• 19 commenti

Quanto fumi?: L’app ufficiale del Ministero della Salute realizzata in occasione della giornata mondiale contro il tabacco

Dopo aver visto alcune app ufficiali pubblicate dal Ministero della Difesa (Su Windows Phone 8 arrivano le app ufficiali della Marina Militare, della Difesa e dell’Esercito Italiano!), ecco arrivare l’app “Quanto fumi?” pubblicata dal Ministero della Salute e realizzata in occasione della giornata mondiale contro il tabacco 2013.

quanto fumi

Di seguito la descrizione che possiamo leggere nello Store:

Una sigaretta accesa tra le mani e una nel posacenere: hai perso il conto e il fiato? Mettiti alla prova con l’App “Quanto fumi?”. Chi può darti una mano è più vicino di quanto pensi…
Il Ministero della Salute, in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità, ha realizzato in occasione della Giornata mondiale contro il tabacco 2013 l’App “Quanto fumi?” per acquisire consapevolezza della propria dipendenza dal fumo e stimolare il fumatore a migliorare la propria salute.
L’applicazione fornisce la percezione di quanto si fuma e della dipendenza dal fumo. Il fumatore può infatti sperimentare la riduzione del consumo giornaliero di sigarette del 20 per cento rispetto a quello abituale e se lo desidera può facilmente entrare in contatto con il numero verde dell’Osservatorio fumo, alcol e droga dell’ISS per un aiuto a smettere o per trovare il centro antifumo più vicino.
Prima di mettersi alla prova, il fumatore può fare il test di Fagerström per stabilire la sua dipendenza dal fumo. Può inoltre verificare i propri risultati grazie a semplici grafici.
Questa App non sostituisce in alcun modo l’attività del medico o dei centri antifumo. Il Ministero della Salute declina ogni responsabilità in merito all’uso improprio delle informazioni contenute nella App e invita gli utenti a rivolgersi sempre e comunque al proprio medico o al Telefono Verde contro il Fumo 800 55 40 88 per una consulenza sulle problematiche legate al tabagismo.
Il Ministero della Salute non raccoglie e non utilizza alcun dato, sensibile o personale, inserito dagli utenti nella App: i dati inseriti dagli utenti vengono salvati sul dispositivo mobile dall’utente ad esclusivo uso del corretto funzionamento della App.
Il Ministero della Salute declina ogni responsabilità in caso di invio facoltativo, esplicito e volontario di dati tramite posta elettronica agli indirizzi registrati dall’utente.

L’app “Quanto fumi?” è disponibile solo per gli utenti Windows Phone 8, se interessati potete effettuare il download gratuitamente tramite il link diretto che trovate sotto.

 

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Niko ha detto:

    Da notare nello screen “Ricordati che oggi puoi fumare non più di 60 sigarette”

    Comunque il MDS vuole che fumiamo, altrimenti non si spiega perchè tassare le sig. elettroniche che sono molto ma molto più salutari

    • marco ha detto:

      Molto più salutari è una parola grossa, diciamo meno nocive… Nicotina e altre sostanze ci sono lo stesso, non ci sarà catrame e altre schifezze ma cmq non è certo roba salutare.

      Fosse per me vieterei totalmente il fumo.Non porta alcun vantaggio, la maggior parte dei giovani comincia a fumare solo perchè fa figo di fronte alle ragazzine, per il resto causa solo danni alla salute propria e sopratutto alla salute altrui.

      • Birba ha detto:

        Aspetta, che sia meglio non fumare quello sicuramente. Ma che tra quella tradizionale e quella eletreonica ci sia un abisso in termini di male anche. Basta leggere quello che scrive veronesi in merito a queste cose.

        • Ketto ha detto:

          Mi fido di più delle tue sensazioni che delle esternazioni di un venduto alle lobby del farmaco come Veronesi… Diffidare totalmente da quell’uomo falsissimo…

    • marco ha detto:

      Pure all’aria aperta il fumo dà fastidio, non capisco perchè se uno vuole fumare deve indirettamente far fumare anche me che non voglio

      • Birba ha detto:

        mmm forse mussolini avrebbe potuto pribire di fumare in strada, sei in un’epoca differente

        • giosh45 ha detto:

          No, perché il fumo passivo fa male: tu fumandomi vicino mi danneggi. E no, non vedo perché mi dovrei spostare io.

        • Miky ha detto:

          a New York non puoi fumare nei parchi pubblici, in tante spiagge americane non si può fumare, in tanti posti non si può fumare nemmeno per strada e ti dirò di più in USA ci sono condomini in cui anche dentro casa è vietato fumare e se non sei d’accordo sei costretto o a smettere o a cambiare casa, non ci vuole Mussolini ma il buon senso, stessa cosa per gli alcolici.

  2. Niko ha detto:

    Da notare nello screen “Ricordati che oggi puoi fumare non più di 60 sigarette”

    Comunque il MDS vuole che fumiamo, altrimenti non si spiega perchè tassare le sig. elettroniche che sono molto ma molto più salutari

    • marco ha detto:

      Molto più salutari è una parola grossa, diciamo meno nocive… Nicotina e altre sostanze ci sono lo stesso, non ci sarà catrame e altre schifezze ma cmq non è certo roba salutare.

      Fosse per me vieterei totalmente il fumo.Non porta alcun vantaggio, la maggior parte dei giovani comincia a fumare solo perchè fa figo di fronte alle ragazzine, per il resto causa solo danni alla salute propria e sopratutto alla salute altrui.

      • Birba ha detto:

        Aspetta, che sia meglio non fumare quello sicuramente. Ma che tra quella tradizionale e quella eletreonica ci sia un abisso in termini di male anche. Basta leggere quello che scrive veronesi in merito a queste cose.

        • Ketto ha detto:

          Mi fido di più delle tue sensazioni che delle esternazioni di un venduto alle lobby del farmaco come Veronesi… Diffidare totalmente da quell’uomo falsissimo…

    • marco ha detto:

      Pure all’aria aperta il fumo dà fastidio, non capisco perchè se uno vuole fumare deve indirettamente far fumare anche me che non voglio

      • Birba ha detto:

        mmm forse mussolini avrebbe potuto pribire di fumare in strada, sei in un’epoca differente

        • Miky ha detto:

          a New York non puoi fumare nei parchi pubblici, in tante spiagge americane non si può fumare, in tanti posti non si può fumare nemmeno per strada e ti dirò di più in USA ci sono condomini in cui anche dentro casa è vietato fumare e se non sei d’accordo sei costretto o a smettere o a cambiare casa, non ci vuole Mussolini ma il buon senso, stessa cosa per gli alcolici.

  3. tia ha detto:

    L’Italia ha il monopolio sulle sigarette (non quelle elettroniche), quindi ci guadagna

  4. tia ha detto:

    L’Italia ha il monopolio sulle sigarette (non quelle elettroniche), quindi ci guadagna

  5. Salem ha detto:

    Da fumatore, ritengo questa app decisamente inutile. Non sarà merito di queste cose che uno smette di fumare. Occorre solo buona volontà.

  6. Salem ha detto:

    Da fumatore, ritengo questa app decisamente inutile. Non sarà merito di queste cose che uno smette di fumare. Occorre solo buona volontà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *