• 20 commenti

Vinci un terminale Windows Phone raccontando la tua storia su Android e… Malware!

Con l’arrivo di Windows Phone Mango, Microsoft in collaborazione con i propri partnership ha iniziato a spingere maggiormente nella pubblicizzazione del proprio OS, con iniziative spesso particolari.

droidrage

Di recente un trojan ha colpito più di 5 milioni di smartphone Android, il malware era presente in applicazioni di editori diversi ed è stato reso disponibile agli utenti per il download dall’ Android Market di Google. Quale migliore occasione per Microsoft di schierare il suo paladino Ben Rudolph, che ha sfidato recentemente il pubblico del CES 2012 offrendo 100$ a chi era in grado di battere in velocità Windows Phone con il proprio smartphone (Microsoft sfida gli utenti del CES 2012: 100$ a chi sarà in grado di battere la velocità di Windows Phone).

Ben Rudolph, ha chiesto agli utenti Android di scrivere su Twitter menzionando @BenThePCGuy, la propria storia riguardante il binomio Android + Malware, in palio ci sono 20 smartphone Windows Phone per altrettanti 20 aspiranti vincitori. Non è stato dichiarato se  questo particolare concorso è circoscritto al solo territorio statunitense o meno.

via

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Fabbry ha detto:

    Hahahahha grande :D

  2. Matt ha detto:

    Eco cosa succede ad avere un market non controllato. Google deve portare stabilità e sicurezza se vuole mantenere la posizione che si è guadagnata con android

  3. aless ha detto:

    Ma cosa succede al telefono quando viene colpito da questi virus???

  4. Luca ha detto:

    Rubano dati all’utente, in genere non fanno danno al sistema operativo

  5. Fabio Giuffrida ha detto:

    scusate L’OT ma come posso contattare Microsoft riguardo che riprendendo il Telefono in Assistenza non posso reinstallare PES regolarmente acquistato? vorrei i soldi indietro o un altro gioco a pari prezzo.

  6. gian89 ha detto:

    Ovviamente dovremmo farlo in inglese, non ho problemi però volessi usare termini un po’ più specifici dovrei ripiegare su un linguaggio più elementare…uff…

  7. simo ha detto:

    sarebbe una bella idea per plaffo ;)
    uno windows phone a chi racconta la sua storia con android o ios e i motivi che lo spingono verso wp7… certo la cosa avrebbe bisogno di prove altrimenti tutti a postare storie inventate

  8. gumper68 ha detto:

    che storia bisogna raccontare, è evidente quello che è successo. Andro è andato a Trojan e si è preso il virus. Succede.

  9. iTamma ha detto:

    @Fabio controlla di aver associato lo stesso Live ID al cellulare perché in quello è salvato l’acquisto del gioco… Se vuoi controllare, accedi a http://www.windowsphone.com e accedi con il tuo Live ID :)

  10. stefano ha detto:

    Ottima idea per far rimanere wp7 nel recintino dietro casa.
    Io quando una casa per farsi pubblicità deve sminuire i rivali sospetto sempre abbia finito le idee.
    Hanno copiato tutto il metodo da apple (sistema chiusissimo), copino anche il marketing

  11. Gerry ha detto:

    Il virus che ha colpito oltre 5 milioni di dispositivi rubava dati sensibili dal telefono degli utenti. La cosa grave è che queste app erano caricate sul market ufficiale. Google ovviamente dopo lo scandalo ha rimosso le app incriminate.

  12. kais ha detto:

    su i giornali nostrani la notizia è stata riportata come “Ms parla male di android perchè ha paura del duopolio ios-android e fa di tutto per smontarlo” …fate un po voi.

  13. Brizius ha detto:

    Non è il miglior modo per farsi pubblicità, basterebbe mostrare lo prestazioni e il funzionamento per quello!!!

  14. zio bastardo ha detto:

    Qualche appunto:
    fare pubblicità evidenziando le debolezze, vere o presunte, dei concorrenti invece
    di puntare sulle proprie doti è una tecnica quantomeno discutibile.
    Sui numeri: 5 milioni di infezioni su più di 200 milioni di terminali attivati, poco più del 2%, poca roba mi pare per gridare allo scandalo.
    Infine, se alla Apple usassero una logica simile per pubblicizzare Macos X, ad esempio “raccontaci la tua disavventura con Windows e i virus/malware/quello che ti pare e ti regaliamo un Macbook” verrebbero additati come terroristi.
    Una cosa che mi lascia sempre perplesso è che parlando di os mobili pare che i parametri di valutazione cambino, se sui desktop si sente dire “eh ma è normale che su Windows ci siano i virus, è il più diffuso!” detto quasi con l’orgoglio del campione che essendo in testa è bersaglio dei “cattivi” nel mobile questo non vale, chissà come mai.

    • Diego ha detto:

      “Infine, se alla Apple usassero una logica simile per pubblicizzare Macos X, ad esempio “raccontaci la tua disavventura con Windows e i virus/malware/quello che ti pare e ti regaliamo un Macbook” verrebbero additati come terroristi.”

      Ma è quello che ha sempre fatto Apple in realtà…

    • kais ha detto:

      In USA la pubblicità comparativa la fanno per tutti, altro che discutibile…dovresti vedere che roba allucinanante.
      non dovrebbero esserci neanche quel 2%, io devo avere la sicurezza di poter usare qualsiasi app senza problemi…a prescindere dall’app.
      Ahahahah…la apple hai tirato fuori, ma ahahaha…ma le hai mai viste le pubblicità del ragazzo apple che prende per culo il grassone che usa windows?
      mi auguro non sia tu un iphonaro.
      perchè nel mobile le app le hai solo, o quantomeno nel 99% dei casi tramite uno store, a differenza di win desktop dove le trovi dappertutto.
      chissa come mai scrivete simili cose mi domando.

      • zio bastardo ha detto:

        Ah si chiama pubblicita’ comparativa? Io l’avrei chiamata spalare cacca sui concorrenti ma tant’é, da zoticone qual’é il popolo americano non mi potevo aspettare nulla di meno.
        Mi sfugge quale dogma o legge divina stabilisca che una piattaforma software debba garantire all’utentd semi lobotomizzato la matematica sicurezza totale ma potrebbe essere un limite mio, sono ancora convinto che l’anello debole del binomio software-utente sia il secondo che delega ad altri l’uso della materia grigia e clicca un po’ a caso, tanto la grande madre software house mi tiene al sicuro, contenti voi, per me c’é poco da ridere.

  15. Valerio ha detto:

    se non sta’ buono gli mando un tweet sul WP e gli blocco tutto il telefono… LOL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *