• 3 commenti

Il marketplace di Windows Phone 7 non chiude le porte alle licenze Open-Source

In questi giorni alcuni sviluppatori si sono lamentati che Microsoft sta vietando alcune applicazioni con licenza Open-Source  da inserire nel marketplace di Windows Phone 7.

Precisamente le licenze che al momento non vengono accettate sono GNU GPLv 3, GNU Affero General Public License version 3, the GNU Lesser General Public License version 3.
Per quanto riguarda le licenze dei software accettati sul marketplace, possiamo leggere la seguente clausola:

“Excluded License” means any license requiring, as a condition of use, modification and/or distribution of the software subject to the license, that the software or other software combined and/or distributed with it be (i) disclosed or distributed in source code form; (ii) licensed for the purpose of making derivative works; or (iii) redistributable at no charge. Excluded Licenses include, but are not limited to the GPLv3 Licenses. For the purpose of this definition, “GPLv3 Licenses” means the GNU General Public License version 3, the GNU Affero General Public License version 3, the GNU Lesser General Public License version 3, and any equivalents to the foregoing.”

Microsoft ha voluto precisare che sono ammesse diverse licenze Open-Source sul proprio market, come BSD, MIT, Apache Software License 2.0, MS-PL e altre simili. Precisano che non chiudono la porta a nessuno, sono in contatto con gli sviluppatori e lasciano aperta la possibilità di modificare questa clausola per inserire nuove licenze open.

Nuova pagina Telegram dedicata ESLUSIVAMENTE alla segnalazione di VERE offerte Amazon Italia!

Commenta la notizia

Vuoi un'immagine profilo personalizzata? Impostala su Gravatar utilizzando la stessa e-mail associata ai commenti.


  1. Emy80 ha detto:

    Se ricordo bene lo stesso problema succede su iOS, speriamo che capiscano e non chiudono le porte a queste licenze

  2. Anonymous ha detto:

    Ma che gli frega con quale licenza li rilasciano, basta che creano app utile!

  3. Anonymous ha detto:

    Non capisco perchè bisogna tagliare le gambe a della gente che si impegna e vuole rendere le proprie app open source.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *