• 17 commenti

Microsoft: Le scelte e il marketing nel campo mobile

Quanti di voi ricordano lo slogan Apple? Già è proprio questo che fa della mela un’azienda così popolare e seguita. I dettagli del marketing e le sue pubblicità.

Più volte abbiamo criticato Microsoft per non aver pubblicizzato il suo Windows Phone, almeno inizialmente, a dovere, ma non solo, anche le sue strategie ci sono sembrate strane. Le app pubblicate sugli altri sistemi operativi che avremmo voluto vedere come nostre esclusive (vedi Xbox LIVE, Kinectimals e Skydrive) sono presenti anche nell’ App Store di Apple, alcuni si schierano dalla parte di Microsoft giustificandola che debba far conoscere i suoi servizi a tutta l’utenza, altri vorrebbero avere app esclusive che giustifichino la loro scelta Windows Phone. È vero che alcuni nodi siano venuti al pettine, ad esempio, ci si lamentava che non vi fosse un app ufficiale di Windows Live Messenger mentre venivano aggiornate quelle della concorrenza, ma Microsoft aveva piani ben diversi che ora conosciamo tutti. Molte volte avere pazienza ripaga, ma parlavamo di dettagli e sono appunto questi che mancano nel marketing di Microsoft. Se, infatti, effettuate l’accesso sulla pagina del log in del servizio hotmail troverete un’immagine che potrebbe farvi storcere un po’ il naso (vedi sopra).

Questo il link della pagina: Link

Come potete notare viene mostrato un iPhone in primo piano mentre la loro “creatura” in secondo. In effetti anche noi come molti ci chiediamo come certe scelte possano avvenire e continuare a non essere corrette. E voi cosa ne pensate, semplice svista o scelta pensata?

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Ste ha detto:

    Scelta voluta… Ricordatevi che su 100 utenti solo 5 usano windows phone…

  2. Diego ha detto:

    Che di caxxate microsoft ne fa e ne continua a fare non ci sono dubbi, ma sul marketing apple avrei i miei dubbi. Funziona bene ma spesso vendono aria, e questio a me non piace

    • Porcuz ha detto:

      Lo scopo del marketing è questo, farti nasce bisogni che non hai per convincerti a comprare una cosa anche se non ti serve.
      Quindi pochi dubbi sul marketing Apple che ha capito che la gente ha bisogno sentirsi dire che è figa, ma molti su quello M$ che tratta i propri prodotti come beni di secondo piano rispetto alla concorrenza.

      Se notate oltre all’iphone in primo piano nell’immagine, nelle righe in testa alla pagina, windows phone è citato per ultimo dandogli un senso di inferiorità rispetto agli altri sistemi.

  3. stex ha detto:

    Una cogli..ta.

  4. simo ha detto:

    almeno l’immagine attira l’attenzione dei fan apple verso i servizi hotmail… POI verso windows phone

  5. Luca Vitali ha detto:

    Ciao a tutti, da molto tempo Microsoft cerca da una parte di offrire servizi unificati, ma dall’altra sembra avere troppe test diverse, ognuna che pensa per conto suo. Se c’è una cosa sicura è che Apple offre un’ immagine di uniformità, ogni mossa sembra studiata e approvata da una mente unica, mentre in MS sembra che si facciano la lotta tra i vari settori interni. Sicuramente MS è molto più grande di Apple e queste comportamento rischia di essere più frequente, ma è proprio su questo che dovrebbero lavorare di più ai “piani alti”, dare una immagine diversa di se rispetto all’attuale.
    Ciao
    Luca

  6. Damiano Pauciullo ha detto:

    Io penso sia una cosa voluta, alla fine chi sceglie Windows Phone (la maggior parte) conosce già i servizi che offre Microsoft, quindi l’utente non ha bisogno di essere attirato verso i prodotti e servizi Microsoft. Per quanto riguarda gli utenti Apple, al contrario, la maggior parte sono utenti fanboy che spesso comprano l’iPhone solo perché fa figo averlo, e se poi chiedi loro “mi fai vedere che app hai scaricato?” loro rispondono con un bel “cosa? guarda io manco lo so usare vedi tu” (mi è successo spesso, non parlo per cosi dire). Ovviamente ci sono anche persone con cervello, ma riallacciandomi al discorso principale, dico proprio che quelle persone che nemmeno sono al corrente di questi servizi hanno bisogno di vedere il proprio iPhone schiaffato in prima pagina, perché magari nemmeno sanno che possono ricevere sullo smartphone le email, e vedendo sul sito Microsoft quella guida su come abilitarle, fanno sì che loro automaticamente scelgano hotmail (che probabilmente avevano già, visto che quelli di cui sto parlando sono tutti ex bimbiminchia che ai tempi di msn scrivevano con migliaia di emoticon e bisognava decifrare i loro “discorsi” XD)

  7. Marco ha detto:

    è volutamente realista, chi vende di piu oggi? apple, seguito da android e da windows phone. Oggi di sicuro possiamo dire che microsoft rispetto ad apple o google è sicuramente la piu realista e corretta.

    • Porcuz ha detto:

      Questo discorso sarebbe corretto se Microsoft nel mondo smartphone fosse neutrale e fosse solo fornitrice di servizi che possono funzionare su tutti gli smartphone. Allora sarebbe ovvio dare maggior risalto a chi ha le quote di mercato più importanti.
      Ma così non è, Microsoft è un attore attivo del settore e deve promuovere in primis i propri prodotto e poi magari dare un ‘contentino’ alla concorrenza, in modo da ingolosire la clientela per passare ai propri sistemi per avere una user experience più completa e aggiornata dei propri prodotti.

  8. Francesco A ha detto:

    Ma son degli imbecilli patentati.

    Se Windows Phone fallirà non sarà altro che causa della sua mal gestione, perchè come sistema operativo per smartphone è di gran lunga il migliore!

  9. Nicola ha detto:

    A mio parere in casa Windows sono consapevoli delle mancanze del loro sistema,mi aspetto una guerra totale in pubblicità con l’arrivo di Apollo.

  10. Markokr83 ha detto:

    Non la vedo del tutto sbagliato. Sicuramente non sono stupidi. In effetti attirano gli utenti della concorrenza ad utilizzare i propri servizi.

  11. Dam ha detto:

    Io sinceramente lo trovo sbagliato e vi spiego perchè:
    devo comprare un nuovo smartphone e devo scegliere tra WP7 e IPhone, non conoscendo di persona i due sistemi guardo che servizi mi offrono e vedo che l’IPhone implementa tutti i servizi di WP7 (xbox live, skydrive, hotmail ecc..) e in più ha i suoi.
    Ok, mi prendo l’IPhone.
    Secondo me molta gente fa questo pensiero, se WP7 non ha qualcosa di unico non riuscirà mai ad imporsi.

    • Luca Vitali ha detto:

      Magari! Il tuo esempio è per utenti evoluti.
      La maggior parte della “gente comune” non sa neppure cosa sia WP7, e cosi anche molti venditori e commessi di negozi di elettronica… manca proprio la base di consapevolezza dell’esistenza del prodotto. :-(((

  12. War ha detto:

    Non vorrei dire cose errate ma a quanto ne so Microsoft ha un porcaio di azioni Apple, indi se compri I-(quellochetipare) lo zio Bill ride, da qualche tempo ride pure se prendi un Android visto che praticamente ogni terminale venduto con quel sistema Google versa 5 dollari nelle casse della grade M…
    ;)

  13. Daniele Baldanza ha detto:

    Secondo me è corretta come strategia: al giorno d’oggi per vendere uno smartphone devi prima di tutto invogliare l’utenza con un ecosistema valido e con numerosi e utili servizi.
    Purtroppo WP7, secondo la mia opinione, è validissimo come OS ma per il resto non è forte come dovrebbe: Bing è al 3% di quota di mercato (contro il 91% di Google), Zune ha meno del 20% del mercato (contro quasi il 70% di Itunes), Gmail continua a crescere mentre Hotmail ha un marketshare praticamente fermo da anni, il Marketplace di WP7 è dietro a Google e Apple, etc….
    Se Microsoft vuole crescere deve puntare sui suoi servizi, e per farlo deve aprirsi anche agli altri competitor (come ha fatto Google, immaginate cosa sarebbe un iPhone senza Google Maps per esempio) invogliando gli utenti a scoprire e ad utilizzare i suoi servizi.
    Solo cosi potranno accrescere il proprio parco utenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *