• 42 commenti

Nuovo rivoluzionario studio di Nokia: simulazione di fulmini per innovare i metodi di ricarica della batteria dei cellulari

Nokia ha presentato oggi uno studio rivoluzionario su come sfruttare l’energia dei fulmini per uso personale: una novità assoluta per il settore che in futuro potrebbe permettere di utilizzare una delle più potenti risorse naturali per ricaricare i dispositivi in modo ecosostenibile.

image003

In collaborazione con lo scienziato Neil Palmer del Tony Davies High Voltage Laboratory della University of Southampton UK, uno dei maggiori laboratori al mondo focalizzati sull’alta tensione, è stato realizzato uno studio per analizzare le possibilità di impiego di risorse energetiche naturali per ricaricare un Nokia Lumia 925 attraverso una simulazione di energia simile a quella di un fulmine.

“Eravamo entusiasti di accogliere la sfida lanciata da Nokia. Utilizzando la corrente alternata alimentata da un trasformatore, abbiamo inviato oltre 200.000 V attraverso uno spinterometro di 300 mm, generando calore e luce simili a quelli di un fulmine. Il segnale è stato poi trasferito ad un secondo trasformatore di controllo, permettendoci di ricaricare il dispositivo”, ha spiegato il Prof. Palmer.

“Siamo rimasti sorpresi nel constatare come il circuito Nokia riuscisse in qualche modo a stabilizzare il rumore del segnale, permettendo alla batteria di ricaricarsi. Tale scoperta dimostra che i dispositivi possono essere caricati con una corrente che si propaga attraverso l’aria. Si tratta di un enorme progresso nello studio dei fulmini come fonte di energia naturale e del loro sfruttamento in quest’ottica”, ha aggiunto.

L’esperimento evidenzia l’impegno che Nokia pone da 150 anni nell’innovazione e nell’offrire ai propri clienti prodotti estremamente all’avanguardia. Il fatto che il Lumia 925 abbia sopportato un esperimento di questo genere è la riprova dell’alta qualità e resistenza che, com’è noto, caratterizzano i dispositivi Nokia.

“L’approccio a questo tipo di tecnologia rappresenta una novità assoluta non solo per Nokia ma per tutti i produttori di dispositivi mobili. In Nokia cerchiamo sempre di spingerci oltre i confini della tecnologia”, ha dichiarato Chris Weber, Executive Vice President for Sales & Marketing. “Dobbiamo ricercare continuamente nuove modalità, sempre più efficienti dal punto di vista energetico, per migliorare i nostri prodotti e ci auguriamo che questo esperimento possa rivoluzionare il modo in cui ricaricheremo in futuro i nostri cellulari “.

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. _Marok_ ha detto:

    Il nuovo accessorio Nokia, l’acquilone da ricarica.
    Soddisfatti o folgorati!

    • Mattia ha detto:

      Esatto, questo è l’accessorio Nokia speciale che sarà presentato il 22 ottobre :D
      Mi ricorda ritorno al futuro questa cosa di utilizzare l’energia dei fulmini, noi la utilizzeremo per ricaricare il telefono, lui per andare nel futuro

  2. _Marok_ ha detto:

    Il nuovo accessorio Nokia, l’acquilone da ricarica.
    Soddisfatti o folgorati!

    • Mattia ha detto:

      Esatto, questo è l’accessorio Nokia speciale che sarà presentato il 22 ottobre :D
      Mi ricorda ritorno al futuro questa cosa di utilizzare l’energia dei fulmini, noi la utilizzeremo per ricaricare il telefono, lui per andare nel futuro

  3. Dome ha detto:

    Mah… che prodotto dovrebbe venir fuori da una ricerca simile…? O.o

  4. Dome ha detto:

    Mah… che prodotto dovrebbe venir fuori da una ricerca simile…? O.o

  5. Francesco ha detto:

    Azz.. Nokia si sta impegnando da 150 anni :-D
    Comunque, mi piacciono questi studi che permettono di progredire tecnologicamente.

  6. Andrea ha detto:

    [OT] scusate qualcuno sa come mettere l’accent Nokia blue presente solo nei brand tim in un 920 no brand??

  7. Mices7 ha detto:

    Azz.. Nokia si sta impegnando da 150 anni :-D
    Comunque, mi piacciono questi studi che permettono di progredire tecnologicamente.

  8. Andrea ha detto:

    [OT] scusate qualcuno sa come mettere l’accent Nokia blue presente solo nei brand tim in un 920 no brand??

  9. Gino ha detto:

    Al di là della concreta applicabilità, questa é la risposta che vorrei fare a quel coglxx di Tim Coom che dice che Nokia é morta perché non innova. Lui invece innova, fa gli studi scientifici sulle Gold cover….

  10. Gino ha detto:

    Al di là della concreta applicabilità, questa é la risposta che vorrei fare a quel coglxx di Tim Coom che dice che Nokia é morta perché non innova. Lui invece innova, fa gli studi scientifici sulle Gold cover….

  11. francesco ha detto:

    Ora Apple dirà che le stanno copiando… Lightning!!!

  12. francesco ha detto:

    Ora Apple dirà che le stanno copiando… Lightning!!!

  13. Gianluca ha detto:

    Sarebbe fantastico per Cole MacGrath ( il protagonista di InFamous) Ahahahaha.. Scherzi a parte, la prima cosa che mi è venuta in mente è “ma quante cagate spara Tim Cook”

  14. Gianluca ha detto:

    Sarebbe fantastico per Cole MacGrath ( il protagonista di InFamous) Ahahahaha.. Scherzi a parte, la prima cosa che mi è venuta in mente è “ma quante cagate spara Tim Cook”

  15. Carloesse ha detto:

    1,21 Gigowatt???!!..Grande Giove!!

  16. Carloesse ha detto:

    1,21 Gigowatt???!!..Grande Giove!!

  17. Andre ha detto:

    Ma a me non interessano i fulmini. Per avere una concorrenza ottimale non credo che bisogna basarci su queste cavolate. Ma per favore, create delle applicazioni migliori, innovative, migliorate quelle già esistenti. Non soffermiamoci sul caricamento della batteria tramite i fulmini o wi-fi.

    • Alessio Marzella ha detto:

      l’innovazione pratica, quella che può essere usata tutti i giorni, deve partire da queste cose, è necessario pensare fuori dagli schemi, sperimentare… solo in questo modo si innova veramente, studi come questi potrebbero portare un domani ad avere una costante ricarica wireless nelle nostre abitazioni o uffici

      • Dago88 ha detto:

        Beh certo però i problemi semplici come dividere controllo volume suoneria da quello di sistema non lo risolviamo..ma per favore risolvessero prima i problemi pratici di un cellulare

        • Alessio Marzella ha detto:

          A parte che il “problema” da te descritto (tra ” ” perchè io non lo vedo come un problema, a dir la verità mi ci trovo molto bene) è già in via di risoluzione, dovrebbe essere tutto sistemato con il prossimo aggiornamento e comunque dipende da Ms e non direttamente da Nokia.
          Devi sapere che le grandi aziende non lavorano solo su un progetto per volta, non è che se si compiono determinate sperimentazioni allora ci si dimentica di tutto il resto, ci sono settori diversi che si occupano di attività diverse, per ogni ingegnere, programmatore, tecnico, esperto… che lavora a questo progetto ce ne sono altre decine impegnati in altri ambiti ed è un bene che un azienda del calibro di nokia tenga sotto controllo tutti questi progetti, sia i più immediati, sia quelli che possono portare a un guadagno futuro

    • Gino ha detto:

      Guarda che il più grosso problema tecnologico dei nostri tempi sono proprio le batterie! O si trova il modo di ingigantire le capacità, oppure si trova il modo di ricaricarle sempre o quasi. Chi trova questo a costi bassi vince, altro che app!!

  18. Andre ha detto:

    Ma a me non interessano i fulmini. Per avere una concorrenza ottimale non credo che bisogna basarci su queste cavolate. Ma per favore, create delle applicazioni migliori, innovative, migliorate quelle già esistenti. Non soffermiamoci sul caricamento della batteria tramite i fulmini o wi-fi.

    • O_Marzo ha detto:

      l’innovazione pratica, quella che può essere usata tutti i giorni, deve partire da queste cose, è necessario pensare fuori dagli schemi, sperimentare… solo in questo modo si innova veramente, studi come questi potrebbero portare un domani ad avere una costante ricarica wireless nelle nostre abitazioni o uffici

      • Dago88 ha detto:

        Beh certo però i problemi semplici come dividere controllo volume suoneria da quello di sistema non lo risolviamo..ma per favore risolvessero prima i problemi pratici di un cellulare

        • O_Marzo ha detto:

          A parte che il “problema” da te descritto (tra ” ” perchè io non lo vedo come un problema, a dir la verità mi ci trovo molto bene) è già in via di risoluzione, dovrebbe essere tutto sistemato con il prossimo aggiornamento e comunque dipende da Ms e non direttamente da Nokia.
          Devi sapere che le grandi aziende non lavorano solo su un progetto per volta, non è che se si compiono determinate sperimentazioni allora ci si dimentica di tutto il resto, ci sono settori diversi che si occupano di attività diverse, per ogni ingegnere, programmatore, tecnico, esperto… che lavora a questo progetto ce ne sono altre decine impegnati in altri ambiti ed è un bene che un azienda del calibro di nokia tenga sotto controllo tutti questi progetti, sia i più immediati, sia quelli che possono portare a un guadagno futuro

    • Gino ha detto:

      Guarda che il più grosso problema tecnologico dei nostri tempi sono proprio le batterie! O si trova il modo di ingigantire le capacità, oppure si trova il modo di ricaricarle sempre o quasi. Chi trova questo a costi bassi vince, altro che app!!

  19. tia ha detto:

    per me dovrebbe migliorare le batterie!!! non come ricaricarle ma la loro durata una volta caricata!

    • _Marok_ ha detto:

      in realtà si sa benissimo che la tecnologia delle batterie non potrà più evolvere in modo significativo a meno di nuove scoperte mirabolanti.
      Quindi l’unica strada da percorrere è trovare nuovi modi di ricarica che tamponano la carenza di autonomia (sarebbe più appropriato dire, la sempre maggior richiesta di energia).
      E’ come è successo con le antenne, per fattori di portabilità le antenne dovevano ridursi e l’unico modo per ridurle è stato quello di aumentare in modo smodato i trasmettitori.

  20. tia ha detto:

    per me dovrebbe migliorare le batterie!!! non come ricaricarle ma la loro durata una volta caricata!

    • _Marok_ ha detto:

      in realtà si sa benissimo che la tecnologia delle batterie non potrà più evolvere in modo significativo a meno di nuove scoperte mirabolanti.
      Quindi l’unica strada da percorrere è trovare nuovi modi di ricarica che tamponano la carenza di autonomia (sarebbe più appropriato dire, la sempre maggior richiesta di energia).
      E’ come è successo con le antenne, per fattori di portabilità le antenne dovevano ridursi e l’unico modo per ridurle è stato quello di aumentare in modo smodato i trasmettitori.

  21. alessio ha detto:

    Ecco perché qui in toscana sta peggiorando il tempo…

  22. alessio ha detto:

    Ecco perché qui in toscana sta peggiorando il tempo…

  23. Leonardo ha detto:

    Chi non penserebbe a ricaricare il telefono con un fulmine…
    Comunque è geniale!

  24. Leonardo ha detto:

    Chi non penserebbe a ricaricare il telefono con un fulmine…
    Comunque è geniale!

  25. luca ha detto:

    Mi viene un sorriso amaro, tutte cose già scoperte dal povero Tesla che voleva energia gratis per tutti. Boicottato dal petroliere che lo finanziava e annullato dai servizi segreti americani che fecero sparire tutto il materiale riguardante i suoi studi…..e la Nokia mi parla di innovazione….

  26. luca ha detto:

    Mi viene un sorriso amaro, tutte cose già scoperte dal povero Tesla che voleva energia gratis per tutti. Boicottato dal petroliere che lo finanziava e annullato dai servizi segreti americani che fecero sparire tutto il materiale riguardante i suoi studi…..e la Nokia mi parla di innovazione….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *