• 51 commenti

I colleghi di winmobile.se chiudono il sito a causa di Microsoft

Winmobile.se è uno dei migliori siti svedesi che parlava di Windows Phone. In un loro articolo, probabilmente l’ultimo, hanno raccontato un’amara vicenda dove per colpa di un dipendente Microsoft Svezia, si sono sentiti offesi e in certi aspetti obbligati a chiudere il loro sito.

Dopo sei lunghi anni di attività costante e dedicata ai dispositivi mobile di Microsoft, winmobile.se decide di chiudere per motivi, effettivamente futili ma che probabilmente hanno scaturito una reazione così drastica al creatore del sito che hanno deciso di abbandonare il loro progetto.

Toni Johansson fondatore del sito, racconta che, da due anni era in stretto contatto con Microsoft e stavano collaborando per ricostruire il loro sito in stile Windows Phone, con un interfaccia Metro che avrebbe reso il sito più attraente. Dopo diverse persone contattate, Anders Wedahl, dipendente Microsoft Svezia, era disposto ad aiutarlo, investendo soldi e tempo per organizzare un team che avrebbe dato un nuovo style al sito. Anders Wedahl ha contattato via e-mail Toni, fissando un appuntamento dove dovevano discutere su alcuni dettagli.

Dalla risposta di Toni all’email inviata da Anders Wedahl, quest’ultimo sembra essere disturbato dalla firma del dispositivo con cui e stata inviata l’email infatti, Toni aveva risposto con uno dei suoi dispositivi Apple e questo sicuramente avrà scaturito in Anders Wedahl una reazione poco gradevole da portarlo a scrivere il seguente testo (traduzione dell’immagine sopra che mostra la conversazione originale tra i due):

Ho avuto i soldi per fare un vero sforzo e dare al vostro sito un nuovo lifting – in stile Metro, HTML5, ho trovato la gente che farà il lavoro, e anche controllato altre cose che potremmo fare per aiutare a gestire il sito –  hai davvero messo fine a questa possibilità (vedi giallo sotto).

Non è il caso di continuare dopo questo!

Buona fortuna!”

Toni dopo aver letto tali parole, si è messo a ridere e pensava che il mittente dell’email stava scherzando, ma cosi non era e quando si sono visti all’appuntamento, Toni ha capito che Anders Wedahl stava parlando seriamente e non stava per niente scherzando.

Vi chiederete allora il perchè di questa decisione di chiudere il sito!

Ebbene, Toni ha riflettuto molto in merito e non si sente di continuare questo progetto perchè si è trovato dinanzi a una scelta, imposta da Microsoft con arroganza, considerandolo un comportamento veramente infantile. Toni sottolinea che bisogna fare distinzione tra la vita privata e quella lavorativa e che ognuno deve essere libero di utilizzare, almeno nella vita privata, qualsiasi tipo di dispositivo. Il suo utilizzo di prodotti Apple non era per mancanza di fiducia verso i prodotti Microsoft ma semplicemente da appassionato di telefonia, utilizza diversi smartphone.

via

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Valmo ha detto:

    beh non si può far di tutta l’erba un fascio. Ha beccato un ignorante, capita.
    Addirittura mi ricordo che quando apple presentò l’ipod lo stesso Bill Gates disse “ne voglio subito uno!”

  2. Wilmer ha detto:

    Ha rotto la mia bambola e il mio cavallo dondolo c’ha tutto rotto ‘l naso!

  3. Emanuele ha detto:

    Certo che buttare via un lavoro di 6 anni… Che gli frega, si tiene il sito con quella grafica e continua il suo lavoro. Già era troppo che microsoft lo aiutava nella realizzazione del sito

  4. Dome ha detto:

    Già… davvero infantile…
    E dire che Microsoft ha fama di essere un’azienda che non impone affatto l’utilizzo dei propri prodotti ai dipendenti… ma forse solo in USA…
    Questa non è buona pubblicità e anzi, facendo chiudere il sito ne toglie di già esistente…

  5. Dome ha detto:

    Vi prego non cominciamo le difese a spada tratta… ogniuno dev’essere libero di usare ciò che vuole nella sua vita privata. Ogni dipendente MS a casa deve poter avere tutti i Mac, gli iPhone o gli iPod che vuole….
    Comunque concordo che abbia avuto a che fare con un’ignorante…

  6. digiovanni alfredo ha detto:

    Che cosa strana ,comunque poteva evitare di usare un iPhone se gestisce un sito Windows Phone …

    • alberto ha detto:

      no, invece, ne deve usare più di uno per poter vedere cosa fa la concorrenza! in modo da poter visionare le differenze o i problemi e comunicarli a MS.

  7. marcello ha detto:

    Microsoft dovrebbe vergognarsi.
    Ignoranza e arroganza. Ha fatto bene a chiudere: la reazione di microsoft ha di sicuro distrutto la fiducia Toni.
    Io avrei fatto lo stesso.

    • Niko ha detto:

      Ho letto l’articolo finale che ha scritto il tipo, per come la mette lui, non era solo il dipendente che la pensava così ma proprio microsoft svezia.

      Ora uno potrebbe amare alla follia wp ma utilizzare anche altri terminali (o per passione o per capire a che punto è la concorrenza).

    • Emanuele ha detto:

      Che si vergogni il dipendente MS Svezia, non la Microsoft… La decisione di non collaborare era sua, non di Microsoft Svezia, la mail che ha scritto era sua e diceva in pratica che LUI non tollera che un WebMaster dedito ad un sito per WM/WP usi un iPhone…

  8. Antonio Pietro Sanna ha detto:

    @ laura sanna

  9. Gino ha detto:

    Per me ci saranno altre cose sotto che non sapremo mai. Magari sto tizio, con la scusa del sito voleva intascarsi qualche soldo da MS, oppure semplicemente come dite voi ha beccato un cafone. La mia domanda è: voi dareste i vostri soldi per un progetto Windows Phone sapendo che la persona a cui sono destinati usa come telefono principale (vista anche l’email di lavoro) un Iphone?

    • Domenico ha detto:

      Condivido in pieno.

      • stefano ha detto:

        Se ragionano cosi microsoft chiude domani, un americano su due ha iphone, in europa un po meno ma tra dirigenti o manager girano iphone a stuffo, se microsoft vuole aiutare solo gli estremisti che usano solo win7 o wp7 allora mi sa tanto che è meglio che intascano i soldi dei brevetti di android e chiudono tutto perchè nessuno si sogna di farsi imporre cosa usare come smartphone,

        E scommetto una palla che i vari ballmer e gates nelle loro megaville sul comodino hanno un bell’iphone.

        Ipocrisia

        • kais ha detto:

          giusto che usano iphone 1 su 2, ma almeno avere l’accorteza di non inviare alla tua società un mail con un dispositivo della concorrenza….è come se tutti i dirigenti fiat usassero solo auto tedesche in pubblico.

  10. Matabu ha detto:

    Fatemi capire, questo imbecille ha chiuso il sito perché un dipendente Microsoft gli ha risposto da un iPhone?!? Si fumano della roba veramente cattiva in Svezia.. Il titolo dell’articolo avrebbe dovuto riportare: i colleghi di winmobile.se hanno un cervello da bambini di 2 anni.

  11. silric ha detto:

    @Matabu
    È esattamente il contrario:
    Il tipo di MS s’è incacchiato con l’ altro per aver usato un iPhone…
    Leggi bene!
    P.s.:MS stavolta ha toppato alla grande.

  12. Enrico Sberlati ha detto:

    Mah, io non punterei il dito a Microsoft per colpa di un singolo

  13. aaa ha detto:

    Mi sembra una giustificazione che lui aveva diversi dispositivi, a mio avviso come si fà a parlare (elogiare e criticare) un sistema se non lo si usa assiduamente ???

  14. Roberto ha detto:

    Ci saranno altri motivi sotto, anche perché bastava rispondere: Windows Phone per utenza business fa schifo, se volete che usi windows phone per lavorare sistematelo.

    Avrebbe “infiocchettato” l’idiota di microsoft e invece così ha solo “enfatizzato” a una idiozia comportandosi da idiota. Non è certo il comportamento che ci si aspetta da chi ha portato avanti un sito per 6 anni (e ha anche, immagino, più di due utenti che lo seguono).

    Peraltro quello che gli viene detto non è nemmeno sbagliato, se quelle mail passano per il server aziendale di microsoft, che investe soldi e risorse per il tuo sito, potrebbe anche dare fastidio a qualche pezzo più grosso che “stacca l’assegno”.

    Pubblicità o idiozia. Propendo per la prima.

    • Gino ha detto:

      Beh, se parliamo di client email o di compatibilità office, Windows phone è il migliore in assoluto a detta anche degli espertoni android/iphone. Per il resto concordo.

      • kais ha detto:

        il fatto è che non poteva trovare scuse per mail e supporto aziendale dove, lacuna del pdf-email a parte, l’os è il top…il punto è che ci poteva pensare un po meglio a prescindere da quello fatto da Ms.

  15. dario ha detto:

    A me sa tanto di presa x i fondelli, perché ok quello poteva rispondere da un dispositivo Apple ma almeno cancellare la firma -.-

  16. mancoio ha detto:

    da quello che capisco tale Anders Wedahl si era reso disponibile ad aiutare un sito privato esterno a MS.
    indipendentemente se ciò rientri o meno nella sua mission lavorativa, avrà sicuramente richiesto all’amministratore del sito (nel cui pressochè esclusivo interesse veniva prestata la collaborazione) una piena fedeltà al marchio.
    la mail con l’odiosa firma automatica, ha costituito il pretesto per interrompere un rapporto poco interessante per MS.
    la “vittima” del sopruso oppure (visto dall’altro lato) l’ingrato approfittatore della “beneficenza” di MS, sfrutta quindi l’accaduto per farsi pubblicità e sperare che un superiore del Anders Wedahl in MS intervenga.
    onestamente nulla di nuovo sotto il sole, se Anders Wedahl collaborava di sua iniziativa, ha fatto bene come ha fatto visto che si sarò sentito in credito per i 2 anni di beneficenza precedenti, se invece rappresentava ufficialmente MS, avrà avuto specifiche indicazioni in tal senso.
    io penso che se un privato esterno a MS volesse comportarsi da “ambasciatore MS” dovrebbe dimostrare un pò di coerenza e magari con un pò di ipocrisia evitare quantomeno di lasciare la firma attiva della mela nelle comunicazioni interne!
    in questo ambito il proselitismo (e la pubblicità) nelle comunicazioni private sono stati introdotti dalla concorrenza, se questo è un tentativo di reazione, non mi sento sconvolto.
    ..ma d’altronde io sono particolare, forse infantile, visto che mantengo come firma automatica da WP: Incredibile! Ho inviato questa mail senza avere un IPhone!

  17. Matabu ha detto:

    Ecco mi sembrava di non aver capito molto bene… Ho letto di fretta ed era per questo che ho messo il “Fatemi capire”.. In ogni caso il mio commento è double face.. Cambiate pure gli addendi… PS Sarei curioso di sapere quanti dipendenti Microsoft e\o famiglia usano iPhone.. E farei scattare i licenziamenti in tronco a sto punto.. XD

    • Domenico ha detto:

      Non concordo, a mio parere è diverso quello che usi in famiglia rispetto a quello che usi per lavoro, spostiamoci da questo esempio e facciamolo cambiando prodotto, è ovvio che se mi chiedono dei soldi per pubblicizzare un prodotto mi sento “offeso” (mi si passi il termine) se vedo che chi me li chiede utlizza prodotti apertamente della concorrenza, è un po la stessa lamentela di chi contesta i dirigenti Fiat di girare con auto straniere.
      IMHO naturalmente

      • Giuseppe Carboni ha detto:

        Hai perfettamente ragione… Che gli costava cancellare la firma automatica? Si è tirato la zappa sui piedi… Chiaramente MS, come penso CHIUNQUE, si è incacchiata vedendo un suo partner utilizzare come strumento di lavoro il diretto concorrente di WP7… Oltretutto proprio nel momento in cui MS stessa stava finanziando il possibile partner per farsi pubblicità! Io sto con MS, non avrebbe potuto agire diversamente…

        • Matabu ha detto:

          Allora.. Andando per ordine fondare un blog o sito che parla di prodotti Microsoft NON è lavoro ma passione… Numero 2 uno che per passione si occupa di elettronica è per sua natura un tester di novità e per sua natura non è un fanboy che va dietro ad un unico prodotto senza guardarsi intorno e testare la concorrenza. Un sito che parla unicamente di windows mobile è una manna dal cielo per Microsoft perchè ha a costo ZERO una piazza che parla del proprio SO, lo testa e raccoglie pareri, consigli, e l’impatto che i prodotti Microsoft hanno sulla sua clientela. Partendo dal presupposto che la richiesta di “soldi” era una semplice sponsorizzazione per migliorare il sito che mai era costato niente a MS e che la mail era PRIVATA e non pubblica magari mandata mentre si era a casa svaccati sul divano mi sembra un emerito imbecille uno che ti risponde così… Anche perchè se si va a Redmond (ed io ci sono andato) ci sono CENTINAIA di dipendenti MS che usano abitualmente iphone… Ed è per i motivi sopra esposti che il paragone sui dirigenti FIAT che usano macchine straniere centra poco. Sarebbe stato diverso se nel sito si fossero sponsorizzati prodotti non MS. Non siamo all’asilo e penso che qualcuno dovrebbe ricordarlo a tale Anders… IMHO too!!

          • Giuseppe Carboni ha detto:

            Ho le mie ragioni per pensarla così, e sono dettate dal fatto che ho guardato l’articolo originale in inglese di WPCentral e ho notato che la traduzione su Plaffo è totalmente sbagliata…
            Ecco la versione inglese originale:

            Toni,
            I have got the money to make a real effort to give your site a facelift – metro design, HTML5, I’ve signed the people that will do the work, and also checked some other things that we could do to help to manage the site – but seriously, – you really put an end to that today (see yellow below).

            Not a chance that we’ll continue after this!
            Good luck!
            //Anders

          • Giuseppe Carboni ha detto:

            E per intendermi, la parte TOTALMENTE fuorviante è l’ultima frase “you really put an end to that today (see yellow below)” tradotta come “ma non devi utilizzare altri prodotti (vedi giallo sotto)”…
            La traduzione giusta sarebbe “ma hai davvero messo fine a questa possibilità (…).” e mi sembra che di differenza ce ne sia parecchia… Anders potrebbe essersi sentito preso in giro dopo che ha procurato il denaro e ha formato il team per il restyling del blog, e si è tirato indietro… Non ha obbligato nessuno a non usare prodotti concorrenti, ha solo preteso serietà da un partner, e ne aveva tutte le ragioni…

          • Dev10 ha detto:

            @Giuseppe
            Quella parte tradotta era errata, essendo tra virgolette doveva essere più precisa, ho corretto. Ma non credo che cambi molto, il succo resta quello.

          • Diego ha detto:

            Ah be, allora…

            Lui scrive vedi la parte gialla sopra! E si riferisce proprio alla firma. Lui ha voluto punire il tipo solo perchè ha mandato una email con un dispositivo non microsoft. Batsa difenderlooooo

            Se hai letto su WPCentral, avrai visto come quel blog sia stato molto forte con microsoft, definendoli ARROGANTI.

            Fortuna che microsoft non è così, ma si tratta solo di un dipendente CRETINO!!!

          • Giuseppe Carboni ha detto:

            @Diego
            Anders avrà pure agito d’impulso, ma ne aveva tutte le ragioni, aveva investito soldi e fatica… Comunque ci tengo a precisare che Anders non è MS, e che Steve Ballmer stesso (CEO MS) ha firmato un Macbook dopo un evento MS (visto su un video su youtube)… Semplicemente due modi diversi di reagire a delle provocazioni, premeditate o no…
            E resta il fatto che chiudere un blog che parla di un prodotto MS per colpa di un solo dipendente (quanti saranno? sicuramente migliaia in tutto il mondo) mi sembra un po’ esagerato…

  18. anonimo ha detto:

    si si si
    se lavori alla conad solo alla conad puoi fare la spesa…
    se vivi a roma solo ad ostia puoi andare al mare
    se sei un dipendente microsoft solo un coglione rimani…

    • kais ha detto:

      e tu che scrivi qui anche facendoti schifo ms non sei diverso dal dipendente ms che definisci coglione.
      uno spasso sti troll…

  19. NokiaFan ha detto:

    Credo che il tipo stia esagerando, ovvio che uno utilizza il telefono che vuole, ma se hai microsoft che è disposta ad aiutarti investendo anche denaro per la realizzazione del sito, e tu ti dimostri che non apprezzi i loro smartphone, su un sito che parla proprio di questo… ci sta che dicano fai tu, noi non ti aiutiamo

  20. gianmarco ha detto:

    Beh se a me girano posso andarmi a comprare un iPhone, ma non significa che butto gli altri nel cesso, ragazzi, qui non si parla né di patria, né di squadra del cuore, con la tecnologia e nel mercato in generale chi compra DEVE cambiare bandiera dipendentemente dal successo (al momento dell’acquisto) della casa del prodotto..e le aziende non possono obbligare ad usare quel prodotto..adesso se Microsoft è davvero buona e seria si dovrebbe scusare anche solo privatamente col ragazzo del sito.

    • Giuseppe Carboni ha detto:

      In parte hai ragione, ognuno è libero di utilizzare il prodotto che vuole, semplicemente lui avrebbe dovuto avere l’accortezza almeno di cancellare la firma iPhone… Sono sicuro che il dipendente MS si è sentito un po’ troppo preso in giro, e sono sicuro che mi sarei sentito così anche io…

  21. gianmarco ha detto:

    @nokiafan possedere un articolo della concorrenza non significa disprezzare il tuo prodotto, anzi io sarei felice che uno che possiede entrambi i dispositivi regge un sito sul mio prodotto!

  22. domenico ha detto:

    E’ ovvio che ognuno è libero di comprare ciò che vuole, ma l’esempio di Ostia,Conad ecc. non c’entra assolutamente nulla.
    Qui si sta parlando di un’operazione di marketing in cui un soggetto, qualunque esso sia, paga un testimonial per valorizzare la propria immagine.
    La fidelizzazione è parte integrante di questi tipi di contratto, infatti il sito non riguardava i cellulari in generale ma appositamente WP7.

  23. Monty81 ha detto:

    La Microsoft, che si sta dimostrando molto disponibile verso i piccoli sviluppatori e bloggher, in quanto ha capito che lì si può giocare una buona fetta di mercato, ha inviato uno dei suoi in aiuto di una importante testata autonoma. A quanto pare il tipo inviato è un buon cretino ed arrogante e l’aver chiuso il sito è un’azione per far capire alla Microsoft che elemento è questo Anders Wedahl. Ora ci si potrebbe anche aspettare delle scuse da Microsoft.

  24. gianmarco ha detto:

    @GiuseppeCarboni
    e tu ti sentiresti offeso se uno usa un prodotto che non è della ditta in cui lavori tu? Ma finiamola!

    Personalmente io non uso la firma nel mio Windows Phone..mi sa tipo di “guarda! Posso inviare email dal mio wp!” (considerazione personale..)

    • Giuseppe Carboni ha detto:

      E vale lo stesso per un terminale concorrenziale eh…
      E poi finitela di cadere dalle nuvole… Il marketing delle multinazionali si sa che è spietato fino al midollo, perchè MS dovrebbe essere da meno scusate? Fatti suoi che ha sbandierato ai 4 venti che manda email da un iPhone durante un’operazione con MS che sborsa soldi e fatica per rifarti la grafica del sito… Queste cose, quando si parla di colossi come MS e Apple che si fanno concorrenza sin dall’alba dei tempi è meglio preventivarle, peggio per lui…

  25. gianmarco ha detto:

    Finiamola..che se uno usa un iPhone non può lavorare con Microsoft? Immagino che microsoft si scuserà per l’accaduto..immaginate che Ford raddoppiò gli stipendi degli operai delle fabbriche per permettergli di comprarsi una Ford..mica li licenziò perché possessori di una (per esempio) Peugeot! XD e poi qua si parla di un dipendente di Microsoft non di Bill Gates..e mi sa proprio di cretino questo!

    • Domenico ha detto:

      Appunto, lo fece per permettersi di comprarsi una Ford, non un’altra marca di automobile e lo fece per un suo guadagno,la sua fu un’operazione di marketing, infatti la ford era stata costruita proprio per essere un’auto per tutte le tasche, celebre la sua frase “in tutti i colori che volete, purché sia nera”.
      Nel marketing sponsor e testimonial DEVONO essere strettamente collegati, se io vedo un concessionario che mi descrive la marca di automobile che vende come la migliore in giro e poi scopro che lui possiede ha un’altra marca è ovvio che perde credibilità.
      Qui non si parla di un fornitore di Microsoft o di un cliente che ovviamente possono avere qualunque tipo di palmare vogliano, ma di una persona che si propone come testimonial, chiede fondi e poi utilizza palesemente prodotti della concorrenza.

  26. tiaz ha detto:

    Il discorso è semplice: il tipo è libero di usare il terminale che preferisce così come microsoft è libera di spendere denaro e risorse per aiutare chi vuole. se hai un sito che parla di wp puoi usare il telefono che vuoi ma allo stesso tempo microsoft non è obbligata a finanziarti il restyle del portale. tutto quello che è successo dopo (chiusura del sito) è tutta farina del sacco del blogger. ms non ha fatto chiudere il sito, ha deciso di non finanziarlo… la motivazione di questa scelta puo essere stupida o magari a noi sconosciuta (non date per vero tutto quello che si legge sul web) ma sicuramente è affare di MS svezia visto che il denaro in questione era suo.

  27. valmo ha detto:

    sinceramente potevano agire più sensatamente entrambi.
    Il dipendente ms poteva metterla sul ridere riguardo alla firma della mail (magari mettendo qualche ca**o di faccina o robe simili) così almeno gli faceva capire che non era il caso di usare prodotti della concorrenza in mail prettamente riguardanti wp e soldi.
    D’altro canto il blogger invece di chiudere il sito poteva tranquillamente migrare e portare il blog ad un più generico blog di smartphone senza più trattare solo wp per far capire a ms che ad una persona può piacere wp e tutto il resto ma niente gli vieta di usare altri dispositivi (specie se l’iphone ce la da un paio di anni…che deve fare buttarlo nel cesso?)

  28. valmo ha detto:

    tra l’altro leggendo i commenti del blog, si legge che l’unico motivo per il quale ha usato l’iphone è perchè il suo omnia 7 s’è scasato installando mango ed era in assistenza. Quinsi ha ripreso l’iphone ed è anche normale dimenticarsi della firma nelle email…

    • kais ha detto:

      vabbè puo dire quello che vuole, rimane il fatto che la mail aziendale l’ha inviata, quello l’ha ripreso e lui per tutta risposta ha chiuso il blog….non so chi è più cretino se vogliamo vedere solo il lato umano della faccenda.

  29. kais ha detto:

    Correggete la truduzione vi prego…metropolitana non si può sentire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *