta ha detto:

            skype si, le altre no ad oggi. forse con win 10.
            e disinstallabilità a parte (che comunque mi da fastidio anche su wp non poter disinstallare certe app come onenote, onedrive ecc…) non sono obbligato ad avere bing come ricerca predefinita per poter accedere allo store. Ce l’ho nel tasto cerca (e per carità) ma posso mettere google tranquillamente in IE.

          • y.ol ha detto:

            Ma come predefinita si intende appunto “al momento della vendita”, o almeno questi sono i tos di android. Che poi dopo tu pialli tutto e installi il sw che vuoi non è un problema, anzi.
            La stessa cosa la fa anche microsoft con wp, alla vendità le app predefinite ci devono essere tutte e i produttori possono solo aggiungerne di secondarie ma non sostituire quelle di sistema, poi tu ovviamente ci installi e disinstalli quelle che ti pare

          • Johnny E Basta ha detto:

            Il problema comincia a porsi quando arrivi ad essere in una situazione di monopolio (ci sono due step…uno dal 50 all’80% del mercato e uno oltre l’80% mi pare).
            Se hai uno share europeo del 10% come MS o del 15% come apple puoi effettivamente fare quello che ti pare, ma quando il tuo share è circa al 75% no.

    • Sal cantali ha detto:

      Io non sono FRUSTRATO perché non posso usare i servizio Google (poco mi importa).
      Quello che non sopporto e l’abuso di potere (che fanno tutti MS compresa hai suoi tempi).
      MS già pagato per le sue carognate, adesso tocca a Google, ma più che altro aspetto il momento che Apple finisca anche lei sotto torchio, mi darebbe più soddisfazione vedere Apple in m***a che Google.

  19. Johnny E Basta ha detto:

    te la confuto. Anche su win è possibile utilizzare qualsiasi programma (e qualsiasi programma di terze parti), eppure il ballot screen gliel’han fatto mettere. E’ il preinstallato senza scelta che ha dato fastidio alla UE. Ergo se tanto mi da tanto in teoria su ogni terminale android dovrebbero mettere un ballot screen alla prima accensione e far scegliere all’utente cosa installare e cosa no, e non far sfornare terminali già carichi di software che magari l’utente non usa e che neppure può cancellare!E dovrebbero anche vietare a google di dire “vuoi il playstore? mettici anche tutta la suite google altrimenti nada.” Perchè senza dubbio se MS facesse un discorso del genere su win sarebbe il finimondo.

    • tranquillo ha detto:

      Non centra niente con le accuse mosse a google quello che scrivi

      • Johnny E Basta ha detto:

        “L’indagine si concentrerà anche per capire se Google ha stipulato
        accordi anti-concorrenziali o abusato di un’eventuale posizione
        dominante nel campo dei sistemi operativi, applicazioni e servizi per
        dispositivi mobili.”
        e non c’entra l’esempio ballot screen o l’obbligare ad avere tutta la suite google solo per il play store…

        • tranquillo ha detto:

          L’accusa principale e’ relativa al servizio “shopping” di google.
          Vale a dire che ritengono che le aziende “prime della lista”, siano il risultato di accordi che violano le norme sulla trasparenza e l’equita’.

          Secondariamente faranno domande precise a Google per capire come questa gestisce gli accordi con i produttori, per capire se sono stati stipulati accordi anti-concorrenziali.

          Fine. Nulla piu nulla meno.

          Per la prima accusa ci sta che google abbia violato qualche norma e che venga multata.
          Per la seconda accusa non penso proprio che succedera’ nulla, perche Google ha accordi con i produttori di natura “volontaria”.

          I discorsi App, scelta, liberta e cosi via che gonfiano / gonfieranno il blog non entrano nulla di nulla, come non centra nulla il parallelismo con la storia di MS ed explorer.

          • Johnny E Basta ha detto:

            ti ricordo che erano anche volontari gli accordi che aveva apple con alcuni editori di ebook, peccato che andassero a scapito di molti altri e ledessero il libero mercato e la concorrenza.
            Per le apps il parallelismo centra eccome. Anzi è peggio la situazione di google che ti impone -per usare certi servizi- l’adozione di google come motore di ricerca di default. MS almeno non ti obbligava ad usare il mediaplayer nè IE. Solo che quando lo fece MS era giusto dare la scelta ai consumatori, lo fa google e magicamente diventa “il SO è suo e ci farà pu quello che le pare, no?”

          • tranquillo ha detto:

            Veramente questo fascicolo aperto contro google NON centra niente con quello che dici te.

            Per entrare nel tuo solco, allora a MS dovrebbero fare una multa di infiniti miliardi perche hanno schiantato il mercato.
            il 99% dei portatili montano per forza Windows , con il 10 poi avro Office e Onedrive integrati dentro.
            Un monopolio epocale.

            Qualsiasi essere umano che si vuole prendere un portatile oggi, a meno di non prendere un mac, viene di fatto automaticamente fidelizzato a MS.

          • MioNonno ha detto:

            ci sono i chromebook

          • tranquillo ha detto:

            E quindi?
            Ci sono anche i portatili con Linux.

            Cio non toglie che ad oggi MS abbia ormai divelto il mercato.
            Ma in tutti i modi l’articolo parla di tuttaltre cose.

  20. tranquillo ha detto:

    Il bello e’ che nessun commento sotto centra niente con l’accusa mossa a google

  21. tranquillo ha detto:

    Questo che scrivi e’ relativo alle accuse secondarie.
    Per l’accusa principale invece sicuramente la condanneranno perche secondo me molto probabilmente Google ha usato dei metodi scorretti.

  22. Erunér ha detto:

    Non mi dispiace nemmeno un po’…
    Spero che le indagini possano portare ad accusarla anche di abuso di posizione dominante sulla tediosa faccenda sulle API di Youtube…

  23. Sal cantali ha detto:

    Che strano cerco la notizia su HD Blog e non la trovo, volevo leggere i commenti dei Fan Google :P :D

  24. acrixx ha detto:

    La verità è che le tangenti non sono arrivate, e stanno sollecitando l’invio

  25. BiggishTuba558 ha detto:

    Infatti abbiamo visto che fine ha fatto la proposta della web tax italiana

  26. tranquillo ha detto:

    A me pare che piu chiara di cosi la notizia non si potesse dare..

  27. BiggishTuba558 ha detto:

    Non credo che in questo caso si potranno comportare come in Spagna con News. Staremo a vedere se l’UE riuscirà a ottenere qualcosa di concreto. Speriamo, visto che in Europa Google fa quello che vuole senza pagare niente. La web tax mi sarebbe piaciuta, ma casualmente è sfumata senza troppo scalpore

  28. Lorenzo Mostocotto ha detto:

    OT: perdonate l’ot ma non so come fare, ho un lumia 925 e quando provo ha fare uno screen mi viene un messaggio di errore in alto con scritto: non ho acquisito la schermata. Cercando su internet molti hanno ricollegato e risolto il problema per via della micro sd, ma io avendo il lumia 925(che non ha nemmeno lo slot per la sd) non so come fare a risolvere il problema. qualche consiglio?

    • Brutus8890 ha detto:

      Hai provato un Soft-Reset? Se non dovesse funzionare prova a cancellare a mano la cartella “Schermate” dal File Manager. Facci sapere…

  29. Francesco Nunnari ha detto:

    consentitemi di dire una cosa con molta calma e moderazione:godoooooooooooooooooooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!fottiti google era ora cazzo!!!!!

  30. ale ha detto:

    Su tg2 oggi si parlava di una multa di circa 6miliardi

  31. Altiero Spinelli ha detto:

    La legislazione del mercato unico europeo deve garantire la libera concorrenza, il non esercizio di una posizione dominante nei confronti dei competitors, il libero scambio di beni, servizi, capitali,persone etc, potrei star qui ad elencare ancora gli elementi delle previsioni legislative! L’accordo tra le multinazionali e l’Unione è riconosciuto dal WTO e dai trattati che sono stati ratificati tra i rispettivi Paesi. L’esempio che ti posso fare al volo riguarda youtube: l’azienda x usufruisce del servizio youtube pagando un corrispettivo, il servizio viene pubblicizzato effettivamente ma viene oscurato in posizione da altri servizi proprietari dell’azienda (Google), capito? E’ un esempio stupido, gli accordi di cartello, la concorrenza sleale, l’esercizio di una posizione dominante in Europa non sono consentiti. Va altresì ricordato che l’Unione non è contro Google ma sta vagliando la sua posizione, non c’è un giudizio espresso, definitivo e risolutivo della situazione in essere! C’è una fase istruttoria di accertamenti in corso! Questo a grandi linee per ciò che concerne i servizi su youtube, per quelli dedicati al software e ai fork alternativi con servizi differenti da quelli offerti da Google l’articolo è abbastanza chiaro e veritiero.

  32. Eugenio Volcov ha detto:

    per usare android appieno hai bisogno di servizi google e playstore.. quindi tutta questa scelta ai produttori , limitata a launcher e 2-3 personalizzazioni software e qualche suite non è questa grande “libertà” .

  33. MioNonno ha detto:

    Chiunque arrivi ad avere un grande share prima o poi ha problemi di questo tipo, perché non può più operare liberamente.
    apple fa quello che le pare, non accetta nemmeno le app concorrenti sul proprio sistema ma ha solo il 15 % di share.

  34. Gio ha detto:

    ma figuriamoci, gli diranno che non devono fare i cattivi e finisce li…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *