• 9 commenti

Windows Phone 8: Qualcomm crede che i primi terminali utilizzeranno ancora i propri chipset

Ad oggi, tutti i terminali Windows Phone utilizzano chipset Qualcomm, questo per volontà di Microsoft che impone hardware standard ai costruttori per utilizzare il proprio OS Mobile.

Anche se non abbiamo conferma che Qualcomm proseguirà con una partnership esclusiva con Microsoft per i futuri terminali Windows Phone, Qualcomm crede di poter essere ancora i primi a commercializzare, in futuro,  Windows Phone 8 con il proprio chipset, questo stando alle parole di Cristiano Amon, vice presidente dello sviluppo Qualcomm a nordichardware.se

Windows Phone 8, arriverà molto probabilmente il prossimo anno con l’aggiornamento chiamato in codice Apollo, questo update sarà il secondo aggiornamento sostanzioso che svilupperà Microsoft per il proprio OS mobile. Indiscezioni parlano di come questa versione migliorerà l’esperienza d’uso dei comandi vocali e si prevede un’unione più profonda tra il futuro Windows 8 e Windows Phone 8.

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. kais ha detto:

    finora il chip usato per gli smartphone è davvero il minimo sindacale anche se la frequenza è alta….vediamo come si evolverà per i prossimi prodotti.

  2. Andrea ha detto:

    Anche se windows 8 non richiede molte risorse, preferisco un dualcore per i prossimi telefoni.

    • kais ha detto:

      motivo? io posso capire su pc desk se uno per dire ci deve giocare…ma se smartphone cosa serve ad oggi il dual core? tranne android che è pachidermico gli altri os vedo che vanno bene con un single core (iphone anche).

  3. Elisa ha detto:

    La leggerezza del sistema è importante ma le prestazioni con l’andare avanti nel tempo sono inevitabili

  4. Piero Masca ha detto:

    L’importante è la qualità

  5. Ren ha detto:

    Ora come ora con i chipset Qualcomm la Microsoft, nei terminali marchiati Windows Phone, ha raggiunto una fluidità di gran lunga superiore rispetto a quella raggiunta dagli “antichi avversari” che spesso e volentieri montano processori e macchine più evolute. Sono sicuro che Redmond sappia alla perfezione quanto e cosa sarà in grado di fare in futuro e conosca la tecnologia di cui avrà bisogno. Fossi in voi non mi preoccuperei eccessivamente di ciò che oggi si dice per il futuro. Non sappiamo cosa potrà cambiare o essere integrato da qui a un anno e di certo Windows non si lascerà scavalcare facilmente dai concorrenti quali Apple e Android. Se siete soddisfatti di Windows Phone 7 e ancor più di Mango non preoccupatevi. Ricordiamoci, anzi, che Windows Phone è un sistema nuovo che vanta appena un anno. Eppure ha già raggiunto e sotto certi aspetti scavalcato sistemi operativi mobili che sono stati introdotti molto tempo fa ed hanno avuto diversi anni per aggiornarsi e migliorarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *