• 150 commenti

Greg Sullivan conferma che gli smartphone Windows Phone 8 saranno aggiornati a Windows Phone 8.1!

Greg Sullivan, Senior Marketing Manager di Microsoft, durante un’intervista a Computerworld al CES 2014 ha confermato che i terminali Windows Phone 8 saranno aggiornati a Windows Phone 8.1.

windows-phone-blue

La notizia non è sicuramente una novità ma avere ulteriori conferme non può che rassicurare tutti gli utenti che hanno acquistato (o sono n procinto di acquistare) un dispositivo con sistema operativo mobile Microsoft.

In particolare Sullivan ha dichiarato:

Non avremo la stessa esperienza vista con il passaggio da Windows Phone 7 a Windows Phone 8… Microsoft ha una politica di supporto dei dispositivi di 36 mesi… Windows Phone 8 è un sistema operativo “potente” in grado di supportare i futuri aggiornamenti

Nell’intervista si parla anche di Nokia, Sullivan dichiara che Microsoft ha la licenza per utilizzare il nome “Nokia” e che prevede di continuare lo sviluppo di fotocamere ad alta qualità per i propri smartphone come visto sul Nokia Lumia 1020. Per quanto riguarda un eventuale unificazione tra Windows Phone 8 e Windows RT dichiara solo che “un doppio OS crea molta confusione tra gli utenti…”

via

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. _Marok_ ha detto:

    Ma di GDR3+Black si son perse le tracce?

  2. _Marok_ ha detto:

    Ma di GDR3+Black si son perse le tracce?

  3. H1 ha detto:

    Bene bene, questa volta MS non farà brutti scherzi

  4. H1 ha detto:

    Bene bene, questa volta MS non farà brutti scherzi

  5. Drak69 ha detto:

    Ero certo che il mio ativS sarebbe stato aggiornato :D dai è un po come il passaggio da 7 a 7.5. Il sistema operativo non cambia, migliora, aggiunge funzionalita ma rimane sempre wp8. I dubbi ce li ho per wp9, ma sono certo che fino ad allora avro cambiato almeno altri due telefoni.

    OT: candy crash saga uscira su wp8 entro la fine del Q1 2014

    • Marco ha detto:

      Fonte dell’OT? Candy Crush magari non sarà più così di moda tra 4 mesi però rimane un titolo importante per aumentare gli utenti…

      • Nickg126 ha detto:

        wphermes. om/2014/01/07/%cf%86%ce%ae%ce%bc%ce%b5%cf%82-to-candy-crash-%cf%83%cf%84%ce%b1-windows-phone-%cf%83%cf%84%ce%bf-%cf%84%ce%ad%ce%bb%ce%bf%cf%82-1%ce%bf%cf%85-%cf%84%cf%81%ce%b9%ce%bc%ce%ae%ce%bd%ce%bf%cf%85/2809?-to-candy-crash–windows-phone–?-1-?/2809

        in grego e link lunghissimo, comunque trovi la notizia anche su altri siti italiani

    • tivi92 ha detto:

      Magari a Windows phone 9 aggiorneranno solo quelli con processore più potente e 1 gb di RAM.. (820-920-925-1020-ativ-8x)

      • Drak69 ha detto:

        Bisogna vedere tra quanto tempo esce windows 9…potrebbe essere che microsoft decida di andare avanti con la 8.2 quindi a quel punto chissa quanto tempo passera per vedere wp9 xD

        • leoniDAM ha detto:

          Basandoci sulla numerazione delle versioni e su quello che è tipicamente il ciclo di vita del software in Microsoft la versione contrassegnata dal 9 di Windows Phone potrebbe uscire nel 2016 (visto che per il 2015 si parla di Windows 8.2 e quindi Windows Phone 8.2)

          • Fabio ha detto:

            Oh bravo, alcuni abituati ad Apple che cambia la prima cifra ogni anno ancora non l’ha capito. Le versioni intermedie sono le gdr.

    • marcos ha detto:

      Ma infatti questa è una non notizia. Cioè, che sia 8.1, 8.2, 8.3, è sempre windows phone 8. Era ovvio che sarebbe stato aggiornabile.

      Il discorso vale eventualmente per il 9, dove bisognerà guardare i requisiti minimi per vedere se ci saranno limitazioni hardware

      • leoniDAM ha detto:

        Non è esattamente così, WP8.1 è un major update ed il passaggio da WP8 a WP8.1 è equivalente a quello da WP7.5 a WP8.

        WP8.1 è un nuovo sistema operativo al pari di come lo è stato WP7, WP7.5, WP8, queste sigle sono semplicemente nomi commerciali, lo potevano anche chiamare Windows Phone 9 o WP27, il nome è solo una scelta del reparto marketing (ad esempioWP7.5 internamente è WP7.1, così come WP7.8, e Windows 8.1 internamente corrisponde alla versione 6.3, W8 6.2 e W7 6.1)

        • blorg ha detto:

          Non direi proprio, da WP7.5 a WP8 hanno cambiato completamente tutto, a parte l’interfaccia, e si tratta di una major release. Da WP8 a WP8.1 è un minor upgrade che qualcuno si illude sia “l’aggiornamento definitivo”.

          Per la politica adottata da MS fin ora WP9 sarà sicuramente incompatibile con WP8, semplicemente perchè i requisiti minimi hardware saranno scalati tutti verso l’alto rendendolo di fatto non installabile su hardware con caratteristiche inferiori (altrimenti non sarebbero requisiti minimi). Inoltre la dichiarazione sull’unificazione tra WP8 e WRT non fa ben sperare, l’ennesimo pastrocchio microsoft…

  6. IRNBNN ha detto:

    Ero certo che il mio ativS sarebbe stato aggiornato :D dai è un po come il passaggio da 7 a 7.5. Il sistema operativo non cambia, migliora, aggiunge funzionalita ma rimane sempre wp8. I dubbi ce li ho per wp9, ma sono certo che fino ad allora avro cambiato almeno altri due telefoni.

    OT: candy crash saga uscira su wp8 entro la fine del Q1 2014

    • mbax ha detto:

      Fonte dell’OT? Candy Crush magari non sarà più così di moda tra 4 mesi però rimane un titolo importante per aumentare gli utenti…

      • Nick126 ha detto:

        wphermes. om/2014/01/07/%cf%86%ce%ae%ce%bc%ce%b5%cf%82-to-candy-crash-%cf%83%cf%84%ce%b1-windows-phone-%cf%83%cf%84%ce%bf-%cf%84%ce%ad%ce%bb%ce%bf%cf%82-1%ce%bf%cf%85-%cf%84%cf%81%ce%b9%ce%bc%ce%ae%ce%bd%ce%bf%cf%85/2809?-to-candy-crash–windows-phone–?-1-?/2809

        in grego e link lunghissimo, comunque trovi la notizia anche su altri siti italiani

    • tivi92 ha detto:

      Magari a Windows phone 9 aggiorneranno solo quelli con processore più potente e 1 gb di RAM.. (820-920-925-1020-ativ-8x)

      • IRNBNN ha detto:

        Bisogna vedere tra quanto tempo esce windows 9…potrebbe essere che microsoft decida di andare avanti con la 8.2 quindi a quel punto chissa quanto tempo passera per vedere wp9 xD

        • leoniDAM ha detto:

          Basandoci sulla numerazione delle versioni e su quello che è tipicamente il ciclo di vita del software in Microsoft la versione contrassegnata dal 9 di Windows Phone potrebbe uscire nel 2016 (visto che per il 2015 si parla di Windows 8.2 e quindi Windows Phone 8.2)

          • Fabio ha detto:

            Oh bravo, alcuni abituati ad Apple che cambia la prima cifra ogni anno ancora non l’ha capito. Le versioni intermedie sono le gdr.

    • marcos ha detto:

      Ma infatti questa è una non notizia. Cioè, che sia 8.1, 8.2, 8.3, è sempre windows phone 8. Era ovvio che sarebbe stato aggiornabile.

      Il discorso vale eventualmente per il 9, dove bisognerà guardare i requisiti minimi per vedere se ci saranno limitazioni hardware

      • leoniDAM ha detto:

        Non è esattamente così, WP8.1 è un major update ed il passaggio da WP8 a WP8.1 è equivalente a quello da WP7.5 a WP8.

        WP8.1 è un nuovo sistema operativo al pari di come lo è stato WP7, WP7.5, WP8, queste sigle sono semplicemente nomi commerciali, lo potevano anche chiamare Windows Phone 9 o WP27, il nome è solo una scelta del reparto marketing (ad esempioWP7.5 internamente è WP7.1, così come WP7.8, e Windows 8.1 internamente corrisponde alla versione 6.3, W8 6.2 e W7 6.1)

        • blorg ha detto:

          Non direi proprio, da WP7.5 a WP8 hanno cambiato completamente tutto, a parte l’interfaccia, e si tratta di una major release. Da WP8 a WP8.1 è un minor upgrade che qualcuno si illude sia “l’aggiornamento definitivo”.

          Per la politica adottata da MS fin ora WP9 sarà sicuramente incompatibile con WP8, semplicemente perchè i requisiti minimi hardware saranno scalati tutti verso l’alto rendendolo di fatto non installabile su hardware con caratteristiche inferiori (altrimenti non sarebbero requisiti minimi). Inoltre la dichiarazione sull’unificazione tra WP8 e WRT non fa ben sperare, l’ennesimo pastrocchio microsoft…

          • leoniDAM ha detto:

            Facciamo un esempio: Windows 8, rispetto a Windows 7 secondo te è un minor update o un major update?
            E Windows 7 rispetto a Windows Vista è un minor update o un major update?
            Ebbene questi sono i numeri di versione di Windows:

            Windows 8.1 – 6.3
            Windows 8 – 6.2
            Windows 7 – 6.1
            Windows Vista 6.0

            Morale della favola: i nomi commerciali non sono un indice così preciso per determinare quale sia e quale non sia un major update, ma sono appunto nomi commerciali scelti dal reparto marketing per una qualche ragione, i numeri di versione interni sono si indicativi, ma ogni team utilizza una propria nozione per particolari motivi, in Microsoft il major number (per intenderci il primo numero, cioè il 6 nell’esempio di Windows) non lo cambiano per motivi di compatibilità e quindi bisogna conoscere queste regole interne per comprendere il versioning interno.
            Maggiori info le puoi trovare qui:
            http://msdn.microsoft.com/en-us/library/windows/desktop/ms724832(v=vs.85).aspx

            o qui:
            http://en.wikipedia.org/wiki/Comparison_of_Microsoft_Windows_versions

            Windows Phone 8.1 è un major update!
            Sebbene la definizione di major update e minor update non è univoca ma dipende dallo sviluppatore, non vedo come si possa non considerarlo tale!

            Come ho scritto Windows Phone 9 uscirà fra un bel po’ probabilmente non prima del 2016, se poi con WP9 si intende il major update successivo a WP8.1 beh probabile che i dispositivi di oggi non potranno essere aggiornati visto che dovrebbe uscire nel 2015 a 3 anni dal rilascio di WP8

          • blorg ha detto:

            Non vedo come si possa ritenere WP 8.1 un major update francamente… porterà funzionalità che ci si aspettava al lancio di WP8 e non dopo un anno e mezzo….

          • leoniDAM ha detto:

            Certo da uno che non sa come si distingue un minor update da un major update mi posso aspettare che ad oggi non vede come si possa ritenere WP8.1 un major update.
            Nella tua testa porterà funzionalità che ci si aspettava al lancio di WP8.

            Le funzionalità che porterà saranno quelle che gli sviluppatori hanno deciso di includere.

            Ancora non si conosce per intero il changelog, non si conoscono le nuove API (da come si dice in giro potrebbero essercene tante, ma tante), non si conoscono i nuovi device, un minor update tipicamente non introduce nuove API (quantomeno non tante e/o non fondamentali) un minor update non introduce significativi modifiche di sistema.

            Il fatto che tu ti aspettassi certe cose non significa che fosse quello che volesse il team di sviluppo.

            Lo ripeto, non esiste una definizione univoca di minor o major update.

            Una versione viene rilasciata non quando si è completato lo sviluppo del software (anche perché in realtà un software è sempre in sviluppo, un software non è mai completo inteso come si completa una album di figurine, dove quando hai attaccato l’ultima lo devi solo archiviare, non termina mai il suo sviluppo a meno che non sia abbandonato), ma quando si decide che sia arrivato il momento giusto per rilasciarlo e di solito questa scelta non la fa il team di sviluppo, ma il reparto commerciale, semplificando il discorso, se questi ti dicono che il 2 aprile il software deve essere rilasciato, il team di sviluppo stabilisce quali e quante funzioni implementare in modo che a quella data tali funzioni siano state implementate e se non si fa in tempo per alcune di esse o si accettano dei ritardi (sempre se il reparto commerciale e di dirigenti lo concedono) o si rimanda l’implementazione di tali funzioni.
            Le funzioni che porterà WP8.1 sono quelle che si era deciso che sarebbero state implementate in WP8.1, più qualcuna per la quale non hanno avuto il tempo di inserire in WP8.
            In ogni caso quello che conta non è quello che vedi o non vedi tu, ma quello che dice Microsoft e Microsoft tratta WP8.1 come un major update (e vedremo effettivamente così sarà)

  7. JimmiV ha detto:

    E ci mancherebbe altro …

  8. JimmiV ha detto:

    E ci mancherebbe altro …

  9. Luca ha detto:

    Se con WP 8.1 si raggiungerà una tale ottimizzazione dell’OS come è stato per Windows 8.1 ed in particolare per quanto riguarda la gestione delle risorse, un 520 non avrà nulla da invidiare ad un top gamma in termini di utilizzo e fluidità (non che non lo sia già ora, ma così…)… Ovviamente spero ci sia l’aggiunta di parecchie funzionalità (in particolare quelle lette nei vari rumors) in modo da ridurre il divario tra le esperienze d’utilizzo delle diverse piattaforme e rendere sempre più trasparente il passaggio da un OS all’altro…

    • Raxien ha detto:

      è già cosi :) tolta la ram e relativa restrizione su alcune app , se usi il 520 e 1020 a livello di prestazioni sono molto simili e danno la stessa esperienza d’uso.
      Una cosa incredibili se si guarda la fascia di prezzo (199 vs 799 all’uscita) in confronto alla concorrenza dove Android per avere un utilizzo senza problemi bisogna arrivare a 340 euro (nexus) … sotto solo fuffa

      • Luca ha detto:

        Se solo tanta gente sapesse Kantar non crederebbe ai suoi dati…

        • Antonio ha detto:

          … non ti preoccupare, chi deve sapere sa! Anzi, visto che sei un amante dei dati, aspettati novità sul fronte tablet a metà febbraio!
          Ti assicuro che alcune “grosse aziende” stanno cambiando le loro stategie a fronte dei dati Kantar e simili …. :-)

          • Luca ha detto:

            Bèh è una buona notizia :) Soprattutto perchè una maggior diffusione e crescita in generale si ripercuote in vantaggi per noi consumatori… Comunque si, ho interesse per i dati, ma ancor di più per quelli che riguardano i trend… A mio avviso sono quelli che contengono più informazioni… Se posso chiedere, come mai metà febbraio? Inizierà la commercializzazione dei prodotti presentati al CES di questi giorni?

      • tivi92 ha detto:

        699€ l’uscita del 1020:)

      • Matteo Ruozi ha detto:

        Con Android trovi già un moto g a 200 euro che va molto bene o un s3 mini.
        La differenza comunque non la fa solo la fluidità nel leggere i messaggi ma la qualità dello schermo, come accetta app un po’ pesanti, e come regge gli aggiornamenti futuri.

  10. Luca ha detto:

    Se con WP 8.1 si raggiungerà una tale ottimizzazione dell’OS come è stato per Windows 8.1 ed in particolare per quanto riguarda la gestione delle risorse, un 520 non avrà nulla da invidiare ad un top gamma in termini di utilizzo e fluidità (non che non lo sia già ora, ma così…)… Ovviamente spero ci sia l’aggiunta di parecchie funzionalità (in particolare quelle lette nei vari rumors) in modo da ridurre il divario tra le esperienze d’utilizzo delle diverse piattaforme e rendere sempre più trasparente il passaggio da un OS all’altro…

    • Raxien ha detto:

      è già cosi :) tolta la ram e relativa restrizione su alcune app , se usi il 520 e 1020 a livello di prestazioni sono molto simili e danno la stessa esperienza d’uso.
      Una cosa incredibili se si guarda la fascia di prezzo (199 vs 799 all’uscita) in confronto alla concorrenza dove Android per avere un utilizzo senza problemi bisogna arrivare a 340 euro (nexus) … sotto solo fuffa

      • Luca ha detto:

        Se solo tanta gente sapesse Kantar non crederebbe ai suoi dati…

        • Antonio ha detto:

          … non ti preoccupare, chi deve sapere sa! Anzi, visto che sei un amante dei dati, aspettati novità sul fronte tablet a metà febbraio!
          Ti assicuro che alcune “grosse aziende” stanno cambiando le loro stategie a fronte dei dati Kantar e simili …. :-)

          • Luca ha detto:

            Bèh è una buona notizia :) Soprattutto perchè una maggior diffusione e crescita in generale si ripercuote in vantaggi per noi consumatori… Comunque si, ho interesse per i dati, ma ancor di più per quelli che riguardano i trend… A mio avviso sono quelli che contengono più informazioni… Se posso chiedere, come mai metà febbraio? Inizierà la commercializzazione dei prodotti presentati al CES di questi giorni?

      • tivi92 ha detto:

        699€ l’uscita del 1020:)

      • MioNonno ha detto:

        Con Android trovi già un moto g a 200 euro che va molto bene o un s3 mini.
        La differenza comunque non la fa solo la fluidità nel leggere i messaggi ma la qualità dello schermo, come accetta app un po’ pesanti, e come regge gli aggiornamenti futuri.

  11. Raxien ha detto:

    Ormai aspetto il 930 :D

  12. Raxien ha detto:

    Ormai aspetto il 930 :D

  13. Antonioerre ha detto:

    Spero questo metta a tacere in modo definitivo il piagnisteo del “eh ma WP7 non lo hanno più sopportato o aggiornato”. ;)

  14. AntonioCap ha detto:

    Spero questo metta a tacere in modo definitivo il piagnisteo del “eh ma WP7 non lo hanno più sopportato o aggiornato”. ;)

  15. Alberto ha detto:

    Non vedo l’ora, di GDR3 mi frega poco visto che porta poco e nulla, l’attesa è per WP8.1!

  16. Alberto ha detto:

    Non vedo l’ora, di GDR3 mi frega poco visto che porta poco e nulla, l’attesa è per WP8.1!

    • tivi92 ha detto:

      Esatto.. Le cose piu comode di GDR3+Black (se hai un lumia) sono la chiusura delle app dal multitasking, le notifiche nella schermata glance e il blocco rotazione schermo..

      • leoniDAM ha detto:

        Chiusura delle app che non serve a molto, perché quello non ha nulla a che fare con il multitasking

        • tivi92 ha detto:

          Beh invece secondo me é molto comoda come funzionalità.. Trovavo davvero scomodo per chiudere una app schiacciare anche 6-7 volte il tasto indietro

          • leoniDAM ha detto:

            Non hai capito quale è il punto allora:

            Non serve schiacciare 6-7 volte il tasto indietro per “chiudere le apps“, basta semplicemente premere il tasto start, ogni volta che si abbandona un’app (che sia perché abbiamo risposto ad una telefonata, o perché abbiamo tappato su una notifica toast, o perché abbiamo premuto il tasto start, o abbiamo usato un launcher o uno chooser passando ad un’altra applicazione), l’app che stavamo usando viene sostanzialmente chiusa!

            Senza scendere troppo nel tecnico (ma se vuoi lo faccio), quelle che vedi premendo a lungo il tasto indietro, non sono app in esecuzione, sono apps che sono praticamente chiuse e stanno lì solo per poter avviare una delle apps che abbiamo usato di recente più velocemente.

            Il telefono consuma molto di più se le “chiudi” e le lanci dalla tile o dall’elenco delle apps che non rispetto a riprenderle utilizzando il task switcher (che è quello che vedi premendo a lungo il tasto start), oppure se supportano il fast resume lanciandole dalle tile/elenco apps sempre a patto che stiano nel task switcher.

          • Luca ha detto:

            Davvero?? Non sapevo funzionasse così, credevo che le app reperibili tramite il tasto indietro fossero comunque caricate in memoria per un riavvio più veloce senza consumare risorse della CPU, però passare da questo a considerarle chiuse c’è un po’ di differenza… Ho detto una fesseria o è concorde con il tuo discorso?

          • leoniDAM ha detto:

            Infatti è così, come ho scritto nel commento precedente non sono voluto scendere nel tecnico ed ho semplificato, le apps vengono messe in uno stato chiamato “dormant”, esse restano caricate in RAM, ma ogni loro processo è disattivato, non utilizzano la CPU, non utilizzano la GPU, non possono scrivere sulla memoria, non possono utilizzare i sensori (a parte quelle che fanno uso del GPS), non possono fare assolutamente nulla, o meglio per la precisione dopo che si è scatenato l’evento deactivated che mette in dormant l’app, si hanno 10 secondi prima che tutti i task vengano interrotti e si può utilizzare questo tempo per fare il tombstone per esempio.

            L’unica cosa che fanno le apps in questo stato è occupare un po’ di RAM, ma il consumo energetico di RAM non varia in base alla sua occupazione, cioè se la RAM è tutta vuota o tutta piena essa consumerà la stessa quantità di energia (basta conoscere un minimo il funzionamento della RAM per rendersi conto che effettivamente è così). Tale RAM poi sarà automaticamente liberata dal sistema operativo se un’app che abbiamo lanciato la richiede.

            Invece lanciare un’app da chiusa comporta un utilizzo maggiore della CPU (che deve leggere la memoria interna, compilare l’app e caricarla da zero in RAM)

          • Luca ha detto:

            Interessantissimo ti ringrazio!! Immaginavo già un funzionamento del genere ma non a questo livello di dettaglio… Anch’io solitamente tendevo a chiudere le app premendo più volte il tasto indietro, questo per evitare che fosse il sistema operativo a chiudere le app per necessità di risorse comportando chissà quali “conseguenze” (rallentamenti, consumi)… D’altra parte se c’è realmente un guadagno anche in semplici termini di autonomia lasciandole in dormant vale la pena sfruttare questa struttura!! Grazie di nuovo :)

          • _Marok_ ha detto:

            leoniDAN scusa se abuso del tuo sapere, mi spieghi questa frase? : “dopo che si è scatenato l’evento deactivated che mette in dormant
            l’app, si hanno 10 secondi prima che tutti i task vengano interrotti e
            si può utilizzare questo tempo per fare il tombstone per esempio”

            Se non ho capito male l’evento deactivated è quello che avviene quando ad esempio premi il pulsante start e se non torni all’app entro 10 secondi questa viene congelata, ma cosa è il tombstone?

          • leoniDAM ha detto:

            Qui c’è la documentazione riguardante il ciclo di vita delle apps di Windows Phone:

            http://msdn.microsoft.com/en-us/library/windowsphone/develop/ff817008(v=vs.105).aspx

            Il tombstoning è la tecnica che consiste nel salvare lo stato dell’apps nella local folder dell’app, così quando si fa ripartire l’app questa viene recuperata nel punto e nello stato in cui era.

          • Gian ha detto:

            Consuma di più in termini di batteria? Quindi se le lascio lì non sono app aperte me proprio chiuse che non consumano nulla in nessun senso, batteria CPU ecc?

          • leoniDAM ha detto:

            Più sotto sono andato un po’ più sui dettagli tecnici.
            In teoria non ci sono aumenti di consumi, ma anzi se si lanciassero sempre le apps direttamente dalla RAM, i consumi generali dovrebbero diminuire.
            Nella pratica non so quanto questo influisce percentualmente sui consumi (non credo moltissimo, saranno pochi punti percentuali), poi ci sono anche altre variabili da considerare come apps che hanno qualche bug e che potrebbero in qualche modo non arrestarsi correttamente

          • Gian ha detto:

            Grazie della risposta :)
            Più cose so sul funzionamento del SO meglio lo uso e ci sono poche cose che mi fanno arrabbiare come la gente che spende soldi per cose che non sa usare, quindi non voglio essere tra quelli

          • UltraXUX ha detto:

            Sbagliato. Le app che vedi premendo il tasto indietro, non sono praticamente chiuse ma bensì iberna.

            “oppure se supportano il fast resume lanciandole dalle tile/elenco apps sempre a patto che stiano nel task switcher.”

            Appunto, quindi non è praticamente chiuso

          • leoniDAM ha detto:

            come ho scritto nel commento non sono sceso sul tecnico e ho semplificato, più sotto sono stato più preciso

          • tivi92 ha detto:

            ma dai grazie per la risposta!!! non sapevo che funzionasse così..

        • marcos ha detto:

          è sbagliato dire che non serve a nulla.
          Si, il funzionamento è diverso, e il 99% basta premere start.

          Ma c’è anche un però: e se un’app si blocca?
          A
          me è capitato più di qualche volta, l’app si bloccava e il tasto
          indietro non funzionava per poterla chiudere e riavviarla. Dovevo stare
          mezz’ora a provare start-multitasking-indietro finchè alla fine non
          riuscivo.
          Così invece se l’app è bloccata mi basta accedere al multitasking e chiuderla in un attimo.

          Del resto il task manager esiste ovunque, anche su windows classico serve soprattutto per chiudere i programmi bloccati.

          • leoniDAM ha detto:

            Quando in quei pochi casi mi è capitato che si bloccasse mi è bastato premere il tasto start ed attendere qualche decina di secondi e l’app bloccata è stata terminata automaticamente.

            In ogni caso il punto è che molti hanno accolto sto fatto come la risoluzione del problema che non si potevano chiudere le apps e che restassero in esecuzione in background a consumare batteria ed è per questo che è nata la richiesta di questa funzione a Microsoft.
            Non per poter terminare eventuali processi che sono andati incontro a blocchi.

            I commenti sotto la mia spiegazione di come funziona il ciclo di vita di un’app su Windows Phone sono la dimostrazione del fatto che la maggioranza degli utenti non conosce come funziona il proprio dispositivo.
            Il mio intento è quello di far capire che una certa implementazione è stata fatta per un motivo e con cognizione di causa e che non è che sono stupidi in Microsoft che non hanno pensato a come far chiudere le apps, ma sono stati abbastanza intelligenti da far si che l’utente non debba preoccuparsi di certe cose

  17. _Marok_ ha detto:

    Comuqne l’aggiornamento è un conto, l’accessibilità a tutte le nuove funzioni è un altro e sinceramente sarei stupito se veramente tutte le nuove funzionalità anche quelle a corredo (come l’assistente vocale) fossero disponibili per tutti i dispositivi.

  18. _Marok_ ha detto:

    Comuqne l’aggiornamento è un conto, l’accessibilità a tutte le nuove funzioni è un altro e sinceramente sarei stupito se veramente tutte le nuove funzionalità anche quelle a corredo (come l’assistente vocale) fossero disponibili per tutti i dispositivi.

  19. tivi92 ha detto:

    Esatto.. Le cose piu comode di GDR3+Black (se hai un lumia) sono la chiusura delle app dal multitasking, le notifiche nella schermata glance e il blocco rotazione schermo..

    • leoniDAM ha detto:

      Chiusura delle app che non serve a molto, perché quello non ha nulla a che fare con il multitasking

      • tivi92 ha detto:

        Beh invece secondo me é molto comoda come funzionalità.. Trovavo davvero scomodo per chiudere una app schiacciare anche 6-7 volte il tasto indietro

        • leoniDAM ha detto:

          Non hai capito quale è il punto allora:

          Non serve schiacciare 6-7 volte il tasto indietro per “chiudere le apps“, basta semplicemente premere il tasto start, ogni volta che si abbandona un’app (che sia perché abbiamo risposto ad una telefonata, o perché abbiamo tappato su una notifica toast, o perché abbiamo premuto il tasto start, o abbiamo usato un launcher o uno chooser passando ad un’altra applicazione), l’app che stavamo usando viene sostanzialmente chiusa!

          Senza scendere troppo nel tecnico (ma se vuoi lo faccio), quelle che vedi premendo a lungo il tasto indietro, non sono app in esecuzione, sono apps che sono praticamente chiuse e stanno lì solo per poter avviare una delle apps che abbiamo usato di recente più velocemente.

          Il telefono consuma molto di più se le “chiudi” e le lanci dalla tile o dall’elenco delle apps che non rispetto a riprenderle utilizzando il task switcher (che è quello che vedi premendo a lungo il tasto start).

          • Luca ha detto:

            Davvero?? Non sapevo funzionasse così, credevo che le app reperibili tramite il tasto indietro fossero comunque caricate in memoria per un riavvio più veloce senza consumare risorse della CPU… Ho detto una fesseria o è concorde con il tuo discorso?

          • leoniDAM ha detto:

            Infatti è così, come ho scritto nel commento precedente non sono voluto scendere nel tecnico ed ho semplificato, le apps vengono messe in uno stato chiamato “dormant”, esse restano caricate in RAM, ma ogni loro processo è disattivato, non utilizzano la CPU, non utilizzano la GPU, non possono scrivere sulla memoria, non possono utilizzare i sensori (a parte quelle che fanno uso del GPS), non possono fare assolutamente nulla, o meglio per la precisione dopo che si è scatenato l’evento deactivated che mette in dormant l’app, si hanno 10 secondi prima che tutti i task vengano interrotti e si può utilizzare questo tempo per fare il tombstone per esempio.

            L’unica cosa che fanno le apps in questo stato è occupare un po’ di RAM, ma il consumo energetico di RAM non varia in base alla sua occupazione, cioè se la RAM è tutta vuota o tutta piena essa consumerà la stessa quantità di energia (basta conoscere un minimo il funzionamento della RAM per rendersi conto che effettivamente è così). Tale RAM poi sarà automaticamente liberata dal sistema operativo se un’app che abbiamo lanciato la richiede.

            Invece lanciare un’app da chiusa comporta un utilizzo maggiore della CPU (che deve leggere la memoria interna, compilare l’app e caricarla da zero in RAM)

          • Luca ha detto:

            Interessantissimo ti ringrazio!! Immaginavo già un funzionamento del genere ma non a questo livello di dettaglio… Anch’io solitamente tendevo a chiudere le app premendo più volte il tasto indietro, questo per evitare che fosse il sistema operativo a chiudere le app per necessità di risorse comportando chissà quali “conseguenze” (rallentamenti, consumi)… D’altra parte se c’è realmente un guadagno anche in semplici termini di autonomia lasciandole in dormant vale la pena sfruttare questa struttura!! Grazie di nuovo :)

          • _Marok_ ha detto:

            leoniDAN scusa se abuso del tuo sapere, mi spieghi questa frase? : “dopo che si è scatenato l’evento deactivated che mette in dormant
            l’app, si hanno 10 secondi prima che tutti i task vengano interrotti e
            si può utilizzare questo tempo per fare il tombstone per esempio”

            Se non ho capito male l’evento deactivated è quello che avviene quando ad esempio premi il pulsante start e se non torni all’app entro 10 secondi questa viene congelata, ma cosa è il tombstone?

          • leoniDAM ha detto:

            Qui c’è la documentazione riguardante il ciclo di vita delle apps di Windows Phone:

            http://msdn.microsoft.com/en-us/library/windowsphone/develop/ff817008(v=vs.105).aspx

            Il tombstoning è la tecnica che consiste nel salvare lo stato dell’apps nella local folder dell’app, così quando si fa ripartire l’app questa viene recuperata nel punto e nello stato in cui era.

          • Gian 920 ha detto:

            Consuma di più in termini di batteria? Quindi se le lascio lì non sono app aperte me proprio chiuse che non consumano nulla in nessun senso, batteria CPU ecc?

          • leoniDAM ha detto:

            Più sotto sono andato un po’ più sui dettagli tecnici.
            In teoria non ci sono aumenti di consumi, ma anzi se si lanciassero sempre le apps direttamente dalla RAM, i consumi generali dovrebbero diminuire.
            Nella pratica non so quanto questo influisce percentualmente sui consumi (non credo moltissimo, saranno pochi punti percentuali), poi ci sono anche altre variabili da considerare come apps che hanno qualche bug e che potrebbero in qualche modo non arrestarsi correttamente

          • Gian 920 ha detto:

            Grazie della risposta :)
            Più cose so sul funzionamento del SO meglio lo uso e ci sono poche cose che mi fanno arrabbiare come la gente che spende soldi per cose che non sa usare, quindi non voglio essere tra quelli

          • UltraXUX ha detto:

            Sbagliato. Le app che vedi premendo il tasto indietro, non sono praticamente chiuse ma bensì iberna.

            “oppure se supportano il fast resume lanciandole dalle tile/elenco apps sempre a patto che stiano nel task switcher.”

            Appunto, quindi non è praticamente chiuso

          • leoniDAM ha detto:

            come ho scritto nel commento non sono sceso sul tecnico e ho semplificato, più sotto sono stato più preciso

          • tivi92 ha detto:

            ma dai grazie per la risposta!!! non sapevo che funzionasse così..

      • marcos ha detto:

        è sbagliato dire che non serve a nulla.
        Si, il funzionamento è diverso, e il 99% basta premere start.

        Ma c’è anche un però: e se un’app si blocca?
        A
        me è capitato più di qualche volta, l’app si bloccava e il tasto
        indietro non funzionava per poterla chiudere e riavviarla. Dovevo stare
        mezz’ora a provare start-multitasking-indietro finchè alla fine non
        riuscivo.
        Così invece se l’app è bloccata mi basta accedere al multitasking e chiuderla in un attimo.

        Del resto il task manager esiste ovunque, anche su windows classico serve soprattutto per chiudere i programmi bloccati.

        • leoniDAM ha detto:

          Quando in quei pochi casi mi è capitato che si bloccasse mi è bastato premere il tasto start ed attendere qualche decina di secondi e l’app bloccata è stata terminata automaticamente.

          In ogni caso il punto è che molti hanno accolto sto fatto come la risoluzione del problema che non si potevano chiudere le apps e che restassero in esecuzione in background a consumare batteria ed è per questo che è nata la richiesta di questa funzione a Microsoft.
          Non per poter terminare eventuali processi che sono andati incontro a blocchi.

          I commenti sotto la mia spiegazione di come funziona il ciclo di vita di un’app su Windows Phone sono la dimostrazione del fatto che la maggioranza degli utenti non conosce come funziona il proprio dispositivo.
          Il mio intento è quello di far capire che una certa implementazione è stata fatta per un motivo e con cognizione di causa e che non è che sono stupidi in Microsoft che non hanno pensato a come far chiudere le apps, ma sono stati abbastanza intelligenti da far si che l’utente non debba preoccuparsi di certe cose

  20. salvo1789 ha detto:

    Bella! Anche se ormai ha scoperto l’acqua calda ehehehehe.

  21. salvo1789 ha detto:

    Bella! Anche se ormai ha scoperto l’acqua calda ehehehehe.

  22. Michele ha detto:

    Il mio 1020 aspetta impaziente :)

  23. Michele ha detto:

    Il mio 1020 aspetta impaziente :)

  24. Deiv ha detto:

    Non c’entra nulla e mi scuso per l’OT,ma mi chiedevo se esistano dei dati relativi all’effettiva diffusione in Italia delle varie piattaforme Mobili…Mi spiego: noi sappiamo che Wp ha superato IOS per quanto riguarda le vendite,ma non sappiamo (almeno io non trovo questo dato) quale sia l’effettiva diffusione in termini di smartphone utilizzati dagli italiani attualmente. Vorrei capire che gap esiste ancora tra Wp e Android/ios. Essendo evidente ancora la “supremazia” a livello di diffusione delle altre due piattaforme rispetto a quella di Microsoft. E questo dato è fondamentale per capire quando finalmente le applicazioni saranno rilasciate in prima istanza anche per Wp.

  25. Deiv ha detto:

    Non c’entra nulla e mi scuso per l’OT,ma mi chiedevo se esistano dei dati relativi all’effettiva diffusione in Italia delle varie piattaforme Mobili…Mi spiego: noi sappiamo che Wp ha superato IOS per quanto riguarda le vendite,ma non sappiamo (almeno io non trovo questo dato) quale sia l’effettiva diffusione in termini di smartphone utilizzati dagli italiani attualmente. Vorrei capire che gap esiste ancora tra Wp e Android/ios. Essendo evidente ancora la “supremazia” a livello di diffusione delle altre due piattaforme rispetto a quella di Microsoft. E questo dato è fondamentale per capire quando finalmente le applicazioni saranno rilasciate in prima istanza anche per Wp.

    • mbax ha detto:

      È molto difficile da capire visto che in giro trovi tanto venduto dal 2011-2012 in poi, magari di seconda mano, c’è una marea di Samsung con Android 2.3 e di iPhone 4 e 4s in giro… La percentuale effettiva di Windows Phone sarà sicuramente molto molto inferiore rispetto alle attuali di vendita…

      • Deiv ha detto:

        Speravo ci fosse un servizio di monitoraggio degli accessi alle app principali che desse informazioni sull’effettiva entità numerica (o un approssimazione veritiera) dei dispositivi in circolazione. Ad occhio comunque,sul totale del parco dispositivi,direi che wp si trovi ancora ben sotto il 10 per cento…forse anche sotto il 5. Ahimè.

        • Hankel ha detto:

          un servizio del genere lo fa AdDuplex, che per esempio riesce darci un dato sull’attuale diffusione di tutti i windows phone (per esempio vediamo che alcuni lumia wp7 sono ancora abbastanza diffusi). Ci sarà qualcosa anche per gli altri SO mobili

          • Deiv ha detto:

            …eppure non riesco a trovare un dato del tipo: In Italia ci sono tot smartphone attivi e connessi ad internet,di questo 100 per cento Tot Android,Tot Ios,tot Wp, Symbian ecc…Sono pippe mentali lo so…mi sa che mi vado a bere na birra… :)

          • leoniDAM ha detto:

            Questo è un dato considerato secondario evidentemente, per le aziende, forse è più interessante sapere quanti nuovi clienti ci sono che la base installata.
            Sapere che ci sono 100 WP in Italia ad uno sviluppatore interessa relativamente, sa che ha 100 potenziali clienti, ma sapere che ogni trimestre i suoi clienti aumentano potenzialmente del 15% è ancora più interessante perché ti permette di sapere che non solo puoi raggiungere certe vendite, ma che tali vendite possono anche incrementare.

            Inoltre è un dato più facilmente spendibile per il marketing (pensa alla base installati di WP, è bassa in confronto agli altri, ma Microsoft può dire che il suo market share aumenta del 150% l’anno).

            Per finire credo che il market share sia un dato più facile da raccogliere, (basterebbe anche solo andare dalle più grosse catene di distribuzione e chiedere a loro i dati).

          • Deiv ha detto:

            …non lo so sai…mi metto nei panni di un’azienda che deve investire in un applicativo e mi chiedo (soprattutto se il budget è limitato) dove investo? La risposta penso che sia: Dove so che c’è il maggior numero di potenziali clienti. Io farei così…poi è ovvio che i dati di vendita possono essere un invito…una promessa…intanto è vero che ancora oggi,la maggior parte delle aziende sviluppa Android/Ios in prima istanza. Sperem… :)

          • leoniDAM ha detto:

            Tu svilupperesti per quella piattaforma che ha 100 utenti o per quella che gli utenti diventano 20 in più ogni trimestre?

            In una prima fase senza dubbio la base installata ha un certo interesse (se il numero di dispositivi è 0 o quasi 0 gli sviluppatori se ne fregano), ma se io faccio il mio sistema operativo ed il mio cellulare e lo metto in commercio, ed al primo trimestre ottengo un 10% di share, vedi che qualche sviluppatore comincia a mettere in conto di supportare la mia piattaforma, se poi in un anno raggiungo il 30% di market share vedi come gli sviluppatori si mettono a lavorare… La base installata non rivela alcun dato sulle potenzialità di espansione dei miei guadagni (la base installata di Windows XP è ancora alta, ma il suo market share è nullo, vuol dire che oltre quel numero di clienti non potrò più andare)

            Il tasso di crescita viene utilizzato come metro di misura del tasso di gradimento da parte degli utenti, maggiore è il market share, maggiore è l’apprezzamento degli utenti per quel prodotto ed anche questa è una informazione utile ad uno sviluppatore, o ad un carrier o ad un OEM

          • Deiv ha detto:

            Io svilupperei per Wp perché ce l’ho! :) A parte gli scherzi,il tuo discorso sarebbe correttissimo se i numeri fossero comparabili o Come nel caso di Xp,le piattaforme fossero state abbandonate…ma ho paura che i numeri di Wp,per quanto riguarda la base installata,siano ancora così piccoli che (come accade in pratica anche in Italia dove Wp sta andando bene) molte aziende comunque si dedichino ad Android e Ios e poi,se mai… ed è per questo che mi piacerebbe conoscere quel dato!

          • leoniDAM ha detto:

            Beh è evidente che nel trimestre appena trascorso siano cambiate molto le cose dal punto di vista del rilascio delle app, quando il market share è cominciato a salire a certi livelli si sono viste una quantità di apps rilasciate sempre maggiore

          • blorg ha detto:

            C’è anche da considerare quanto la clientela è disposta a spendere, negli USA statisticamente si spende di più per applicazioni a pagamento e lì WP è quasi inesistente. Inoltre i grossi numeri WP li fa con la fascia bassa del mercato, quindi poco disposta a spendere.

          • leoniDAM ha detto:

            In diversi scenari gli utenti WP si sono dimostrati più inclini a spendere ed acquistare sullo store rispetto a quelli Android e/o Apple

          • MioNonno ha detto:

            Basterebbe sapere quanti account Windows, Google o apple sono attivi in questo momento.

        • mbax ha detto:

          Una sola cosa è certa; Windows Phone, nei mercati che contano di più al mondo (Cina, Giappone, Stati Uniti) non ce l’ha quasi nessuno. Solo in Europa ha appena raggiunto il 10%. L’appeal di questo sistema è molto basso, se vuoi uno smartphone che abbia tutte le applicazioni di alta qualità aggiornate subito (Facebook di Microsoft fa schifo) non sarà il prodotto giusto per almeno 2 anni. Rimane un ottimo sistema per la fascia più bassa, perché è reattivo. Io lo sconsiglio caldamente a chiunque abbia più di 300 euro da spendere (Android lì va già bene)

          • Mtb ha detto:

            A dire il vero é proprio nei mercati importanti che sta prendendo piede largamente. In Europa ha iniziato solo ora che i dispositivi da 100€ sono in commercio

          • mbax ha detto:

            Samsung vende 20 volte di più, apple 4 volte di più. Questo è un segnale chiaro direi…

      • Hankel ha detto:

        ci saranno ancora tanti symbian

  26. crazydsm81 ha detto:

    lo spero….. al dire il vero sono un po diffidente, sento puzza di fregatura, se non sarà cosi il mio lumia lo vendo immediatamente. Dopo l’esperienza vissuta con l’800 ci sta la diffidenza.

  27. crazydsm81 ha detto:

    lo spero….. al dire il vero sono un po diffidente, sento puzza di fregatura, se non sarà cosi il mio lumia lo vendo immediatamente. Dopo l’esperienza vissuta con l’800 ci sta la diffidenza.

  28. Moro278 ha detto:

    Guai se non mi aggiornano il 920!!!

  29. Moro278 ha detto:

    Guai se non mi aggiornano il 920!!!

  30. leoniDAM ha detto:

    Facciamo un esempio: Windows 8, rispetto a Windows 7 secondo te è un minor update o un major update?
    E Windows 7 rispetto a Windows Vista è un minor update o un major update?
    Ebbene questi sono i numeri di versione di Windows:

    Windows 8.1 – 6.3
    Windows 8 – 6.2
    Windows 7 – 6.1
    Windows Vista 6.0

    Morale della favola: i nomi commerciali non sono un indice così preciso per determinare quale sia e quale non sia un major update, ma sono appunto nomi commerciali scelti dal reparto marketing per una qualche ragione, i numeri di versione interni sono si indicativi, ma ogni team utilizza una propria nozione per particolari motivi (in Microsoft il major number, per intenderci il primo numero, cioè il 6 nell’esempio di Windows) non lo cambiano per motivi di compatibilità.
    Maggiori info le puoi trovare qui:
    http://msdn.microsoft.com/en-us/library/windows/desktop/ms724832(v=vs.85).aspx

    o qui:
    http://en.wikipedia.org/wiki/Comparison_of_Microsoft_Windows_versions

    Windows Phone 8.1 è un major update!
    Sebbene la definizione di major update e minor update non è univoca ma dipende dallo sviluppatore, non vedo come si possa non considerarlo tale!

    Come ho scritto Windows Phone 9 uscirà fra un bel po’ probabilmente non prima del 2016, se poi con WP9 si intende il major update successivo a WP8.1 beh probabile che i dispositivi di oggi non potranno essere aggiornati visto che dovrebbe uscire nel 2015 a 3 anni dal rilascio di WP8

    • blorg ha detto:

      Non vedo come si possa ritenere WP 8.1 un major update francamente… porterà funzionalità che ci si aspettava al lancio di WP8 e non dopo un anno e mezzo….

  31. Marco ha detto:

    È molto difficile da capire visto che in giro trovi tanto venduto dal 2011-2012 in poi, magari di seconda mano, c’è una marea di Samsung con Android 2.3 e di iPhone 4 e 4s in giro… La percentuale effettiva di Windows Phone sarà sicuramente molto molto inferiore rispetto alle attuali di vendita…

    • Deiv ha detto:

      Speravo ci fosse un servizio di monitoraggio degli accessi alle app principali che desse informazioni sull’effettiva entità numerica (o un approssimazione veritiera) dei dispositivi in circolazione. Ad occhio comunque,sul totale del parco dispositivi,direi che wp si trovi ancora ben sotto il 10 per cento…forse anche sotto il 5. Ahimè.

      • Hankel ha detto:

        un servizio del genere lo fa AdDuplex, che per esempio riesce darci un dato sull’attuale diffusione di tutti i windows phone (per esempio vediamo che alcuni lumia wp7 sono ancora abbastanza diffusi). Ci sarà qualcosa anche per gli altri SO mobili

        • Deiv ha detto:

          …eppure non riesco a trovare un dato del tipo: In Italia ci sono tot smartphone attivi e connessi ad internet,di questo 100 per cento Tot Android,Tot Ios,tot Wp, Symbian ecc…Sono pippe mentali lo so…mi sa che mi vado a bere na birra… :)

          • leoniDAM ha detto:

            Questo è un dato considerato secondario evidentemente, per le aziende, forse è più interessante sapere quanti nuovi clienti ci sono che la base installata.
            Sapere che ci sono 100 WP in Italia ad uno sviluppatore interessa relativamente, sa che ha 100 potenziali clienti, ma sapere che ogni trimestre i suoi clienti aumentano potenzialmente del 15% è ancora più interessante perché ti permette di sapere che non solo puoi raggiungere certe vendite, ma che tali vendite possono anche incrementare.

            Inoltre è un dato più facilmente spendibile per il marketing (pensa alla base installati di WP, è bassa in confronto agli altri, ma Microsoft può dire che il suo market share aumenta del 150% l’anno).

            Per finire credo che il market share sia un dato più facile da raccogliere, (basterebbe anche solo andare dalle più grosse catene di distribuzione e chiedere a loro i dati).

          • Deiv ha detto:

            …non lo so sai…mi metto nei panni di un’azienda che deve investire in un applicativo e mi chiedo (soprattutto se il budget è limitato) dove investo? La risposta penso che sia: Dove so che c’è il maggior numero di potenziali clienti. Io farei così…poi è ovvio che i dati di vendita possono essere un invito…una promessa…intanto è vero che ancora oggi,la maggior parte delle aziende sviluppa Android/Ios in prima istanza. Sperem… :)

          • leoniDAM ha detto:

            Tu svilupperesti per quella piattaforma che ha 100 utenti o per quella che gli utenti diventano 20 in più ogni trimestre?

            In una prima fase senza dubbio la base installata ha un certo interesse (se il numero di dispositivi è 0 o quasi 0 gli sviluppatori se ne fregano), ma se io faccio il mio sistema operativo ed il mio cellulare e lo metto in commercio, ed al primo trimestre ottengo un 10% di share, vedi che qualche sviluppatore comincia a mettere in conto di supportare la mia piattaforma, se poi in un anno raggiungo il 30% di market share vedi come gli sviluppatori si mettono a lavorare… La base installata non rivela alcun dato sulle potenzialità di espansione dei miei guadagni (la base installata di Windows XP è ancora alta, ma il suo market share è nullo, vuol dire che oltre quel numero di clienti non potrò più andare)

            Il tasso di crescita viene utilizzato come metro di misura del tasso di gradimento da parte degli utenti, maggiore è il market share, maggiore è l’apprezzamento degli utenti per quel prodotto ed anche questa è una informazione utile ad uno sviluppatore, o ad un carrier o ad un OEM

          • Deiv ha detto:

            Io svilupperei per Wp perché ce l’ho! :) A parte gli scherzi,il tuo discorso sarebbe correttissimo se i numeri fossero comparabili o Come nel caso di Xp,le piattaforme fossero state abbandonate…ma ho paura che i numeri di Wp,per quanto riguarda la base installata,siano ancora così piccoli che (come accade in pratica anche in Italia dove Wp sta andando bene) molte aziende comunque si dedichino ad Android e Ios e poi,se mai…

          • leoniDAM ha detto:

            Beh è evidente che nel trimestre appena trascorso siano cambiate molto le cose dal punto di vista del rilascio delle app, quando il market share è cominciato a salire a certi livelli si sono viste una quantità di apps rilasciate sempre maggiore

          • blorg ha detto:

            C’è anche da considerare quanto la clientela è disposta a spendere, negli USA statisticamente si spende di più per applicazioni a pagamento e lì WP è quasi inesistente. Inoltre i grossi numeri WP li fa con la fascia bassa del mercato, quindi poco disposta a spendere.

          • Matteo Ruozi ha detto:

            Basterebbe sapere quanti account Windows, Google o apple sono attivi in questo momento.

      • Marco ha detto:

        Una sola cosa è certa; Windows Phone, nei mercati che contano di più al mondo (Cina, Giappone, Stati Uniti) non ce l’ha quasi nessuno. Solo in Europa ha appena raggiunto il 10%. L’appeal di questo sistema è molto basso, se vuoi uno smartphone che abbia tutte le applicazioni di alta qualità aggiornate subito (Facebook di Microsoft fa schifo) non sarà il prodotto giusto per almeno 2 anni. Rimane un ottimo sistema per la fascia più bassa, perché è reattivo. Io lo sconsiglio caldamente a chiunque abbia più di 300 euro da spendere (Android lì va già bene)

        • Mtb ha detto:

          A dire il vero é proprio nei mercati importanti che sta prendendo piede largamente. In Europa ha iniziato solo ora che i dispositivi da 100€ sono in commercio

    • Hankel ha detto:

      ci saranno ancora tanti symbian

  32. Giacomo ha detto:

    Io voglio wp9 sul mio 820 o meglio, con wp9 le applicazioni devono comunque essere disponibili sul mio 8.1

  33. Giacomo ha detto:

    Io voglio wp9 sul mio 820 o meglio, con wp9 le applicazioni devono comunque essere disponibili sul mio 8.1

  34. Yari da Novara ha detto:

    OT: è iniziato il roll out di Nokia Black per il Lumia 1020 e il 925!
    Introdotta la nuova funzionalità di AppFolder! potremmo creare delle cartelle con dentro i programmi ;)

  35. Yari da Novara ha detto:

    OT: è iniziato il roll out di Nokia Black per il Lumia 1020 e il 925!
    Introdotta la nuova funzionalità di AppFolder! potremmo creare delle cartelle con dentro i programmi ;)

  36. leoniDAM ha detto:

    In diversi scenari gli utenti WP si sono dimostrati più inclini a spendere ed acquistare sullo store rispetto a quelli Android e/o Apple

  37. leoniDAM ha detto:

    Certo da uno che non sa come si distingue un minor update da un major update mi posso aspettare che ad oggi non vede come si possa ritenere WP8.1 un major update.
    Nella tua testa porterà funzionalità che ci si aspettava al lancio di WP8.

    Le funzionalità che porterà saranno quelle che gli sviluppatori hanno deciso di includere.

    Ancora non si conosce per intero il changelog, non si conoscono le nuove API (da come si dice in giro potrebbero essercene tante, ma tante), non si conoscono i nuovi device, un minor update tipicamente non introduce nuove API (quantomeno non tante e/o non fondamentali) un minor update non introduce significativi modifiche di sistema.

    Il fatto che tu ti aspettassi certe cose non significa che fosse quello che volesse il team di sviluppo.

    Lo ripeto, non esiste una definizione univoca di minor o major update.

    Una versione viene rilasciata non quando si è completato lo sviluppo del software (anche perché in realtà un software è sempre in sviluppo, un software non è mai completo inteso come si completa una album di figurine, dove quando hai attaccato l’ultima lo devi solo archiviare, non termina mai il suo sviluppo a meno che non sia abbandonato), ma quando si decide che sia arrivato il momento giusto per rilasciarlo e di solito questa scelta non la fa il team di sviluppo, ma il reparto commerciale, semplificando il discorso, se questi ti dicono che il 2 aprile il software deve essere rilasciato, il team di sviluppo stabilisce quali e quante funzioni implementare in modo che a quella data tali funzioni siano state implementate e se non si fa in tempo per alcune di esse o si accettano dei ritardi (sempre se il reparto commerciale e di dirigenti lo concedono) o si rimanda l’implementazione di tali funzioni.
    Le funzioni che porterà WP8.1 sono quelle che si era deciso che sarebbero state implementate in WP8.1, più qualcuna per la quale non hanno avuto il tempo di inserire in WP8.
    In ogni caso quello che conta non è quello che vedi o non vedi tu, ma quello che dice Microsoft e Microsoft tratta WP8.1 come un major update (e vedremo effettivamente così sarà)

  38. Lorenzo ha detto:

    Quindi WP 7.8 è destinato ad essere abbandonato per sempre? Nessun aggiornamento per noi?

  39. Lorenzo ha detto:

    Quindi WP 7.8 è destinato ad essere abbandonato per sempre? Nessun aggiornamento per noi?

    • AntonioCap ha detto:

      Oggi c’era all’Ipercoop il 620 a 119€ in offerta. Conviene passare a un terminale nuovo a sti punti. Così ci quadagni almeno 24 mesi di aggiornamenti. ;)

    • blorg ha detto:

      Wp 7.8 è stato abbandonato nel momento stesso in cui è uscito. E’ stata solo una presa in giro.

  40. Antonioerre ha detto:

    Oggi c’era all’Ipercoop il 620 a 119€ in offerta. Conviene passare a un terminale nuovo a sti punti. Così ci quadagni almeno 24 mesi di aggiornamenti. ;)

  41. fla ha detto:

    Windows phone cresce. Certo deve fare i conti con un parco installato e quindi molti clienti ricercano il conosciuto. Nonostante questo Nokia prende pian piano la sua fetta di mercato e le qualità del sistema Microsoft stanno pian piano affermandosi. Android è su tutto, dai Brondi ai Vertu. Però sta stancando. Sony pare abbia annunciato alcuni modelli Windows phone e anche Htc proporrà nuovi modelli Windows Phone mentre Huawei prepara l’Ascend w3. Con Sony si spera che la diffusione di WP aumenti ancora. Samsung passa a Tizen e Android risentirà anche di questo cambio. Quindi WP potrà contare su: Nokia Lumia, HTC, Sony, Huawei e un modelli Samsung.

  42. fla ha detto:

    Windows phone cresce. Certo deve fare i conti con un parco installato e quindi molti clienti ricercano il conosciuto. Nonostante questo Nokia prende pian piano la sua fetta di mercato e le qualità del sistema Microsoft stanno pian piano affermandosi. Android è su tutto, dai Brondi ai Vertu. Però sta stancando. Sony pare abbia annunciato alcuni modelli Windows phone e anche Htc proporrà nuovi modelli Windows Phone mentre Huawei prepara l’Ascend w3. Con Sony si spera che la diffusione di WP aumenti ancora. Samsung passa a Tizen e Android risentirà anche di questo cambio. Quindi WP potrà contare su: Nokia Lumia, HTC, Sony, Huawei e un modelli Samsung.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *