• 5 commenti

Microsoft come Apple traccia gli spostamenti dei propri utenti? Direi di no

In questi giorni possiamo leggere in alcune testate giornalistiche che Microsoft alla pari di Apple e Google traccia la posizione tramite GPS mettendo a rischio la privacy degli utenti. In realtà il paragone con Apple è assolutamente fuori luogo.

Come vi abbiamo accennato in questo precedente articolo (link), Microsoft, a differenza di Apple, non memorizza sul device la propria posizione o meglio ne memorizza solo l’ultima.

Apple memorizza la posizione del dispositivo assegnandogli l’ID del telefonoe il MAC così da essere univoci, queste informazioni vengono salvate in chiaro sia sul dispositivo che sul pc quando effettuiamo la sincronizzazione con iTunes. Questo comporta un grande rischio per la privacy, perchè basta accedere al pc di un utente iPhone per scoprire tutti i suoi spostamenti. Microsoft invece non memorizza nulla sul nostro pc, la rilevazione della posizione avviene solo se attivate il servizio “Trova il mio telefono” (Hai smarrito il tuo Windows Phone? Microsoft ti aiuta a trovarlo.), in questo caso il nostro terminale invierà ai server di Microsoft la nostra posizione (indispensabile per utilizzare il servizio), senza salvare nessun dato sul nostro pc e memorizzando l’ultima posizione sul terminale.

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Alberto ha detto:

    hehehe ma se si attiva il servizio ovvio che deve inviare la posizione :D
    Gli Appleisti fanno sempre così, quando è uscito il problema dell'antenna gate, tutti a dire che non era un problema di iPhone e che tutti i terminali facevano la stessa cosa… :D

  2. s3b ha detto:

    Ma Apple e ladra nell tutto quello che fa , adesso anche la privacy . Manca solo che brevetta sta cosa . :))

  3. Anonymous ha detto:

    che poi perchè salvarli in chiaro? mi sono informato ed è veramente semplice prendere questi dati da un pc su cui è stato sincronizzato il proprio iphone!

  4. Elvin ha detto:

    Credo che con l'utilizzo di Internet, smartphone ecc. la privacy è diventata relativa. Tutto viene salvato, cosa digitiamo, dove siamo, cosa cerchiamo. Basta vedere FB dove la gente pubblica tutta la loro vita dandola in pasto ad una azienda privata

  5. Anonymous ha detto:

    Quali potrebbero essere gli interessi di Apple a memorizzare tali dati? Non trovo risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *