• 6 commenti

Microsoft accusata di aver "rubato" l’idea dei suoi spot pubblicitari

Uno strumento che serve a far conoscere un prodotto è senza dubbio la pubblicità. Abbiamo visto come Microsoft ha sponsorizzato il suo nuovo sistema operativo mobile Windows Phone tramite degli spot pubblicitari molto bizzarri.

Una società chiamata Cellrderm ha visto questi spot di Microsoft e ha notato una certa somiglianza a degli spot ideati precedentemente da loro e protetti da copyright. Cellrderm ha citato al giudizio Microsoft nel tribunale della Floridaper chiedere eventuali risarcimenti per la violazione del copyright.

Di seguito i video degli spot pubblicitari in questione:

Lo spot di Cellrderm:

Lo spot di Microsoft:

Lo spot di Cellrderm:

Lo spot di Microsoft:

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Anonymous ha detto:

    Sono degli spot insignificanti. Non si pubblicizza così uno smartphone.

  2. Luca DX81 ha detto:

    Non pensavo si potesse citare un'azienda in tribunale per risarcimento danni perchè uno spot ricorda vagamente quello proprio. A questo punto Microsoft potrebbe citare Android e Apple alla pena di morte visto che hanno addirittura copiato elementi del proprio os.

    @anonimo
    Non so in America, ma in Italia di certo non funzionerebbero questi spot

  3. Mirko ha detto:

    In America si ricorre al giudice anche per cose assurde, non mi stupiscono queste cause

  4. Anonymous ha detto:

    In America conta solo l'apparenza. Se un prodotto è buono non serve a niente se invece è riconosciuto perché tutti ne parlano allora è un gran prodotto. Due anni fa andavano di moda i blackberry e tutti lo volevano, adesso che la moda è passata non vende più.

  5. Anonymous ha detto:

    Scusate cambiate il titolo perché come è scritto non si capisce se è la Microsoft che ruba gli spot o sono gli altri a rubarli
    Comunque non è una critica :)

  6. fabiannit ha detto:

    La cosa più assurda a mio parere e quella di proteggere con copyright una pubblicità del genere… Oggi giorno penso che ovunque e tutti si ispirano a delle idee esistenti… Mah… Chissà questa causa come andrà a finire…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *